Filoni ancora decisivo: Rieti batte Agrigento

La NPC tiene vive le speranze playoff grazie ad una partita eccezionale del giovane amarantocelste in attacco ma soprattutto in difesa. Ottime, per i padroni di casa, anche le prove di Vildera e Passera. Ad Agrigento non basta un De Nicolao da 19 punti. Delude James, non al meglio fisicamente.

di Giammarco Imperatori

La NPC tiene vive le speranze playoff grazie ad una partita eccezionale del giovane amarantocelste in attacco ma soprattutto in difesa. Ottime, per i padroni di casa, anche le prove di Vildera e Passera. Ad Agrigento non basta un De Nicolao da 19 punti. Delude James, non al meglio fisicamente.

STARTING FIVE:

NPC RIETI: Passera, Raffa, Filoni, Cannon, Vildera     

Allenatore: Rossi

AGRIGENTO: De Nicolao, Ambrosin, Pepe, Chiarastella, Easley                   
Allenatore: Cagnardi

PRIMO QUARTO- Entrambe le squadre partono bene: i siciliani sono molto precisi da oltre l’arco mentre i padroni di casa, almeno nelle prime battute, si affidano alla coppia Passera-Vildera.
Rieti perde palloni banali e concede diversi rimbalzi offensivi agli ospiti che però non sfruttano a pieno gli errori amarantocelesti e mantengono soltanto un possesso di vantaggio dopo 5’ di gioco.
La NPC non riesce a coinvolgere Cannon nella manovra offensiva e si aggrappa al solo Raffa continuando però a “regalare” diversi palloni a Ambrosin e soci che, ringraziano, e volano sul +6(16-22) costringendo Rossi al timeout a 1’ e 3’’ dal primo riposo.
Nella restante parte di frazione segna solo Zucca: il quarto si chiude 18-22.
SECONDO QUARTO- La NPC continua a gettare alle ortiche diversi attacchi con delle palle perse banali ma riesce a restare aggrappata alla partita grazie alla poco concretezza degli ospiti che, anche attaccando in maniera egregia, non riescono a trovare il fondo della retina.
Gli ottimi attacchi dei ragazzi di coach Cagnardi portano, comunque, a numerosi rimbalzi offensivi che però non vengono sfruttati a pieno dai siciliani.
 Rieti non segna per 4’ ma Agrigento rimane sopra soltanto di 6 lunghezze(20-26). Raffa e Cannon riportano sotto di 1 gli amarantocelesti(25-26) ma ecco che arriva il break ospite di 8-0 concluso dalla tripla di Chiarastella a 3’ e 45’’ dall’intervallo lungo.
Agrigento si inceppa mentre Raffa, autore di 15 punti in 20 minuti di gioco, guida la rimonta reatina: il numero 15 in maglia bianca realizza anche il canestro sulla sirena che manda le squadre negli spogliatoi sul 37-35.
TERZO QUARTO- Dopo l’intervallo la NPC torna con un faccia diversa rispetto ai primi 20’ soprattutto in difesa.Inoltre Passera e compagni confezionano un 6-0 di parziale interrotto dall’appoggio di Easley(45-37).
E’ proprio Passera  l’assoluto dominatore e artefice dell’allungo amarantoceleste: il veterano riesce a mettere in ritmo anche i propri compagni, con un Vildera implacabile dalla media.
Agrigento segna praticamente solo dalla lunetta e dopo 6’ di secondo tempo deve recuperare 12 lunghezze(58-46).
Nel momento più buio, dopo il 4° fallo di Raffa per la Rinnovabili sale in cattedra De Nicolao, che da solo riporta sul -4(62-58) i suoi. Gli ospiti avrebbero anche la palla per tornare sul -2 ma Ambrosin fa fallo in attacco su Pastore.
L’azione successiva, che conclude il quarto, si chiude con un canestro del solito Passera(64-58).

QUARTO QUARTO-Easley realizza 4 punti in fila in apertura di ultima frazione che riportano Agrigento sotto di 2(64-62).
La partita va a fiammate da una parte e dall’altra con Zucca che permette a Rieti di mantenere il vantaggio. Le due squadre affrontano agli ultimi 300 secondi  di gioco sul 70-67.
Pastore risponde presente dalla lunga ma il 5° fallo di Raffa e una bomba di Ambrosin tengono vive le speranze siciliane. Nell’azione successiva un’ulteriore palla persa dai suoi costringe Rossi al timeout a 4’ e 5’’ dalla sirena lunga.
Agrigento ha 2 volte il possesso per pareggiare o, addirittura, sorpassare Rieti ma spreca; la NPC ringrazia e continua a condurre il match. Filoni, realizza un 3+1 con l’aiuto della tabella che porta gli amaranto celesti sopra di 7(79-72) a 2’ dalla fine.
La giocata del giovane aquilano spezza le gambe alla banda di coach Cagnardi mentre l’ulteriore tripla di Cannon a 1’ dalla fine è il sigillo della vittoria NPC ma si continua a giocare per la differenza canestri che rimane, però, a favore di Agrigento.
Il match termina 84-76.
PARZIALI: 18-22;37-35;64-58;84-76

TABELLINI:

RIETI: Stefanelli , Passera 10, Cannon 10, Vildera 20, Raffa 17, Zucca 8, Pastore 9, Nikolic  , Filoni 10, Fornara, Mammoli, Buccini
AGRIGENTO:
Rotondo, Cuffaro, De Nicolao 19, Veronesi, Chiarastella 10, Ambrosin 16, James 4, Moretti, Pepe 9, Easley 18

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy