San Severo ad un passo dal successo, ma passa Forlì

San Severo ad un passo dal successo, ma passa Forlì

Partita interessante quella tra Allianz San Severo e Unieuro Forlì, che vede il successo ospite nonostante una bella prova dei padroni di casa

di Antonio Giuliani

L’Allianz Pazienza Cestistica San Severo vede molto vicino il successo andando in vantaggio anche di 8 lunghezze ma l’Unieuro Forlì si ritrova con i due punti in tasca, forse più per demerito dei giocatori di coach Cagnazzo.

Allianz Pazienza Cestistica San Severo – Unieuro Forlì 62-63 (21-24, 18-12, 14-15, 9-12)
Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Delano jerome Demps iii 20 (3/6, 4/8), Marco Spanghero 19 (7/10, 1/3), Chris Mortellaro 8 (4/6, 0/0), Giacomo Maspero 5 (1/3, 1/3), Emidio Di donato 4 (1/2, 0/2), Andrea Saccaggi 3 (0/2, 1/6), Nazzareno Italiano 3 (0/1, 1/2), Alberto Conti 0 (0/2, 0/2), Michele Antelli 0 (0/0, 0/0), Alessio attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Simone Niro 0 (0/0, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 12 – Rimbalzi: 37 10 + 27 (Emidio Di donato 11) – Assist: 10 (Marco Spanghero 6)
Unieuro Forlì: Maurice Watson jr 13 (2/4, 2/4), Pierpaolo Marini 13 (2/4, 2/6), Jacopo Giachetti 11 (5/9, 0/2), Erik Rush 8 (1/5, 2/5), Davide Bruttini 6 (3/4, 0/0), Klaudio Ndoja 5 (1/3, 1/2), Lorenzo Benvenuti 4 (1/4, 0/1), Luca Campori 3 (0/0, 1/1), Danilo Petrovic 0 (0/0, 0/0), Kaspar Kitsing 0 (0/0, 0/0), Tommaso Oxilia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 15 – Rimbalzi: 24 3 + 21 (Erik Rush 8) – Assist: 10 (Maurice Watson jr 4)

San Severo è ancora costretta a fare a meno del centro americano dopo il taglio, seppur non annunciato ufficialmente, di Markus Kennedy, fuori in ogni caso per infortunio. Mortellaro si sobbarca ancora tutto il peso del reparto lunghi e inizia subito forte con i primi due punti dell’incontro, a cui si aggiunge subito dopo la tripla di Demps. Forlì parte un po’ spaesata ma sul 7-3 reagiscono, complice anche una difesa molto molle dei padroni di casa, sorpassando l’Allianz sul 12-13. Giachetti gioca un’ottima seconda parte di primo quarto in un bel botta e risposta con il suo avversario diretto Spanghero ravvivando la partita che resta sulla parità, ma Watson sigla la tripla sulla sirena chiudendo il quarto sul 21-24.

Gli ospiti alzano l’intensità difensiva nella seconda frazione e mettono subito in difficoltà San Severo, che fa rifiatare il quintetto inserendo Italiano, Conti e Antelli abbassando notevolmente il quintetto. La partita comunque scivola via a favore di Forlì che è più concreta nella fase offensiva e approfitta del secondo quintetto dell’Allianz (28-33). Coach Cagnazzo capisce che è ora di correre ai ripari e rimette Demps che dà pericolosità all’attacco; la mossa funziona e San Severo riesce a ribaltare il vantaggio chiudendo il quarto sul 39-36 con una tripla di Spanghero.

La terza frazione si apre con un gioco veloce caratterizzato da transizioni rapide di entrambe le formazioni, a vantaggio di San Severo che è più abituato a questo tipo di gioco. Forlì è costretta a chiamare timeout sul 51-43 per fermare il primo vero tentativo di fuga sanseverese. Marini sblocca la situazione alla ripresa del gioco con una tripla pesante e un sottomano, riportando gli ospiti sul 51-48. Gli stessi ospiti avrebbero l’inerzia a loro favore, ma San Severo è molto concreta a rimbalzo e riesce così a resistere all’arrembaggio forlivese. Ultima rimessa per l’Allianz che riesce a portare Spanghero a canestro con un ottimo uno contro uno fissando il punteggio parziale sul 53-51.

Ultimo quarto che si apre con polveri bagnate per entrambe le squadre che non riescono a sbloccare la situazione finchè Spanghero, con un floater, segna dopo 2 minuti e mezzo di gioco. Dall’altra parte si risponde con un bel pick and roll Watson-Bruttini, ma è Demps, che realizza la sua quarta tripla di serata, a costringere Forlì ad interrompere il gioco per riorganizzare le idee sul 58-53. Con 5 minuti da giocare Watson riporta i suoi a -3 con una tripla ma commette il suo quarto fallo nell’azione seguente, ma l’obiettivo degli ospiti resta attaccare Mortellaro che è gravato anche lui di quartro falli: la tattica funziona e il lungo sanseverese deve abbandonare la partita. Coach Cagnazzo prende anche un tecnico per proteste, ma Forlì non ne approfitta. Nell’azione successiva Di Donato commette un fallo molto contestato dal pubblico locale e il palazzetto “Falcone e Borsellino” si scalda alzando di molto i decibel totali. Sul 62-60 che ne deriva, Forlì riesce ad allungare con Rush (molto in ombra fino a quel momento) con una tripla pesantissima e un minuto ancora da giocare. Il punteggio però resta così, San Severo spreca in modo inconcludente gli ultimi due attacchi a sua disposizione con Spanghero che non riesce dal centro a regalare la vittoria ai suoi.

Dopo un barlume di speranza dopo la vittoria di Milano, San Severo torna in striscia negativa, vedendo sempre più vicina la coda della classifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy