Verona, inizio partita folgorante: San Severo va ko

Verona, inizio partita folgorante: San Severo va ko

Terza vittoria consecutiva per la Tezenis che parte fortissimo, poi gestisce e manda ben cinque giocatori in doppia cifra

di Jacopo Burati

Tezenis Verona- Allianz Pazienza San Severo 94-82 (26-17; 51-38; 80-63). 

Verona scaccia gli incubi recenti e coglie la terza vittoria consecutiva nell’arco dell’ultima settimana. Contro San Severo la squadra di Diana (in cinque in doppia cifra) sfrutta un ottimo approccio alla partita, con un parziale iniziale di 14-0 che dà una notevole spinta al successo dei gialloblu. La squadra ospite, spinta dal trio Demps-Spanghero-Ogide, lotta fino in fondo ma non riesce mai a recuperare.

Inizio brillante per Verona, da dimenticare per San Severo. Hasbrouck e Jones la mettono da tre, Candussi è presente, Rosselli corona un 14-0 deflagrante che indirizza di fatto la partita. San Severo, guidata dall’ex tecnico gialloblu Lino Lardo, prova a scuotersi con i primi punti di Spanghero (altro ex di turno): ne segnerà 8 consecutivi che, con l’aiuto della tripla di Ogide, riporta gli ospiti a -5 (11-16) con un parziale di 11-2. Verona però non entra nel solito vortice negativo, arma ancora la mano di Jones e resiste alle punture di Maspero (ennesimo ex) andando a segno col tiro pesante di Udom. Il canestro finale di Jones fissa il punteggio sul 26-17 Tezenis dopo i primi 10′.

Più equilibrato e a punteggio elevato il secondo periodo. San Severo cerca di portare in partita Demps, con la preziosa collaborazione di Ogide. Verona risponde presente col solito Candussi, ispirato sia dentro l’area che al tiro da fuori. Loschi rincara la dose dalla lunetta e la Tezenis vola sul rapido +16 (39-23). Ci pensa il solito Spanghero a rimediare e Italiano colpisce anche da tre punti. Dall’altra parte però l’essenzialità di Rosselli e il gioco perimetrale di Hasbrouck mantengono saldamente avanti Verona che tocca di nuovo il +16 (46-30). Un paio di canestri di Mortellaro non invertono la tendenza. I liberi di Udom da una parte e di Demps dall’altra fissano il 51-38 scaligero a fine primo tempo.

Altra accelerata importante per la Tezenis all’alba del terzo quarto. Difesa più pressante e un attacco che rimane fluido ed efficace. Il primo canestro di Tomassini e la tripla di Candussi fanno volare la Tezenis a +22 (63-41). Lardo non riesce a contenere l’emergenza neppure con il timeout, anche perché il canestro da tre di Rosselli fissa il +25 locale (70-45). Ogide risponde e San Severo inevitabilmente reagisce: il contro parziale propiziato dal lungo ospite è di 10-2 per il -17 (55-72). Loschi e Prandin però non mollano la presa, segnano con continuità anche dalla lunetta e ritrovano il +20 veronese (78-58), poco dopo ribadito da Udom (80-60). La tripla di Spanghero, tuttavia, dà all’Allianz un piccolo sentimento di speranza alla vigilia dell’ultimo quarto: 80-63 Tezenis.

Grande inizio di ultimo periodo per Demps: l’americano colpisce da tre e in entrata per il break di 7-2 che costringe il coach gialloblu Diana al timeout sul +12 Verona (82-70). Maspero allunga il break, ma Hasbrouck spegne gli ardori della squadra pugliese con una bella entrata. Mortellaro prova a pungere da sotto, Demps è sempre efficace, ma Tomassini risponde con un paio di canestri importanti sfruttando una maggior reattività a rimbalzo dei lunghi veronesi: +11 (90-79) a 4′ dalla sirena finale. L’attacco di San Severo cala d’intensità, la squadra di Lardo non segna per oltre 3′ e Jones mette il sigillo alla partita con un canestro da sotto.

Tabellini:

Verona: Tomassini 7, Hasbrouck 19, Rosselli 9, Jones 12, Candussi 18, Prandin 8, Loschi 10, Udom 11.

San Severo: Spanghero 18, Demps 21, Italiano 3, Ogide 18, Di Donato, Antelli 2, Maspero 7, Mortellaro 10.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy