Supercoppa LNP- Verona fatica ma passa sul campo di Ferrara

Supercoppa LNP- Verona fatica ma passa sul campo di Ferrara

Dopo un primo tempo dominato da Hasbrouck, il Kleb rientra ma sbaglia tredici liberi e nel finale è la Tezenis ad essere più lucida vincendo 76-88

di Andrea Mainardi

Seconda sconfitta per Ferrara in questa Supercoppa. Dopo Udine questa volta sono gli scaligeri ad avere la meglio sui biancoazzurri rispettando i favori del pronostico. La partita è stata comunque combattuta nonostante il valore superiore della Tezenis che non è riuscita a scappar via dopo un clamoroso primo tempo da 21 punti di Hasbrouck. Il Kleb con grinta e personalità è rimasta in gara rimontando fino al -1 nell’ultimo quarto ma sul più bello le energie sono venute meno e, complici anche l’orrendo 18/31 ai liberi ed al 6/29 dall’arco, Verona espugna l’MF Palace. Da sottolineare Udom che chiude con 9 punti e 22 rimbalzi, il contributo di Rosselli e Poletti dalla panchina ed un Severini chirurgico da tre. Per il Kleb bene Campbell con 23 punti ed Ebeling con tante giocate di energie. Ondivago invece Wiggs.

PRIMO QUARTO: Ferrara inizia con la mano calda dall’arco andando a segno con Panni ed Ebeling, mentre nella metà campo difensiva Wiggs lavora molto bene su Hasbrouck (7-2 al 3′). Candussi e Love di talento segnano i primi canestri scaligeri ma ancora Ebeling va a segno da tre e fornisce a Campbell l’assist del +6 estense. Dall’altra parte batte un colpo Hasbrouck segnando e subendo fallo ma coach Dalmonte deve rinunciare a Love e Candussi già autori di due falli. Lo stesso succede ad Ebeling poco dopo ma il Kleb resta avanti di sette lunghezze col pick n’ roll a buon fine tra Wiggs e Baldassarre. Due triple ancora di Hasbrouck portano la Tezenis ad una lunghezza di vantaggio, per poi andare addirittura in vantaggio con due liberi di Poletti (18-19 all 8′). Il parziale si allunga a 0-11 con l’ennesimo centro di Hasbrouck da tre. Ferrara ha perso ritmo in attacco e Poletti dall’arco allunga a due i possessi di vantaggio gialloblu ed il primo quarto termina 20-25.

SECONDO QUARTO: Le distanze rimangono pressochè immutate anche ad inizio secondo quarto con le percentuali al tiro che si abbassano per entrambe le squadre (23-31 al 13′). Ferrara però oltre a non prenderci dall’arco si innervosisce per un paio di chiamate più che dubbie e iniziano a fioccare i falli tecnici che permettono ad Hasbrouck allungare, dalla lunetta, sul +12. Campbell torna a far segnare il Kleb dal campo dopo tantissimo tempo ma la Tezenis ora è in ritmo e costruisce ottimi tiri dall’arco prima con severini e poi ancora con un Hasbrouck (19 punti in poco più di 11 minuti) assolutamente dominante per il 25-41 al 15′. Cinque punti di Campell riportano i padroni di casa sul -11 e la difesa estense ritorna a salire di colpi e Panni riprende a segnare dalla media per il -9 al 18′. Verona smette di segnare e l’inerzia sembra dalla parte del Kleb complice l’ingresso esplosivo di Ianelli che si sbatte in difesa e colleziona anche una tripla con fallo subito (41-47 al 19′). A metterci una pezza per gli scaligeri è Poletti che da post basso segna con un libero aggiuntivo caricando di falli anche Ebeling, oltre a Fantoni in precedenza. All’intervallo nonostante la distanza nel punteggio, 43-54 c’è comunque la sensazione di una gara ancora aperta.

TERZO QUARTO: Dopo due minuti non si registrano canestri se non il tap in di Udom ed il semigancio di Fantoni. Il Kleb potrebbe anche accorciare maggiormente se non fosse per i tantissimi errori ai liberi (15/25 fin’ora) e Candussi la ricaccia a -12 sul 46-58 al 25′. Qualche buona giocata difensiva unita alle penetrazioni di Campbell permette a Ferrara di rientrare anche sotto la doppia cifra di svantaggio ma Verona la ricaccia indietro prontamente sempre con Severini da tre ed Udom perfettamente servito da Rosselli. Coach Leka chiama timeout ed arrivano quattro punti di Wiggs che serve poi Baldassarre in contropiede per il -8. Questa volta è Dalmonte a volerci parlare su ma la sua Verona non trova antidoti a Wiggs che dalla media si alza e spara per il -6. Il Kleb torna anche a difendere con la giusta intensità e questa volta è Vencato a segnare i primi punti della sua partita per il 10-0 di parziale interrotto dalla pregevole intrata di Rosselli in area, ed il quarto va in archivio sul punteggio di 61-65.

ULTIMO QUARTO: Si riprende col magnifico assist dietro alla schiena di Rosselli per Hasbrouck e con la schiacciata di Candussi. Il Kleb continua a lavorare bene sulle linee di passaggio e Campbell appoggia il -6 seguito da Vencato (65-69 al 33′). L’MF Palace però in incendia davvero poco dopo quanto Ebeling ricorda i fasti del padre con due stupende schiacciate di cui la seconda subendo fallo trascinando i suoi fino al -1. Candussi e Love dai liberi fermano l’emorragia per la Tezenis. Ebeling esce per falli e Campell prima e Severini poi segnando da tre seguiti da Rosselli che appoggia subendo fallo per il nuovo +7 gialloblu. La partita si innervosisce ed è il Kleb a pagare il prezzo più alto con un paio di palle perse fatali che regalano quattro punti facili facili agli avversari che al 38′ mantengono il vantaggio sul 74-83. La partita è ormai in ‘ghiaccio’ per Rosselli e compagni che sigillano la vittoria con gli ultimi canestri di Udom ed Hasbrouck.

Kleb Basket Ferrara – Tezenis Verona 76-88 (20-25, 23-29, 18-11, 15-23)
Kleb Basket Ferrara: Folarin Campbell 23 (7/12, 2/8), Sekou Wiggs 15 (4/9, 0/4), Michele Ebeling 13 (3/4, 2/6), Alessandro Panni 7 (1/2, 1/4), Patrick Baldassarre 6 (2/3, 0/2), Luca Vencato 6 (2/2, 0/3), Tommaso Fantoni 3 (1/3, 0/1), Giovanni Ianelli 3 (0/0, 1/1), Alessandro Buffo 0 (0/0, 0/0), Carlo Balducci 0 (0/0, 0/0), Alessio Petrolati 0 (0/0, 0/0), Matteo Ramazziotti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 31 – Rimbalzi: 28 8 + 20 (Sekou Wiggs, Tommaso Fantoni 5) – Assist: 14 (Sekou Wiggs, Alessandro Panni 4).
Tezenis Verona: Kenny Hasbrouck 25 (3/5, 4/7), Mitchell Poletti 12 (2/7, 1/4), Guido Rosselli 12 (3/6, 0/2), Giovanni Severini 9 (0/0, 3/5), Mattia Udom 9 (4/9, 0/2), Jermaine Love 8 (2/7, 0/1), Francesco Candussi 7 (3/3, 0/0), Alessandro Morgillo 6 (3/4, 0/0), Mirco Cacciatori 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 24 / 27 – Rimbalzi: 41 12 + 29 (Mattia Udom 22) – Assist: 19 (Giovanni Severini 5)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy