Treviso conquista i due punti a Imola grazie ad un Logan super

Treviso conquista i due punti a Imola grazie ad un Logan super

Alla lunga la TVB ha avuto ragione della resistenza dei biancorossi, dopo un primo tempo sornione, sfruttando un tasso qualitativo di alto livello, e con un extra terrestre come Logan. L’Andrea Costa ha fatto il possibile per quasi tutti i 40′, giocandosela alla pari con gli avversari ‘umani’.

di Alberto Dalmonte

Al Pala Ruggi arriva Treviso, forte di una difesa arcigna, ineguagliata in stagione, e vuole proseguire la marcia di avvicinamento alla vetta. Di contro Imola, capace di segnare tanto, dietro solo a Fortitudo e Roseto, che deve riscattare la deludente prova di Roseto. Premiati BJ Raymond e Tim Bowers MVP A2 Est di gennaio e febbraio.
Primo quarto. Tessitori Logan Burnett Imbrò Lombardi contro Fultz Bowers Crow Simioni Raymond. Bowers scippa con destrezza la palla vinta da Treviso e mette i primi due, ma è lesto Lombardi a pareggiare. Un bel gioco a due Bowers Simioni rimette avanti i romagnoli, poi Tessitori vince il primo corpo a corpo col lungo di casa: 4 pari dopo 2′. La De Longhi sbaglia parecchio dall’arco, ma Tessitori si ritrova la palla sotto canestro e schiaccia facile. Le Naturelle ha già perso 2 palle in attacco, Crow subisce il fallo di Imbrò su tiro da 3 e segna 2 liberi, pari 6. Logan raddrizza la mira e segna la prima bomba. Raymond si trova libero sulla rimessa da fondo campo e appoggia facile, 8-9, e va poi per il vantaggio a -6′. Crow non finalizza un bel giro palla, così come Tessitori dall’altra parte. Arriva la prima bomba di casa con Fultz, ma la replica di Logan è immediata, 13-12. Un’altra persa di Imola ma Treviso fa lo stesso, e arriva la seconda tripla di Fultz, Andrea Costa a +4. Difendono bene i biancorossi, ed è solo su una rubata ‘con aggressività’ a Magrini che Logan va in solitaria per il -2. Raymond continua a far impazzire i suoi marcatori, e ridà il +4 dalla lunetta ai suoi. Accorcia Uglietti, 18-16, parità con Burnett dopo 8′. Fultz ha la mano in faccia di Uglietti, ma piazza anche la terza bomba. Altro fallo su Raymond, altri 2 liberi a segno, +5 Imola. Chillo non sfrutta due opportunità ravvicinate sotto canestro, Bowers spreca l’ultimo attacco, finisce il quarto 23-18. 6 falli subiti di cui 3 da Raymond per Imola, seconde linee di casa più produttive degli omologhi ospiti.
Secondo quarto. Logan e Bowers si sfidano dalla lunga distanza, ma è Magrini dalla lunetta, dopo il time out repentino di coach Menetti, a rompere lo status quo col 3/3. Imola a +8, poi palle perse su entrambi i fronti, fino al jumper di Chillo assistito da Logan. Adesso i biancoazzurri mordono e la partita si fa dura. Pazientemnente Imola lavora fino a imbeccare Simioni che batte Imbrò e segna, replica Alviti su tap in, infine ridà il +8 Bowers. Arriva anche la bomba di Chillo, 30-25, non quella di Magrini, che sparacchia non trovando soluzioni alternative. Ancora blocco centrale per Logan, che si ritrova un metro d’aria e piazza la bomba, 30-28. Stavolta è coach Di Paolantonio a fermare il tempo, e rimette Raymond e Fultz. Il numero 41 si riprende subito il pitturato su Lombardi, abbinamento davvero inadatto fin qui, ma risponde Alviti da 3, 32-31. Su Raymond adesso c’è il raddoppio di Tessitori, e stavolta non si passa. Logan rimette avanti i suoi con 2 liberi, Simioni trova spazio per il ‘suo’ tiro da 3, ma ancora Logan replica, 35-36. E’ spettacolo di bombe, e non si tira indietro Bowers, 38-36, già 6 in questi 8′; pareggia Tex con 2 liberi. Raymond ne segna solo 1, ma si rifà dopo alcuni attacchi a vuoto da ambo le parti, assistito da Bowers, in acrobazia. Di nuovo +3 per i locali, altro time out di Menetti. Anche stavolta i suoi ragazzi ne escono con una persa, ma Raymond non sfrutta dall’arco l’opportunità. Bravo invece Tessitori a battere Rossi e andare per l’inchiodata, ma sul ribaltamento Raymond trova solo retina. +4 che dura un attimo, perchè gli risponde Severini, 44-43. Tabellone e ferro per la preghiera di Magrini dalla sua metà campo, e finisce così. Non bastano le percentuali stellari dei romagnoli – 73% da 2, 46% da 3, che hanno però la colpa di soli 24 tiri dal campo, più 10/13 ai liberi, e 10 palle perse. La De Longhi sembra tenere il campo sornionamente, aspettando il calo dei padroni di casa per piazzare l’affondo. Fuori partita fin qui Imbrò, già gravato anche di 3 falli in soli 8′.
Terzo quarto. Simioni cicca il bell’assist di Fultz, poi spende il terzo fallo per arginare Tessitori, che segna un solo libero, 44 pari. Tessitori è una furia scatenata, si avventa su ogni pallone e segna il vantaggio. E’ il momento di stringere i denti perchè diminuiscono gli sbocchi e aumenta l’intensità. Fultz si mette in proprio ma perde la maniglia, la perde anche Crow, e quando Logan segna la bomba d’angolo, Di Paolantonio richiama subito i suoi. Ottimo il gioco trovato da Bowers che segna e piazza pure il libero aggiuntivo, 47-49. Annullato un canestro di Severini per 24”, segna Crow, ma subito dopo si rifà Severini, 49-52. Lo imita Logan, Treviso prova la fuga 49-55. Tessitori sfonda in atacco su Rossi, esce per Chillo, segna Raymond, 51-55. Risponde Burnett, ancora +6 De Longhi. 2 liberi per Raymond, e sono 20 punti, che poi va a stoppare Lombardi. Il colored veneto ritrova la via del canestro, con la bomba del 53-60, poi Rossi segna il long two. Perde palla Uglietti e a -45” Imola può ridurre il gap. Magrini segna solo un libero, la TVB gioca fino alla fine ma non trova punti, 56-60 al 30esimo, con il quarto a più basso punteggio.
Ultimo quarto. Ancora a secco Imbrò, dall’altra parte Alviti stoppa fallosamente Magrini, il 2/2 ai liberi riporta sotto le Naturelle. Ma Treviso attacca con pazienza, e quando Imola collassa in area, Lombardi punisce dall’arco, 58-63. Palla persa sulla rimessa, Logan ruba e stavolta Imbrò ha tutto il tempo per aggiustare la mira e piazzare la tripla. Massimo vantaggio ospite, +8. Sulla bomba di Logan, 58-69, Di Paolantonio ferma l’arrembaggio ospite. Bella iniziativa di Montanari che arriva al ferro ma non è fortunato, cosa che riesce invece a Simioni sull’attacco successivo. Arriva ancora la bomba di Logan, +12, e ancora un’altra, 60-75. Finalmente ne sbaglia una, ma non c’è più lucidità negli attacchi imolesi. Un libero di Logan, a quota 32, dà il +16, poi esce tra gli applausi. Crow segna da sotto, Lombardi risponde col 2+1, Raymond col 2/2, 64-79.
Altri due liberi guadagnati da un Raymond esemplare, che non smette mai di crederci e lottare, altri due punti, e sono 24. Difende ancora durissimo su Lombardi, che se stasera avesse trovato un altro forse avrebbe il doppio di punti, e favorisce il rimbalzo difensivo di Rossi. Il quale mette due liberi, 68-79, prima del ritorno in campo di Logan. Uglietti segna dalla lunetta, Crow piazza la bomba del -10 a -3′. Persa dagli ospiti, persa dagli homer, triplo errore di Chillo, entrata di Bowers con canestro e fallo, -7 Imola. La De Longhi la riperde sulla rimessa, Bowers si gioca la tripla ma non va, Tessitori conclude con un po’ di apprensione la lunga azione d’attacco, e riporta a +9 i suoi, coach Di Paolantonio si gioca l’ultimo time out. Nè Fultz, né Crow sul rimbalzo vedono il canestro, fallo su Tessitori, che sbaglia il secondo libero, favorendo il rimbalzo di Lombardi. Perde palla anche Logan, Bowers va a segnare in entrata a -40”, poi ancora Fultz e Crow in sequenza falliscono le ultime opportunità, e finisce così, con abbracci in campo e sfottò sugli spalti.
Alla lunga la TVB l’ha svoltata, dopo un primo tempo sornione, sfruttando un tasso qualitativo di alto livello, più nel QB che nei rincalzi, e con un extra terrestre come Logan a risolvere qualunque situazione. Già, perchè l’Andrea Costa ha fatto pentole e coperchi per quasi tutti i 40′, oscurando tutte le varie bocche da fuoco, poco potendo sul marziano di cui sopra: 32 punti, 4 assist, 35 di valutazione. 31 di valutazione per il ‘solito’ grandissimo Raymond, frutto di 24 punti, 9 falli subiti, 5 rimbalzi.

Le Naturelle Imola Basket – De’ Longhi Treviso 76-84 (23-18, 21-25, 12-17, 20-24)
Le Naturelle Imola Basket: B.j. Raymond 24 (5/7, 1/3), Timothy jermaine Bowers 15 (5/7, 1/5), Robert Fultz 9 (0/0, 3/8), Nicholas Crow 9 (2/4, 1/3), Alessandro Simioni 9 (3/5, 1/1), Mattia Magrini 6 (0/0, 0/1), Emanuele Rossi 4 (1/3, 0/0), Marco Montanari 0 (0/1, 0/2), Nicola Calabrese 0 (0/0, 0/0), Saliou Ndaw 0 (0/0, 0/0), Thomas Wiltshire 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 23 / 27 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Alessandro Simioni, Emanuele Rossi 6) – Assist: 13 (Timothy jermaine Bowers 7)
De’ Longhi Treviso: David Logan 32 (1/3, 9/14), Amedeo Tessitori 14 (5/9, 0/0), Eric Lombardi 11 (2/3, 2/5), Luca Severini 6 (0/0, 2/5), Matteo Chillo 5 (1/4, 1/1), Davide Alviti 5 (1/3, 1/4), Dominez Burnett 4 (2/6, 0/1), Lorenzo Uglietti 4 (1/2, 0/2), Matteo Imbrò 3 (0/0, 1/5), Alvise Sarto 0 (0/0, 0/0), Simone Barbante 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 33 11 + 22 (Amedeo Tessitori, Eric Lombardi, Davide Alviti 6) – Assist: 15 (David Logan, Lorenzo Uglietti 4)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy