Supercoppa LNP – L’ex Musso giustizia Treviso allo scadere. Casale in finale

Supercoppa LNP – L’ex Musso giustizia Treviso allo scadere. Casale in finale

L’italo-argentino (26 punti) ha siglato a 3″ dalla fine la bomba che ha regalato alla Novipiù Casale Monferrato il definitivo 91-90 che vale un posto in finale

di Matteo Airoldi, @MatteoAiroldi88

Con una tripla siglata a 3″ dalla sirena finale da Bernardo Musso – ex del match e migliore in campo con 26 punti –  la Novipiù Casale Monferrato batte 91-90 la De’ Longhi Treviso e diventa la prima finalista della Supercoppa LNP targata Old Wild West. A Treviso, che nel corso del match ha toccato anche il 9 e a a 19″ dalla fine era a +3, non sono invece bastati i 20 punti di un generosissimo Antonutti e i 16 di Tessitori.  Dopo un avvio di gara equilibrato e contraddistinto da ritmi abbastanza alti e qualche palla persa di troppo, Treviso aumenta l’aggressività difensiva e prova a scavare un piccolo solco con le triple di Wayns e Antonutti (18-13).  Dall’altra parte però Casale riesce a reggere l’urto della prima spallata biancoblu grazie alla grinta di Musso che trova il -3 con un gioco da tre punti mandato a bersaglio. Un divario che si assottiglia ulteriormente quando, quasi allo scadere del primo quarto, dal mezzo angolo Cesana manda a bersaglio il -1 piemontese (22-21). Anche il colpo del sorpasso non tarda ad arrivare e porta la firma di Tinsley che in apertura di seconda frazione segna la tripla che vale il nuovo vantaggio Novipiù (24-22). Tra sorpassi e controsorpassi il match continua a viaggiare a ritmi spediti fino al termine del secondo quarto quando la De’ Longhi prova nuovamente ad accelerare con la seconda bomba della  serata di Wayns che costringe Ferrari a rifugiarsi in un minuto di sospensione. Timeout che non sortisce però gli effetti sperati perché, grazie a Wayns e Tessitori, Treviso va negli spogliatoi sul +5 (42-37).

In uscita dagli spogliatoi i veneti schiacciano ulteriormente sul pedale dell’acceleratore e, sfruttando, il gioco interno di Tessitori e Antonutti – primi due giocatori in doppia cifra della gara –  allungano fino al +9, nuovo massimo vantaggio della loro serata (46-37). Toccato il fondo però la Novipiù riesce a rialzare in fretta la testa grazie al solito Musso e a Pinkins che riducono il gap ad un solo punto (50-49). Ci pensa sempre Antonutti sul front opposto a reggere invece i fili dell’attacco e a far respirare la De’ Longhi con 5 punti ravvicinati (55-50). Anche questa volta però, grazie ad un buon lavoro in termini di rimbalzi d’attacco e alle triple dello scatenato Denegri, Casale- che approfitta dell’assenza di Antonutti, sceso a rifiatare –  riesce a stare in scia e, a 2’25” dalla terza sirena, trova addirittura il guizzo del sorpasso con il tiro pesante di Pinkins (60-58). Il punto esclamativo sul quarto lo mettono Chillo e Alviti che riportano il match in equilibrio e galvanizzano una Treviso capace di allungare nuovamente in apertura di quarto quarto (68-63). L’allungo non si rivela però neppure in questa occasione decisivo perché Casale rimette il naso avanti in un amen, spinta dalle triple di Valentini e dell’indemoniato Musso (75-71) che obbligano di fatti Menetti a chiamare timeout per fermare l’emorragia. Wayns e Antonutti in uscita dal minuto di sospensione ricuciono lo strappo lanciando la lunga volata finale da cui esce vincente Treviso che nel minuti finale  prova a respingere gli ultimi assalti di Casale con la tripla di Imbrò e i liberi di Tessitori, Burnett, Wayns  Antonutti. A 3″ dalla fine però risale in cattedra Bernardo Musso che da quasi 8 metri manda a segno la bomba del successo piemontese.

Novipiù Casale Monferrato-De’ Longhi Treviso 91-90 (21-22, 16-20, 26-21, 28-27)

Novipiù Casale Monferrato: Bernardo Musso 26 (1/2, 6/12), Kruize Pinkins 19 (6/8, 1/7), Bradley glen Tinsley 13 (1/3, 3/7), Niccolò Martinoni 10 (1/4, 2/3), Davide Denegri 10 (2/3, 2/3), Fabio Valentini 6 (0/0, 2/4), Luca Cesana 5 (1/3, 1/2), Riccardo Cattapan 2 (1/2, 0/0), Leonardo Battistini 0 (0/1, 0/1), Niccolò Lazzeri 0 (0/0, 0/0), Edoardo Giovara 0 (0/0, 0/0), Federico Banchero 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 18 – Rimbalzi: 33 13 + 20 (Kruize Pinkins 11) – Assist: 24 (Bradley glen Tinsley 9)

De’ Longhi Treviso: Michele Antonutti 20 (4/4, 3/3), Amedeo Tessitori 16 (5/7, 0/1), Maalik Wayns 15 (2/4, 3/8), Davide Alviti 11 (1/2, 3/6), Matteo Chillo 11 (3/3, 1/1), Matteo Imbrò 10 (1/6, 2/6), Dominez Burnett 5 (2/3, 0/5), Eric Lombardi 2 (1/3, 0/0), Andrea Epifani 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Uglietti 0 (0/0, 0/0), Simone Barbante 0 (0/0, 0/0), Alvise Sarto 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 21 – Rimbalzi: 31 8 + 23 (Amedeo Tessitori, Dominez Burnett 6) – Assist: 26 (Maalik Wayns 8)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy