San Severo vede la luce in fondo al tunnel. Milano battuta

San Severo vede la luce in fondo al tunnel. Milano battuta

Dopo 9 sconfitte consecutive la squadra di coach Cagnazzo ritrova la vittoria tra le mura amiche battendo l’Urania Milano

di Antonio Giuliani

San Severo inizia il girone di ritorno contro la squadra che aveva battuto in trasferta nella prima giornata, quell’Urania Milano che, dopo un inizio un po’ altalenante, si è ripresa molto bene viaggiando nella zona di metà classifica, al contrario dei pugliesi che sono reduci da 9 sconfitte consecutive. La squadra dauna è senza Markus Kennedy, infortunato dell’ultima ora.

Allianz Pazienza Cestistica San Severo – Urania Milano 84-76 (23-26, 18-18, 25-12, 18-20)
Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Delano jerome Demps iii 25 (6/10, 3/9), Marco Spanghero 21 (4/6, 3/5), Andrea Saccaggi 13 (1/2, 3/5), Chris Mortellaro 10 (4/6, 0/0), Nazzareno Italiano 6 (0/3, 2/5), Emidio Di donato 4 (0/0, 1/3), Alberto Conti 3 (0/0, 1/1), Michele Antelli 2 (0/0, 0/2), Giacomo Maspero 0 (0/1, 0/2), Alessio attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0), Federico Fatone 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 19 – Rimbalzi: 27 7 + 20 (Chris Mortellaro 9) – Assist: 9 (Delano jerome Demps iii 4)
Urania Milano: Matteo Montano 23 (2/5, 5/10), Giorgio Piunti 19 (6/6, 1/2), Nik Raivio 12 (6/12, 0/1), Reggie Lynch 10 (4/5, 0/0), Gherardo Sabatini 6 (3/3, 0/3), Andrea Benevelli 3 (0/2, 1/2), Andrea Negri 3 (0/0, 1/1), Sebastiano Bianchi 0 (0/0, 0/1), Giordano Pagani 0 (0/1, 0/0), Michele Piatti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 14 – Rimbalzi: 25 3 + 22 (Nik Raivio 6) – Assist: 12 (Gherardo Sabatini 8)

I pugliesi iniziano la gara con molta energia, mostrando la loro arma migliore: il tiro da 3 punti, segnando consecutivamente con Demps e Saccaggi. L’Urania riesce a capitalizzare con Montano e Benevelli in angolo con la colpevole difesa dei padroni di casa che più volte hanno lasciato scoperto quello spot. A 3 minuti dalla fine del quarto Milano in contropiede si porta 19-15 dopo aver approfittato di alcuni attacchi poco lucidi degli avversari, costringendo coach Cagnazzo a chiamare sospensione. San Severo si affida molto a soluzioni in isolamento con Demps, già in doppia cifra così come la guardia avversaria Matteo Montano a 11 punti con 3/4 dalla lunga distanza. 23-26 al primo intervallo.

Entra per i pugliesi Nazzareno Italiano, all’esordio casalingo al posto di Mortellaro, che ha l’onere di reggere tutto il reparto dei lunghi data l’assenza di Markus Kennedy. Proprio Italiano regala un momentaneo vantaggio a San Severo sul 28-26 con una tripla centrale. Milano, anche se il match resta sempre in bilico, è più concreta e rimette subito la testa avanti; 31-34 a 4 minuti dal riposo lungo. Di Donato non ci sta e subito dopo pareggia i conti, ma Piunti è una spina nella difesa sanseverese e consente ai suoi di trovare sempre una soluzione efficace per andare a canestro.

Terzo quarto che si apre con una Milano molto reattiva con Lynch che fa sentire la sua presenza nel pitturato e San Severo che resta a galla con un Demps scatenato e Spanghero molto più lucido in possesso palla e finalizzazione. I padroni di casa approfittano di medie al tiro poco felici degli ospiti per andare avanti con un paio di transizioni veloci e l’antisportivo fischiato a Maspero non viene capitalizzato da Benevelli che sbaglia entrambi i liberi. L’inerzia a favore di San Severo costringe Milano a chiamare timeout sul 57-52 nella speranza di riordinare le idee: la reazione non arriva e San Severo vola a +10 sil 66-54 a 2 minuti dalla fine della terza frazione che si chiude sul 66-56.

Conti sostituisce Spanghero per una botta al ginocchio e ripaga la fiducia di coach Cagnazzo segnando subito da 3 punti, mentre Milano arranca ancora restando a -9 sul 71-62 con 6 minuti ancora da giocare. Il deficit si accorcia a 5 punti e San Severo è costretta a rimettere Demps, senza dubbio il migliore dei suoi, mentre dall’altra parte Montano continua la sua serata molto positiva. Il punteggio però torna a +9 per i padroni di casa sul 78-69 a 3.40 dalla fine delle ostilità. Milano non ha i numeri per poter tornare a minacciare seriamente San Severo che a 12 secondi dalla fine vede il traguardo avvicinarsi con l’antisportivo su Demps che sigla i liberi per il punteggio di 82-76.

Il punteggio finale recita 84-76 dopo due liberi di Saccaggi, regalando un sorriso dopo periodi molto bui all’Allianz Pazienza Cestistica San Severo che momentaneamente può tornare a respirare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy