San Severo sbanca Mantova e centra il tris di vittorie

San Severo sbanca Mantova e centra il tris di vittorie

di Alberto Carmone

Una Pompea troppo discontinua cede il passo ad una San Severo concreta che sbanca la Grana Padano Arena 79-70.

Avvio di gara complicato per la Pompea che inizia il match con scarsa intensità in attacco affidandosi a penetrazioni e tiri forzati. San Severo con ordine e concretezza segna con costanza con Demps e Spanghero e dopo tre minuti è avanti addirittura 12-2. L’intensità degli Stings non cambia neanche dopo il timeout di coach Finelli coi soli Ferrara e Lawson a provare a tenere in gara i biancorossi. Gli errori dalla lunetta non premiano però i padroni di casa che sprofondano a -13 ancora con uno Spanghero ispirato dalla lunga distanza. Il primo quarto si chiude 22-8 per San Severo.

I pugliesi iniziano bene anche il secondo periodo di gioco trovando il +15 con quattro punti di fila di Chris Mortellaro. Mantova però comincia a crescere grazie alla precisione di Lorenzo Maspero (utilissimo nei recuperi difensivi e nel mettere in ritmo i compagni in attacco) e con Visconti. Il bomber mantovano trova tre triple consecutive che riportano gli Stings sotto la doppia cifra di svantaggio. Demps mantiene viva San Severo che però vede riavvicinarsi la Pompea ancora con l’ingresso in gara di Infante e Rotnei Clarke. E’ proprio l’americano che pareggia dalla lunetta e permette a Mantova di andare al riposo lungo sul 37-37.

Nel terzo quarto la gara si fa molto equilibrata con Mantova e San Severo che migliorano l’intensità difensiva. Lawson e Visconti danno il +5 agli Stings che però non riescono a staccare definitivamente San Severo. I pugliesi si tengono in partita con Demps e Spanghero, precisi nel punire le poche disattenzioni difensive dei biancorossi. Il quinto fallo di Ghersetti al 27’ costringe coach Finelli a far fare gli straordinari ad Infante. L’assenza del capitano biancorosso coincide col break di San Severo che passa in vantaggio e chiude al 30’ sul 54-55.

San Severo mantiene il proprio atteggiamento concreto anche nell’ultimo quarto. Gli Stings, pur con una buona intensità in difesa, non riescono a trovare protagonisti precisi in fase offensiva. Clarke non è in serata e Lawson è ben coperto da Ogide e Mortellaro. Con pazienza comunque i biancorossi ricuciono fino al -3 con la bomba di Clarke che viene aiutato dal grande debutto sotto canestro di Luca Infante. La gara rimane così aperta fino a quando Spanghero e Demps scavano il solco del +7 per San Severo. Mantova recupera ancora con Lawson e Clarke, ma la tripla di Ogide spegne i sogni di rimonta dei padroni di casa che incappano così nella sesta sconfitta casalinga della stagione.

 

Pompea Mantova – Allianz Pazienza Cestistica San Severo 70-79 (8-22, 29-15, 17-18, 16-24)
Pompea Mantova: Riccardo Visconti 19 (0/0, 5/10), Kenny Lawson jr. 19 (7/10, 1/2), Rotnei Clarke 13 (0/3, 3/8), Luca Infante 7 (3/3, 0/2), Matteo Ferrara 6 (2/3, 0/0), Lorenzo Maspero 3 (0/1, 1/4), Mario jose Ghersetti 2 (1/2, 0/2), Tommaso Raspino 1 (0/0, 0/1), Giovanni Poggi 0 (0/0, 0/0), Andrea Epifani 0 (0/0, 0/0), Alvise Sarto 0 (0/0, 0/0), Alessandro Vigori 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 22 – Rimbalzi: 26 6 + 20 (Kenny Lawson jr. 6) – Assist: 18 (Rotnei Clarke 6)
Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Delano jerome Demps iii 21 (3/5, 4/7), Andy Ogide 16 (3/7, 2/4), Marco Spanghero 16 (4/8, 2/5), Chris Mortellaro 11 (4/4, 0/0), Giacomo Maspero 8 (2/2, 1/4), Andrea Saccaggi 4 (0/1, 1/1), Nazzareno Italiano 3 (1/2, 0/0), Emidio Di donato 0 (0/0, 0/2), Michele Antelli 0 (0/1, 0/1), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 21 – Rimbalzi: 33 6 + 27 (Andy Ogide 8) – Assist: 14 (Marco Spanghero 4)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy