A2 Gold rumors: Daniels niente Biella, Diliegro si allontana da Trieste, idea Prandin per Veroli?

0

In A2 Gold è la giornata delle risposte mancate, delle promesse a vuoto, delle posizioni intransigenti. Ne sanno qualcosa Biella e Trieste, che nelle ultime ore si aspettavano gli ok rispettivamente di Erik Daniels e Dane Diliegro.
Ma se con il primo sembra di rivivere il copione di 12 mesi fa con Donte Mathis, con l’italo-americano il nulla di fatto è anche figlio di una scelta fino ad ora rigidissima, e che da oggi imporrà al giocatore di fare il primo passo magari, accettando in toto le condizioni di Trieste, ma torniamo “a bomba”, con un colpo che assieme al rinnovo di Voskuil avrebbe letteralmente incediato la piazza del Mucrone. Dal giocatore era stata anche incassata la promessa verbale, ma non la firma sul contratto: dunque Daniels non ha mai rispedito indietro la bozza contrattuale autografata da Massimo Angelico. E dopo quattro giorni di attesa, adesso Biella ci ha messo una pietra sopra. Tra gli agenti, nelle ultime ore circolava voce di un interesse per Casey Prather, rookie 1991 in uscita dall’università di Florida, ma il GM Fioretti ha già risposto picche agli addetti ai lavori.
Tutto da rifare, forse, anche per i giuliani di Dalmasson, che contavano sul ritorno del pivot ex Sassari, e non solo per le sue prestazioni: infatti la chiusura della trattativa avrebbe comportato di conseguenza anche lo sblocco dell’ipotesi di riportare alla corte di Eugenio Dalmasson anche Will Harris. La Pallacanestro Trieste ha aspettato una chiamata per due giorni, poi ieri ha deciso di non attendere più. Ha concesso le canoniche 48 ore di tempo, ma adesso si sta già muovendo su altre piste, a meno che Diliegro non abbassi le richieste, e non di poco.
Schiarita invece su Veroli, dove dopo un altro “gran rifiuto”, firmato stavolta da Alex Righetti, la società – che avrebbe già chiuso da qualche giorno l’accordo con la Stella Azzurra grazie alla mediazione di Michele Martinelli e a un accordo di massima tra Uccioli e Zeppieri -, potrebbe essere sulle tracce Roberto Prandin. “Bobo”, play guardia classe ’86, cannoniere apprezzatissimo nell’ex A Dilettanti – DNA, nell’ultima stagione Treviso nel campionato di Divisione Nazionale B, ha offerto sul parquet di Pozano 16.5 punti in oltre 31 ‘ di impiego, con 4 rimbalzi e oltre 2 assist per match. Il giocatore ha ancora un altro anno di contratto con Treviso, ma il 28enne non sembra un atleta gradito a coach Pillastrini. Lo sarà per coach D’Arcangeli? Staremo a vedere…