Trofeo Irtet – Forlì la spunta su Napoli e spegne al supplementare un Roderick stellare

Trofeo Irtet – Forlì la spunta su Napoli e spegne al supplementare un Roderick stellare

Con due secondi alla fine coach Dell’Agnello chiama minuto, la palla arriva sotto a Bruttini, il cui tiro viene intercettato da Sandri in parabola discendente.

di La Redazione

GEVI NAPOLI BASKET – UNIEURO FORLÌ 87-88 dts (25-19; 16-27; 19-17; 17-14; 10-11)

GEVI NAPOLI BASKET: Spera 4, Guarino, Klabar, Dincic, Sandri 15, Milosevic, Roderick 19, Monaldi 20, Spizzichini 8, Sherrod 13, Milani 8. All: Lulli.

UNIEURO FORLÌ: Rush, Kitsing 7, Giachetti 16, Campori, Watson JR 11, Petrovic 5, Marini 21, Cinti, Dilas, Benvenuti 12, Bruttini 11, Ndoja 5. All: Dell’Agnello.

La Pallacanestro Forlì, dopo un viaggio di sei ore, schiera in quintetto Watson Jr, Marini, Kitsing, Benvenuti e Bruttini, mentre Napoli risponde con Spizzichini, Sherrod, Monaldi, Guarino, Sandri. La “X edizione del trofeo IRTET” a Caserta comincia con Watson Jr a muovere il nostro tabellone, mentre Sandri e Monaldi colpiscono da tre punti, e dopo tre minuti di gioco coach Dell’Agnello è costretto a chiamare time-out sull’ 11-2 campano. Si rivede in campo Ndoja, si registrano i meccanismi di gioco e con i punti di Bruttini e dello stesso Ndoja si trova il canestro con continuità. Qualche errore dato stanchezza per non avere ancora smaltito il lungo viaggio concede punti facili a Napoli, ma negli ultimi due minuti grazie a un gioco da tre punti di Marini e una tripla a filo di sirena di Giachetti si chiude sul 25-19.

L’Unieuro approccia il secondo quarto con intensità, ed un parziale di 0-7 produce il primo vantaggio al dodicesimo minuto grazie ai canestri di Giachetti, Benvenuti, Marini e Watson JR. Coach Lulli chiama timeout e alla ripresa Sandri e Sherrod guidano il rientro di Napoli. Le due squadre non si risparmiano e la partita sale di livello. Roderick da tre riporta in vantaggio Napoli, ma i biancorossi piazzano un break con due triple di Giachetti, l’affondata di Benvenuti e il contropiede di Ndoja che manda le squadre all’intervallo sul 41-46.

A inizio terzo quarto parte subito forte Napoli con le giocate in post basso di Sherrod, ma i canestri di Bruttini e le triple di Marini portano il +9 Forlì e il time out di coach Lulli a metà quarto (48-57). Napoli rientra con le giocate di Sandri, Roderick e Milani, e sono decisivi i canestri ancora di Marini e Benvenuti per chiudere il quarto sul punteggio di 60-63.

La stanchezza in campo aumenta ma l’intensità rimane uguale, e con i canestri di Marini e Watson Jr, l’Unieuro accumula un po’ di vantaggio che viene però riportato ad un solo possesso di distanza da Roderick e Sandri. A quattro minuti dalla fine Roderick e Monaldi riporta in vantaggio Napoli sul 74-69. Si fatica a segnare da un lato e dall’altro, prima dei canestri di Bruttini e Watson Jr. Ultimi secondi da brivido con Spera che fa uno su due ai liberi, si va di là con Waston che serve per il pari Bruttini e porta le squadre ai supplementari (77-77).

Il caldo condiziona l’avvio dell’overtime, ma l’Unieuro riesce a piazzare due colpi di coda propiziati da Watson Jr che valgono due assistenze per Kitsing e Benvenuti, prima di lasciare il campo per il quinto fallo. Roderick prende per mano i suoi e porta Napoli in vantaggio 87-86. Con due secondi alla fine coach Dell’Agnello chiama minuto, la palla arriva sotto a Bruttini, il cui tiro viene intercettato da Sandri in parabola discendente. Canestro valido e vittoria biancorossa 87-88. Unica nota amara l’assenza di Giachetti nel quarto periodo e nel supplementare per una leggera distorsione alla caviglia destra. Rush rimane a riposo precauzionale.

Queste le dichiarazioni di coach Gianluca Lulli al termine della gara: “Siamo consapevoli che vincere fa sempre piacere ed ovviamente non siamo contenti per una sconfitta all’ultimo secondo dell’overtime, ma stasera era importante testare la crescita della mia squadra. Credo che per almeno 25 minuti abbiamo espresso una pallacanestro di livello contro un’ottima squadra. E’ anche vero che ci sono state alcune ingenuità da parte nostra, ma devo dire che siamo soddisfatti della prestazione fornita questa sera. C’è ancora da lavorare e continueremo a farlo con la stessa abnegazione di queste settimane. Siamo sulla strada giusta”.

FONTE: Gli Uffici Stampa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy