Supercoppa LNP – Debutto col botto per Caserta che ferma Roseto al PalaMaggiò

Supercoppa LNP – Debutto col botto per Caserta che ferma Roseto al PalaMaggiò

Caserta batte Roseto nel debutto nella Supercoppa LNP 2019.

di Emanuele Terracciano

Caserta apre la sua stagione con un successo interno contro Roseto in cui a mettersi in mostra è l’americano Carlson e il solito Noman Hassan.

LA CRONACA – Come la data di questo match faceva presagire, l’avvio di partita di Caserta-Roseto non rappresenta un vero e proprio spot per la pallacanestro: infatti, i ritmi sono abbastanza bassi e gli errori in campo si sprecano. Nel contesto non esaltante è però la Sapori Veri Roseto a farsi preferire contro una Juvecaserta ancora non rodata e priva della sua guardia americana. È il prestigioso asse play-pivot composto da Giuri e Cusin a tenere a galla una Caserta che non va mai in doppia cifra di svantaggio e che chiude la prima frazione di gioco in svantaggio di sole sette lunghezze sul 24-17.

In avvio di secondo quarto la musica non cambia molto a livello di spettacolo ma l’equilibrio inizia a venir meno grazie alle giocate di Mabor e Nikolic che trascinano la formazione ospite a un sonoro +14 (32-18). Dopo il naturale timeout voluto da Nando Gentile, Caserta sembra cambiare marcia a livello difensivo e trovare in Carlson un’arma offensiva importante. I bianconeri si riportano velocemente a -3 (35-32) ma prima della fine del secondo quarto devono subire un’altra tripla di Pierich che fissa il punteggio all’intervallo lungo sul 39-33 in favore di Roseto.

Caserta conferma di essere entrata in partita anche in avvio di terzo quarto e ciò è un problema per Roseto che non trova più facilmente la via del canestro e vede gli avversari riavvicinarsi in maniera pericolosa. Il primo tentativo di rientro di Caserta si deve arrestare davanti a un lampo dell’ex di serata Ciribeni che rida ossigeno a Roseto dopo il -1 (43-42) degli avversari che non si fermano e impattano la partita sul 49-49 dopo i tiri liberi di Stanic. Mouaha prova tenere a galla i suoi ma l’ottimo finale di quarto di Giuri fissa il punteggio alla fine del terzo quarto sul 59-55 in favore di Caserta.

A inizio quarto quarto i padroni di casa sono bravi a procurarsi diversi viaggi in lunetta con cui provano a prendere il largo ma la Sapori Veri trova nell’atletismo di Lattin un’arma per restare in partita ed evitare che gli avversari scavino un solco. La partita adesso vive una fase abbastanza brutta in cui nessuna delle due squadre riesce a trovare la via del canestro, a mettere fine a questo momento è Caserta che, grazie a Carlson, Hassan e il precoce bonus degli avversari, tocca anche il +9 sul 70-61. Nell’ultimo minuto di gioco si entra con Roseto sotto di soli cinque punti sul 70-65 ma gli ospiti non riescono a impensierire una Caserta che vince per 72-66.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy