Una Fortitudo tutta cuore e carattere sbanca Udine all’esordio

Una Fortitudo tutta cuore e carattere sbanca Udine all’esordio

I biancoblu, nonostante le rotazioni ridotte, battono 76-71 Udine spinti da Legion (20 punti e 6 rimbalzi), McCamey (15 punti, 7 rimbalzi e 3 assist) e Cinciarini (17 punti)

di Matteo Airoldi, @MatteoAiroldi88

E’ una Fortitudo Consultinvest tutta cuore e coraggio quella che, nonostante le assenze degli infortunati Fultz e Gandini e dello squalificato Amici, espugna un campo ostico come il Carnera di Udine battendo 76-71 l’APU padrona di casa al termine di un match condotto sin dalle prime battute dagli uomini di Boniciolli  – trascinati dal terzetto composto da Legion (20 punti e 6 rimbalzi), McCamey (15 punti, 7 rimbalzi e 3 assist) e Cinciarini (17 punti)  – che hanno saputo resistere ai tentativi dell’APU a cui non sono bastati i 26 punti dell’estone Veideman e i 18 di Dykes. Nelle file dei biancoblu una menzione speciale la merita capitan Mancinelli, protagonista di una prova molto solida (6 punti, 5 rimbalzi e 7 assist).

Avvio di gara contraddistinti dal gioco in velocità di entrambe le formazioni e dai canestri di Pellegrino da un lato e McCamey dall’altro (8-8). La prima vera fiammata del match arriva in chiusura di primo quarto con il mini-break di 7-0 biancoblu firmato dal neoarrivato Bryan assieme a McCamey e Legion, che porta la Consultinvest a +7 (17-10) nonostante le difficoltà a rimbalzo. Il vantaggio ospite aumenta ulteriormente grazie alla bomba del giovane Montanari e al semi-gancio di Mancinelli che rispondono a Mortellaro e fissano il risultato sul 22-12 al suono della prima sirena. Il secondo quarto si apre con il botta e risposta da fuori tra Cinciarini e Veideman. E’ proprio la guardia estone a prendere in mano le chiavi dell’attacco dell’APU e a portarla sino al –6 (28-22). Diop non capitalizza un antisportivo di Italiano e sul ribaltamento di fronte Cinciarini sblocca il breve digiuno bolognese. La bomba di Legion e il gioco da tre punti trasformato da Pini sono ossigeno puro nei polmoni dell’Aquila che torna a +11 (36-25). Lardo sceglie di mescolare le carte in campo alzando il pressing e schierando la zona nella propria metà campo: la mossa si rivela subito pienamente azzeccata perché l’APU riesce a rientrare sino al  -1 a 1’18” dall’intervallo lungo. Nel momento di massima difficoltà per i felsinei è McCamey a togliere le castagne dal fuoco con una tripla di importanza capitale a cui fa seguito la schiacciata in campo aperto di Mancinelli che regala a Bologna due possessi pieni di vantaggio (41-35).

Pini e Chillo inaugurano il secondo tempo con i canestri del +7 dell’Aquila che in difesa concede pochissimo agli avversari e in attacco fa girare con fluidità la palla (43-36). Bologna colpisce ma non schiaccia completamente il piede sull’acceleratore prestando il fianco al rientro di Udine che si concretizza con la magia di Dykes e il canestro da centro area di Veideman (47-42). Tutto da rifare per Bologna che comunque riesce a tenere dritta la barra del timone e ad allungare nuovamente spinta da McCamey e da Mancinelli (56-47). Udine si aggrappa a Dykes a cui Legion risponde con il Jumper del 60-50. Nell’ultima azione del quarto però Mortellaro conquista l’ennesimo rimbalzo in attacco friulano e si guadagna un fallo pesantissimo mettendo il punto esclamativo sulla frazione con un due su due dalla linea della carità che tiene in piedi l’APU. Lardo sceglie nuovamente la zona in apertura di ultimo quarto, ma la Fortitudo non si lascia ingannare e con pazienza trova la via del canestro con Cinciarini e Legion che propiziano il +14 esterno (70-56 a meno di 5’ dalla fine), nuovo massimo vantaggio dell’Aquila.  Un allungo che si rivela decisivo perché, nonostante gli ultimi tentativi di Veideman e Dykes che riportano Udine a -3, Bologna riesce a condurre in porto il successo con i liberi finali di Cinciarini.

G.S.A. Udine – Consultinvest Bologna 71-76 (12-22, 23-19, 17-19, 19-16)

G.S.A. Udine: Rain Veideman 26 (8/13, 3/7), Kyndall Dykes 18 (8/12, 0/6), Francesco Pellegrino 10 (5/10, 0/0), Tommaso Raspino 6 (2/2, 0/3), Chris Mortellaro 5 (1/5, 0/0), Ousmane Diop 4 (2/4, 0/0), Michele Ferrari 2 (1/1, 0/0), Andrea Benevelli 0 (0/2, 0/1), Mauro Pinton 0 (0/2, 0/3), Vittorio Nobile 0 (0/0, 0/0), Raphael Chiti 0 (0/0, 0/0), Stefano Monticelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 13 – Rimbalzi: 38 16 + 22 (Francesco Pellegrino, Ousmane Diop 8) – Assist: 14 (Tommaso Raspino 5)

Consultinvest Bologna: Alex Legion 20 (2/8, 4/5), Daniele Cinciarini 17 (6/8, 1/4), Demetri Mccamey 15 (4/7, 2/6), Giovanni Pini 7 (2/4, 0/1), Matteo Chillo 6 (3/5, 0/0), Stefano Mancinelli 6 (3/7, 0/3), Marco Montanari 3 (0/0, 1/1), Sylvere Bryan 2 (1/2, 0/0), Nazzareno Italiano 0 (0/1, 0/0), Pietro Boniciolli 0 (0/0, 0/0), Giorgio Pederzoli 0 (0/0, 0/0), Marco Murabito 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 31 6 + 25 (Demetri Mccamey 7) – Assist: 15 (Stefano Mancinelli 7)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy