Stop Montegranaro, impresa Verona

Stop Montegranaro, impresa Verona

Successo pesante in chiave playoff per la Scaligera.

di La Redazione

XL Extralight Montegranaro – Tezenis Verona 61-67 (11-10, 14-15, 21-23, 15-19)

XL Extralight Montegranaro: Lamarshall Corbett 13 (2/3, 2/5), Jeremy Simmons 12 (5/5, 0/1), Andrea Traini 10 (1/2, 2/3), Valerio Amoroso 9 (3/6, 1/5), Matteo Palermo 6 (3/5, 0/5), Matteo Negri 6 (3/5, 0/4), Kaspar Treier 3 (0/1, 1/4), Filippo Testa 2 (1/1, 0/1), Martino Mastellari 0 (0/0, 0/1), Danilo Petrovic 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 10 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Jeremy Simmons 12) – Assist: 10 (Lamarshall Corbett, Matteo Palermo 2)

Tezenis Verona: Francesco Candussi 15 (4/8, 2/3), Andrea Amato 11 (0/0, 2/7), Mattia Udom 10 (2/8, 1/2), Aleksander Vujacic 9 (1/6, 1/3), Mitchell Poletti 9 (3/8, 1/1), Giovanni Severini 7 (2/4, 1/3), Jazzmarr Ferguson 4 (2/7, 0/4), Iris Ikangi 2 (1/2, 0/0), Andrea Quarisa 0 (0/1, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 38 14 + 24 (Mattia Udom 9) – Assist: 13 (Giovanni Severini 6)

La Tezenis Verona si porta a casa il big match di Porto San Giorgio, mettendo ko Montegranaro, seconda forza del campionato. 61-67 il punteggio finale in favore di ragazzi di coach Dalmonte per una partita caratterizzata da un primo tempo dove le difese hanno prevalso (25-25 il punteggio dopo 20 minuti); Verona trova compattezza, ritmo e punti nella seconda fase del match dove accelera in maniera decisiva nel finale; un crescendo pazzesco della Tezenis, che ferma la corsa casalinga della XL Extralight che non perdeva in casa dallo scorso 25 novembre.
Per la Tezenis 2 punti che confermano il 4° posto in classifica ma soprattutto con il vantaggio dalla 5a, Udine, che sale a 4 lunghezze.

Primi 140 secondi senza punti. Montegranaro e Verona si fermato entrambe ad uno 0/3 dal campo; a sbloccare il match è Amato con un 2/2 dalla lunetta. Negri risponde al capitano gialloblù e dopo 5 minuti il tabellone recita 4-4. La Poderosa prova la via dei tiri dalla lunga distanza, Verona, invece, cerca a ripetizione i propri lunghi. Amato buca dalla lunga distanza (4-7) trovando la prima tripla del match; Montegranaro prova a rientrare con Palermo e la tripla di Treier ma la Tezenis si affida ancora ad Amato (8 punti sui 10 totali del primo quarto) con il risultato dei primi 10 minuti di 11-10.

Ikangi si fa subito valere in apertura di secondo quarto, trovando da sotto il canestro del sorpasso. La difesa di Verona costringe i padroni di casa a soluzioni forzate; Candussi trova la via del canestro e subisce fallo ma dalla lunetta il tiro si ferma sul ferro ed Udom si va a prendersi altri due liberi (11-16); ancora Candussi e Verona allunga (11-18) prima del recupero di Montegranaro che si avvicina fino al 17-18 con la schiacciata di Amoroso.
Due rimbazi di Quarisa danno a Verona la possibilità di scappare ancora ma Corbett, a 40 secondi dall’intervallo lungo, rimette tutto in parità sul 23. Prima della sirena, il botta e risposta fissa tutto sul 25 pari.

La Tezenis prova a scappare in apertura di terzo parziale. Il fallo sul tiro da tre di Vujacic e il tecnico fischiato alla panchina di Montegranaro, consegnano 4 liberi alla guardia slovena che non sbaglia un colpo (27-31). Candussi trova la seconda tripla di squadra a metà parziale (31-34) seguito poco dopo da Poletti (31-37). La gara accelera, le squadre trovano punti con più fluidità. Amoroso trova il canestro che porta Montegranaro ad un possesso di distanza (39-41) e dopo l’errore di Ferguson, Traini firma il sorpasso (43-42). Severini firma 5 punti consecutivi mentre Corbett-Simmons infiammano il Palasavelli sul finale (46-48).

Incandescenti gli ultimi 10 minuti. La Tezenis mantiene il vantaggio. I primi 4 minuti sorridono a Verona; Amato piazza la tripla del +5 (52-57) e dopo il canestro di Simmons, Udom trova un’altra tripla mortifera (54-60). Corbett si esalta nel finale (58-60) e dopo l’errore di Udom la palla persa di Amoroso regala un altro possesso a Verona che con Vujacic trova punti ed ossigeno (58-63) in un finale che la Tezenis rafforza con la schiacciata di Udom che chiude alla perfezione l’assist di Ferguson (58-65). La Tezenis si porta a casa il match, si chiude sul 61-67.

FONTE: Uff. Stampa Scaligera Basket Verona

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy