Verona lotta, Udine vince: Amato punisce i suoi ex compagni

Verona lotta, Udine vince: Amato punisce i suoi ex compagni

Quinta sconfitta nelle ultime sei gare per la Tezenis. Amato decide la sfida nel finale con 5 punti decisivi.

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Old Wild West Udine 68-70 (18-18; 30-24; 49-47)

Colpo della Old Wild West Udine, che viola il campo della Tezenis Verona, alla quinta sconfitta nelle ultime sei gare. La decide un finale da protagonista dell’ex Andrea Amato con cinque punti di platino nel finale di partita.

Inizio gara in cui le difese hanno la meglio sugli attacchi. Udine colpisce con i due americani (4-0) ma fatica comunque ad avvicinarsi all’area grazie all’intimidazione di Udom. Verona non trova le soluzioni giuste per segnare ma viene sbloccata da un paio di canestri di Severini e da un canestro da rimbalzo offensivo di Udom: parziale di 7-0 e 7-4 locale dopo i primi, macchinosi 5’30” dopo i quali Ramagli chiama timeout. La gara rimane intensa, la Tezenis è indemoniata in difesa e l’Apu non riesce a reagire. Il parziale si estende a 13-0 grazie a un paio di accelerate di Love e i canestri di Candussi. A interrompere la voragine udinese ci pensano Antonutti e Penna, ma Udom segna da tre per il 18-8 Verona a fine primo quarto.

Udine tenta di approcciare al secondo quarto con maggiore determinazione e si affida ai soliti due: Antonutti e Penna compilano il 4-0 su cui Diana chiama immediata sospensione. Dopo la quale Verona reagisce con un 8-0 firmato Morgillo-Rosselli-Prandin per il +14 (26-12). La Old Wild West prova ad affidarsi alla presenza fisica di Beverly e a qualche giocata di Amato tornando a -7 (21-28) grazie alla volata in campo aperto di Gazzotti, che completa un parziale di 9-2. Le giocate di Udom e Cromer chiudono un primo tempo povero offensivamente: 30-24 per la squadra di casa.

Buon impatto dei centri a inzio terzo quarto. Beverly da una parte e Candussi dall’altra controllano i tabelloni e danno un’impronta alla gara. Cromer e Rosselli li assistono: 34-29 Verona dopo 3′. Ma Udine appare più pronta in attacco: ancora Cromer e Gazzotti sfruttano un paio di palle perse sanguinose della Tezenis e la Old Wild West si riavvicina a -1 (33-34). La contro-reazione veronese porta la firma di Udom e Rosselli: 7-1 di parziale e nuovo +8 Verona (41-34) che fa entrare in partita anche il pubblico. Peraltro Udine non si scompone, aumenta l’intensità difensiva e si affida alla panchina. Zilli, Penna e Nobile sono importanti nel contro break di 13-5 che significa sorpasso (47-46). Prima della troipla di Love che fissa il 49-47 gialloblu dopo 30′.

Il trend positivo della squadra di Ramagli continua comunque all’inizio del quarto periodo: Nobile pareggia, Zilli sorpassa di nuovo (50-49). Love però trova ritmo con 5 punti filati, anche se gli viene fischiato il quarto fallo e Diana è costretto a gestirlo. Udine tiene con le punture di Cromer, le accelerazioni di Penna e la ricezione profonda di Beverly: +3 Old Wild West (58-55) a 5′ dalla fine. Nobile e Severini si scambiano tiri pesanti e la gara è sempre in equilibrio: il contropiede firmato Love vale il -1 (62-63) Tezenis a 2′ dalla sirena. Severini sorpassa con due ulteriori canestri da tre che rendono l’Agsm Forum una bolgia, ma Cromer e Amato zittiscono il pubblico: 68-68 alla vigilia dell’ultimo minuto. Dove Amato segna con un numero in entrata e Love manca il canestro pesante della possibile vittoria.

Tabellini:

Verona: Love 15, Severini 14, Rosselli 10, Udom 11, Candussi 9, Tomassini, Prandin 6, Poletti, Morgillo 3.

Udine: Amato 10, Cromer 15, Gazzotti 4, Antonutti 4, Beverly 10, Penna 9, Nobile 10, Zilli 5, Fabi 3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy