Supercoppa LNP – Udine espugna Forlì e stacca il biglietto per Milano

Supercoppa LNP – Udine espugna Forlì e stacca il biglietto per Milano

L’Unieuro Forlì viene sconfitta 85-95 in casa dall’Apu Udine che così guadagna il pass per la Final Four che si disputerà al Palalido di Milano.

di Simone Santolini

Il match valevole per i quarti di finale della Supercoppa Lp è gara secca e ad affrontarsi sono i padroni di casa dell’Unieuro Forlì, vincitori del girone bianco e l’Apu Udine, vincitrice del girone rosso. Coach Ramagli ritrova Cortese mentre ancora assenti per la Pallacanestro Forlì Ndoja ed il lungodegente Tommaso Oxilia.
Forlì vince la palla a due e segna il primo canestro della gara con Rush. Udine dispone di tanti giocatori capaci di far male da dietro l’arco ed infatti con le triple di Antonutti e Fabi si concretizza il primo allungo friulano (4-8). Benvenuti e Marini pareggiano la contesa a quota 10 ma Beverly da 3 e Antonutti con il canestro e fallo danno all’Apu Udine il massimo vantaggio a +6 (12-18). Anche Forlì colpisce da fuori con Rush ed il successivo canestro di Giachetti riporta i padroni di casa ad un solo possesso di svantaggio (18-21). Udine risponde colpendo ancora una volta da fuori con Amato e quindi Fabi in finale di quarto che si chiude con gli ospiti avanti di 9 (20-29).
Bruttini apre la seconda frazione con un 2+1 ma il successivo parziale di 11-4 dei ragazzi di coach Ramagli vale ben 13 punti di vantaggio (27-40). Rush e poi due canestri consecutivi di Giachetti riducono lo svantaggio entro la doppia cifra (33-40) ma il finale di quarto è ancora favorevole ai friulani che con il canestro di Zilli mandano in archivio la prima metà di gara sul punteggio di 35-45.
Fabi segna il primo canestro della seconda metà di gara ma Forlì sembra crederci ancora e con Marini e 4 punti di Rush si riporta sotto fino al -5 (44-49). L’energia di un comunque buon Rush non basta ai padroni di casa per completare la rimonta perchè la mira si fa imprecisa mentre i friulani si trovano a meraviglia come dimostra il canestro di Beverly sul pallone ricevuto dalla rimessa di Cromer (44-58). Il canestro e fallo di Bruttini e la tripla di Petrovic riavvicinano l’Unieuro ma ben 7 punti del friulano Zilli accompagnano le squadre nell’ultimo quarto con 14 punti di differenza (58-72).
Forlì ha davanti una montagna e Giachetti e Rush provano a vestire i panni degli scalatori con un paio di giocate importanti (66-75) ma mentre Udine è più avanti specialmente nell’intesa di squadra, dall’altra parte il play Watson è troppo timido e con poche altre emozioni la gara si chiude con i ragazzi di coach Ramagli che espugnano l’Unieuro Arena e conquistano l’accesso alle finali del Palalido di Milano. Grande prova dei friulani che mandano ben 7 giocatori in doppia cifra e si confermano tra le favorite della stagione che sta per iniziare mentre Forlì che pure manda 5 effettivi in doppia cifra ma paga la serata decisamente storta di Watson che chiude a soli 3 punti.

Unieuro Forlì – Old Wild West Udine 85-95 (20-29, 15-16, 23-27, 27-23)
Unieuro Forlì: Lorenzo Benvenuti 19 (6/10, 1/4), Jacopo Giachetti 19 (5/10, 0/2), Erik Rush 17 (4/8, 3/7), Davide Bruttini 14 (5/8, 0/0), Pierpaolo Marini 10 (2/5, 1/6), Maurice Watson jr 3 (1/8, 0/1), Danilo Petrovic 3 (0/0, 1/4), Kaspar Kitsing 0 (0/0, 0/0), Samuel Dilas 0 (0/0, 0/0), Luca Campori 0 (0/0, 0/1), Klaudio Ndoja 0 (0/0, 0/0), Federico Cinti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 24 – Rimbalzi: 36 13 + 23 (Lorenzo Benvenuti, Davide Bruttini 9) – Assist: 12 (Maurice Watson jr 7)
Old Wild West Udine: Andrea Amato 21 (5/8, 3/8), Gerald Beverly 18 (6/10, 1/1), Agustin Fabi 12 (1/2, 3/3), Michele Antonutti 12 (4/6, 1/1), T.j. Cromer 11 (4/10, 1/2), Giacomo Zilli 11 (4/5, 0/0), Riccardo Cortese 10 (1/2, 2/6), Vittorio Nobile 0 (0/0, 0/1), Mihajlo Jerkovic 0 (0/0, 0/0), Enrico Micalich 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 36 5 + 31 (Riccardo Cortese 8) – Assist: 21 (T.j. Cromer 11)

Beverly

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy