Treviso perde l’ultima casalinga ma mantiene il primato

Treviso perde l’ultima casalinga ma mantiene il primato

Udine rientra dal -17 ed espugna il Palaverde grazie ad un Fall formato super star da 33 di valutazione.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – GSA UDINE 62-65 (11-14, 31-23, 48-35)

DE’ LONGHI TREVISO: La Torre 11 (3/4, 1/3), Moretti 9 (2/10, 1/5), Malbasa 8 (3/8 da 2), Fantinelli 9 (4/6, 0/2), Saccaggi 2 (1/2 da 2), Rinaldi 5 (1/2, 0/1), Ancellotti 15 (7/9 da 2), Perl 3 (1/3, 0/2), ne: Perry, Artuso, Poser, Marini.

GSA UDINE: Diop (0/1 da 3), Gatto (0/1 da 2), Okoye 18 (2/10, 2/4), Veideman 19 (4/10, 1/7), Nobile 1 (0/1, 0/2), Mastrangelo (0/2 da 3), Traini 4 (0/1, 1/3), Pinton 3 (0/3, 1/2), Ferrari (0/2 da 2), Vanuzzo (0/2 da 3), Fall 20 (8/8, 1/2), ne: Chiti.

NOTE: pq 11-14, sq 31-23, tq 48-35. Tiri liberi: Treviso 12/21, Udine 19/28. Rimbalzi: Treviso 50 (Ancellotti 18), Udine 33 (Fall 12). Assist: Treviso 15 (Moretti 5), Udine 11 (Veideman 3).

Ultima partita casalinga per Treviso in questa stagione regolare 2016/2017, a visitare il Palaverde c’è la GSA Udine degli ex Pinton e Gatto. Una partita che si annuncia molto attesa perché, al di là del “derby del Nordest”, i friulani sono in lotta per entrare nella griglia playoff e Treviso vuole guadagnarsi il primato dopo la sconfitta della Virtus nel Derby Bolognose. Aggiungiamoci poi la voglia di rivalsa di Fantinelli e compagni dopo la figuraccia di Cividale e abbiamo tutti gli ingredienti per un match lottato dal primo al quarantesimo. La partita è un vero enigma, dopo 15 minuti di studio Treviso riesce a trovare il bandolo della matassa e a chiudere la prima metà di gara con un vantaggio di 8 punti e l’idea che questa volta la zona di Lardo non spaventi. La De’ Longhi arriva fino al +17, ma da qui si spegne la luce, la GSA alza il livello del proprio agonismo in difesa asfissiando Fantinelli e Moretti. Udine recupera punto su punto fino al sorpasso a quattro minuti dal termine, qui nasce un’altra partita che si conclude con la lotteria dei liberi che premia gli ospiti. Brava Udine che riesce ad espugnare il Palaverde, ma Treviso ha tanto da recriminare.

PRIMO PERIODO: Treviso parte con Fantinelli, Moretti, e Perl sugli esterni e Malbasa e Ancellotti a presidio dell’area, Udine schiera Pinton, Veideman, Okoye, Gatto e Fall. Il primo canestro è dei padroni di casa e porta la firma di Ancellotti, ma Udine impatta subito con Okoye (2-2, 7:10). La De’ Longhi parte subito aggressiva in difesa e in attacco ogni volta che può cerca di correre, la GSA però è preparata e trova il primo vantaggio del match con Fall dal post basso (6-7, 4:40). Dopo poco più di cinque minuti di gioco coach Lardo decide che è già il momento della zona e i suoi recuperano subito un pallone prezioso; i padroni di casa faticano a trovare i giusti spazi per l’attacco e i friulani volano a +6, con il solo La Torre ad interrompere il parziale prima con un layup e poi con un 1/2 dalla lunetta (9-12, 1:45). Il numero 5 trevigiano è caldissimo ed insacca un altro terzo tempo, ma a rispondere ci pensa Fall con una poderosa schiacciata a due mani (11-14). Il quarto si conclude con due tiri impossibili di Saccaggi e Veideman che non modificano il punteggio di 11-14 per i bianconeri.

SECONDO PERIODO: il quarto si apre con un parziale di 6-0 per Treviso, costruito soprattutto in contropiede e transizione, che costringe coach Lardo a chiamare time out (17-14, 8:50). Il rientro in campo della APU non è dei migliori infatti Ferrari perde un pallone che nell’altra metà campo Malbasa trasforma in due punti (19-14, 7:50). La De’ Longhi non accenna ad arrestarsi e la GSA non riesce a trovare contromisure per chiudere un parziale che è diventato di 10-0. Il primo canestro bianconero del periodo porta la firma di Fall e arriva dopo sei minuti di gioco, la macchina biancoblu però non si ferma più e continua a trovare la via del canestro, mentre Udine si affida al duo coloured Fall-Okoye (25-21, 1:45). Il primo tempo si chiude con l’alley-oop di Fall ben servito da Veideman, a cui risponde Rinaldi con un canestro di pura esperienza fissando il punteggio sul 31-23.

TERZO PERIODO: Treviso rientra dagli spogliatoi riprendendo da dove aveva lasciato e dopo poco più di tre minuti vola a +12 sul 37 a 25. Udine prova ad accorciare ritornando a -10 grazie anche ad un tecnico fischiato contro Rinaldi. La De’ Longhi sembra aver trovato le chiavi per disinnescare la zona e trova con continuità la via del canestro arrivando fino a +17 (46-29, 2:30) grazie soprattutto alle scorribande in area. La terza frazione di gioco si conclude con un 2/2 di Veideman dai liberi che mandano le squadre all’ultimo riposo sul 48-35.

QUARTO PERIODO: l’ultimo periodo si apre con le triple di Veideman e Traini che valgono il nuovo -7 per Udine che cerca di risalire la china con un parziale di 8-0 a cavallo dei due periodi. La GSA continua nella sua missione e guadagna fiducia segnando un altro canestro con Fall e alzando l’aggressività difensiva soprattutto con Nobile a infastidire Fantinelli. Con Udine a -5 Pillastrini decide di chiamare time out per chiarire le idee dei suoi (48-43, 7:30), la partita però ora sembra aver cambiato inerzia. Fantinelli e compagni si sono disuniti e le azioni offensive sono lasciate all’iniziativa del singolo venendo meno il gioco di squadra e la circolazione di palla, e Udine rientra fino al -1 prima dei due libero segnati da Moretti (51-48, 6:00). Dopo un’azione infinita in cui la GSA va due volte in lunetta e prende tre rimbalzi offensivi, grazie alla bimane di Fall riesce finalmente ad andare in vantaggio di una lunghezza (51-52, 4:00). Gli ultimi cinque minuti di gara sono una vera guerra, l’agonismo sale di livello e gli arbitri intervengono spesso e volentieri interrompendo il gioco. A uscirne meglio è Udine che riesce a guadagnarsi, grazie ai molti viaggi in lunetta, tre punti di vantaggio, prima che la schiacciata di Ancellotti riporti i padroni di casa a -1 e costringa Lardo a chiamare time out (58-59, 1:20). L’ultimo minuto si apre con l’1/2 di La Torre ai liberi che vale la nuova parità a quota 59. Con entrambe le squadre in bonus la partita si trasforma nella lotteria dei liberi e la GSA riesce a ritrovare un possesso pieno di vantaggio con 14 secondi da giocare. Udine riesce mantenere il proprio vantaggio fino alla fine ed espugna il Palaverde con il punteggio di 62-65.

MVP BASKETINSIDE: Fall 20 punti (9/10 dal campo), 12 rimbalzi, 33 di valutazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy