Rosselli ispira, Verona vola: Imola non ha scampo

Rosselli ispira, Verona vola: Imola non ha scampo

Ispirata da Rosselli (14 assist) e Candussi (20 punti), la Tezenis riesce ad avere ragione della Le Naturelle Imola

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Le Naturelle Imola 87-70 (13-14; 39-33; 73-52)

I 14 assist di Guido Rosselli ispirano Verona. Dopo un primo tempo soft – come l’ha definito il coach gialloblu Diana – la Tezenis prende il controllo, manda sei giocatori in doppia cifra e risolve la pratica Imola, schiacciata dalla veemenza scaligera soprattutto nel terzo quarto.

Impatto difficoltoso in attacco per entrambe le squadre. Verona e Imola si imbattono in qualche palla persa di troppo (7-6 per i locali il conto delle perse nei primi 10′, 3 quelle di Rosselli) e la gara fatica a decollare. La Tezenis trova modo di servire puntualmente Candussi che si fa trovare pronto a centro area. La Naturelle va a segno con tutto il quintetto: Baldasso e Masciadri colpiscono dal perimetro e la gara fila via in equlibrio. Il decimo punto personale di Candussi (5/6 al tiro) non basta alla Scaligera per evitare il 14-13 per Imola al termine di dieci minuti modesti dal punto di vista tecnico.

L’approccio al secondo periodo è pressoché identico, Verona ha qualche folata positiva da Udom. Imola risponde con un ottimo Fultz, affiancato dai canestri dalla lunga di Ingrosso e Bowers. Fatica invece Morse che non riesce a incidere sotto canestro. Dall’altra parte si sveglia pure Rosselli, che regala passaggi smarcanti in gran quantità. Dopo i primi 5′ in equilibrio, la Tezenis prova ad allungare sul 31-25 grazie all’impatto di Loschi e Prandin dalla panca che sopperiscono all’abulia di Jones e Hasbrouck. Imola invece trova anche un ispirato Masciadri e si mantiene a contatto a fine primo tempo: 39-33 Verona dopo i primi 20.

Inizio brillante di terzo quarto per la Tezenis. La squadra di Diana prende in mano la partita, incide in difesa e vola soprattutto in transizione. Jones si desta e con due triple apre il fuoco. Hasbrouck lo affianca in maniera efficace. Ne nasce un break di 21-8 nei primi 5′ che proietta Verona al +19 (60-41), sancito dal canestro pesante di Rosselli. Morse e Bowers non bastano a frenare l’emorragia: ancora Hasbrouck e Udom aggiornano il massimo vantaggio a +22 (65-43). La Naturelle prova ad affidarsi a Bowers ma non riesce a risalire. Tomassini e Candussi pungono per il 73-53 gialloblu a fine terzo quarto (34 punti totali di squadra per i padroni di casa).

Con un break di 7-1 firmato da Loschi, Jones e Prandin (sull’assist numero 13 di Rosselli), Verona vola a +26 (80-54) dopo 3′ decretando in pratica la fine della contesa. Ne nascono sette minuti di passerella in cui assaggiano il campo i giovani gialloblu Morgillo e Guglielmi e Ivanaj e Calvi da parte di Imola, che prova a ridurre lo svantaggio con Valentini ma chiude comunque con un -17 abbastanza esplicativo.

Tabellini:

Verona: Tomassini 3, Hasbrouck 11, Rosselli 7, Jones 17, Candussi 20, Prandin 6, Loschi 10, Udom 11, Morgillo 2, Guglielmi.

Imola: Fultz 10, Baldasso 3, Bowers 13, Masciadri 8, Morse 14, Ingrosso 5, Taflaj, Ivanaj, Valentini 5, Calvi 4.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy