SF G3- La Fortitudo strapazza Trieste e riapre la serie

SF G3- La Fortitudo strapazza Trieste e riapre la serie

I biancoblu si aggiudicano gara 3 battendo i giuliani con un netto 76-60 e lunedì avranno l’opportunità di impattare la serie sul 2-2

di Matteo Airoldi, @MatteoAiroldi88

La Fortitudo Kontatto, messa con le spalle al muro, sfodera una prestazione di grande carattere e manda a tappeto l’Alma Trieste con un perentorio 76-60 riaprendo completamente la serie. Una vittoria costruita sulla difesa che è tornata – con il sostegno dei 5500 spettatori del PalaDozza – ad essere un blocco di granito e che ha concesso soltanto 60 punti ai giuliani i quali hanno tirato con un insufficiente 49% da due e con il 24% da tre e sono stati surclassati a rimbalzo (44-28 il computo delle carambole in favore dell’Aquila). Anche l’attacco fortitudino ha tratto ovviamente enorme giovamento dall’ottimo lavoro difensivo e ha mandato ben 6 uomini in doppia cifra con il tridente composto da Legion (17 punti), Knox (18 punti e 13 rimbalzi) e da uno strepitoso Cinciarini – il quale al rientro dopo l’infortunio rimediato in gara 1 ha giocato una gara straordinaria mettendo a segno 15 punti – che ha deciso la partita mettendo a ferro e fuoco la difesa giuliana.

Rispetto a quella vista in gara 2, è tutta un’altra grinta quella che la Fortitudo mette in campo cercando di costringere la difesa triestina al cambio e di servire un Knox apparso in palla con convinzione (11-6). La difesa biancoblu, così come accaduto in gara 1 concede pochissimo e crea occasioni importanti per lanciare il contropiede. Trieste tenta di restare aggrappata al match con un sottomano di Prandin e i liberi di Green siglano il -1 esterno a meno di un minuto dal primo mini intervallo a cui le squadre si approcciano sul 17-16 felsineo. Il secondo quarto si apre con il canestro di Prandin e la tripla segnata da Green con l’ausilio della tabella che fanno salire il parziale aperto fino al 13-1. A tamponare l’emorragia ci pensa in campo aperto Legion che interrompe una lunga serie di errori biancoblu (21-19 per i giuliani). Mancinelli replica per ben due volte dai 6.75 a Prandin e Baldasso siglando la nuova parità a quota 27. Knox riporta avanti l’Aquila che ritrova fluidità e pesca dal cilindro il +5 (36-31). Gandini e Legion fanno il resto arrotondando dalla linea della carità il vantaggio interno che raggiunge le 10 lunghezze pochi istanti prima della pausa lunga (42-32).

In avvio di secondo tempo Mancinelli e il rientrante Cinciarini tengono a distanza una Trieste che con Cavaliero prima e Parks poi spreca due occasioni per riavvicinare una Fortitudo in totale fiducia e capace di spingersi fino al +14 con il jumper allo scadere di Cinciarini (52-38). Bologna prende ancor più coraggio e piazza un altro strappo in chiusura di frazione con un 6-0 griffato Cinciarini-Knox che la fa volare a +18 (58-40) poco prima della schiacciata in campo aperto di Green che intercetta un pallone a rimbalzo e si invola a canestro (58-42 al 30°). L’ultimo quarto si apre con due minuti di digiuno da entrambi i lati prima del lay up di Cinciarini che vale il 60-42. Trieste non ci sta ad alzare anzitempo bandiera bianca e alza i ritmi trovando grazie a Simoni e Cavaliero il -13 (60-47) che costringe Boniciolli al timeout. In uscita dal minuto di sospensione la Effe trova la giusta reazione e realizza con Mancinelli e la tripla di Cinciarini il nuovo +16 (65-49). Il gioco da tre punti di Knox e la bomba a 1’15” di Candi completano l’opera mandando a tappeto Trieste che s’inchina con il punteggio finale di 76-60.

Kontatto Bologna – Alma Trieste 76-60 (17-16, 25-16, 16-10, 18-18)

Kontatto Bologna: Justin Knox 18 (7/9, 0/0), Alex Legion 17 (7/13, 0/1), Daniele Cinciarini 15 (3/6, 2/3), Stefano Mancinelli 11 (2/7, 2/4), Michele Ruzzier 10 (2/5, 1/5), Leonardo Candi 3 (0/3, 1/2), Luca Gandini 2 (0/3, 0/1), Luca Campogrande 0 (0/0, 0/1), Nazzareno Italiano 0 (0/1, 0/0), Daniele Costanzelli 0 (0/0, 0/0), Davide Raucci 0 (0/0, 0/0), Matteo Montano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 41 10 + 31 (Justin Knox 13) – Assist: 14 (Michele Ruzzier 7)

Alma Trieste: Roberto Prandin 12 (3/3, 2/3), Lorenzo Baldasso 11 (3/4, 1/3), Javonte damar Green 9 (2/4, 1/3), Jordan Parks 8 (2/5, 0/2), Matteo Da ros 6 (3/11, 0/1), Daniele Cavaliero 5 (2/4, 0/3), Alessandro Simioni 3 (0/0, 1/2), Stefano Bossi 2 (1/2, 0/0), Andrea Coronica 2 (1/1, 0/1), Alessandro Cittadini 2 (1/2, 0/1), Andrea Pecile 0 (0/1, 0/2), Enrico Gobbato 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 15 – Rimbalzi: 24 5 + 19 (Matteo Da ros 5) – Assist: 12 (Roberto Prandin, Jordan Parks, Matteo Da ros, Daniele Cavaliero, Andrea Pecile 2)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy