SF G4 – Una Fortitudo tutta cuore porta Trieste alla bella

SF G4 – Una Fortitudo tutta cuore porta Trieste alla bella

I biancoblu, sotto di 16 punti a metà del terzo quarto, mettono a segno una clamorosa rimonta e vincono grazie ad una bomba di Candi a 12″ dalla fine

di Matteo Airoldi, @MatteoAiroldi88

La Fortitudo no ha alcuna intenzione di issare bandiera bianca in anticipo e lo ha dimostrato questa sera, sfoderando una prestazione tutta cuore e carattere che le ha permesso di rimontare, grazie ai canestri di Montano (9 punti), Mancinelli (12 punti) e Legion (24 punti di cui 12 nel solo terzo quarto), le 16 lunghezze di svantaggio accumulate nella terza frazione e di piazzare il colpo di reni vincente a 12″ dalla fine con la tripla a fil di sirena di Candi che ha fissato il risultato sul 76-74 finale facendo esplodere la gioia del PalaDozza. Giovedì si deciderà tutto all’AlmaArena.

Kontatto Bologna – Alma Trieste 76-74 (16-18, 15-20, 21-21, 24-15)

Kontatto Bologna: Alex Legion 24 (4/7, 5/9), Stefano Mancinelli 12 (5/8, 0/1), Leonardo Candi 10 (2/2, 2/3), Matteo Montano 9 (3/4, 1/1), Luca Campogrande 7 (2/2, 1/1), Justin Knox 6 (2/4, 0/1), Daniele Cinciarini 4 (1/2, 0/2), Michele Ruzzier 2 (1/2, 0/0), Nazzareno Italiano 2 (1/3, 0/0), Luca Gandini 0 (0/2, 0/0), Daniele Costanzelli 0 (0/0, 0/0), Davide Raucci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 14 – Rimbalzi: 28 4 + 24 (Alex Legion, Stefano Mancinelli 6) – Assist: 14 (Leonardo Candi 5)

Alma Trieste: Javonte damar Green 14 (4/7, 1/5), Jordan Parks 14 (7/11, 0/2), Daniele Cavaliero 14 (0/6, 4/6), Matteo Da ros 12 (2/6, 2/2), Roberto Prandin 6 (2/4, 0/1), Andrea Pecile 5 (1/3, 1/2), Andrea Coronica 4 (1/2, 0/0), Lorenzo Baldasso 3 (0/4, 1/2), Alessandro Cittadini 2 (1/3, 0/0), Alessandro Simioni 0 (0/1, 0/0), Stefano Bossi 0 (0/0, 0/0), Massimiliano Ferraro 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 13 – Rimbalzi: 32 10 + 22 (Matteo Da ros 8) – Assist: 17 (Matteo Da ros 6)

Parte meglio Trieste che grazie ad una maggior cattiveria agonistica e alle bombe di Pecile e Cavaliero scava subito un solco di 8 lunghezze sfruttando qualche disattenzione difensiva di troppo di Bologna (10-2) che, nonostante un timeout chiamato da Boniciolli, non si sblocca e lascia nelle mani di Parks la schiacciata del +10 (12-2). Legion e Knix stappano il canestro triestino e subito li segue a ruota Candi con il layup del -5 (12-7) costringendo questa volta l’Alma a chiamare il minuto di sospensione. Il timeout chiamato da Dalmasson non spezza il ritmo trovato soprattutto in difesa dalla Kontatto che in un amen si riporta a -1 grazie a quattro punti ravvicinati di Mancinelli e manca con Ciciarini la bomba del sorpasso (14-13). Trieste riesce a tenere il naso ma la Effe a sua volta non molla un centimetro e chiude il primo quarto con l’uno su due ai liberi dello stesso Cinciarini  che portano l’Aquila a – 2 (18-16).  Il colpo del sorpasso è solo rimandato e porta la firma di Legion che in apertura di secondo quarto manda a bersaglio il 19-18 interno. Bologna perde anzitempo Knox per un problema di falli e lo stesso succede con Cavaliero nelle file di Trieste che però approfitta di più dei viaggi in lunetta (tra cui due scaturiti da un dubbio antisportivo fischiato ad Italiano) e si costruisce un nuovo tesoretto di undici punti di vantaggio (34-27). L’Aquila non si perde però d’animo e con Legion e Cinciarini erode punti preziosi agli avversari riuscendo ad andare negli spogliatoi a – 7 (38-31).

Trieste prova ad affondare il colpo con un break di 9-0 firmato da Green e Parks che vale il +16 (47-31). la Fortitudo incassato il colpo non va ko ed anzi reagisce e grazie a due bombe di Candi e Legion riesce a rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio (49-40).  Cavaliero E Baldasso tentano di spaventare Bologna dall’arco ma Legion replica subito con la stessa moneta e sigla il -7 fortitudino (57-50). La difesa biancoblu torna a stringere le maglie in maniera asfissiante e Knox pesca dal cilindro il -5 poco prima del jumper di Da Ros che chiude il terzo quarto sul 59-52 giuliano. Campogrande inaugura l’ultima frazione con la bomba del -4 che riporta Bologna definitivamente in partita. Nel momento del bisogno Trieste si aggrappa a Cavaliero che non tradisce e tiene a distanza una Bologna pur volitiva che a 3’20” dalls irena finale è ancora completamente in partita dopo il 5-0 firnato da Montano e Mancinelli che riportano Bologna a -2 a 1’19” dalla fine quando Da Ros commette infrazione di campo lasciando la palla del pareggio alla Kontatto. Knox fa soltanto uno su due ai liberi per il -1 biancoblu. Da Ros dall’altra parte cicca il +3 e Candi fa esplodere l’urlo del PalaDozza con la bomba del sorpasso a 12″ dalla fine (76-74). Cavaliero sull’ultima rimessa sbaglia la tripla del successo triestino e la Fortitudo completa il suo capolavoro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy