Andrea Costa Imola: ritorno di fiamma con Demis Cavina?

0

Dopo l’assemblea dei soci di Via Valeriani del passato lunedì, sembra ora finalmente chiara la strada che l’Andrea Costa percorrerà nelle prossime stagioni. Il declassamento in Silver, dopo un’annata da incubo sia per la società che per i tifosi, ha fatto rivisitare la politica attuata fino ad ora. “Dobbiamo riconquistare la fiducia dei tifosi” sancisce l’amministratore unico Giampiero Domenicali “ma allo stesso tempo dobbiamo risanare i danni fatti gli anni precedenti, di cui ancora oggi paghiamo le conseguenze”. L’idea di Domenicali sarebbe di applicare un rilancio moderato nei primi anni, a favore di un risparmio maggiore, per poi aumentare gradualmente gli investimenti in maniera inversamente proporzionale. “La priorità è far permanere in Silver Imola” continuano poi in coro i soci, che hanno accettato solo in parte la proposta. Dopo essersi già opposti all’iscrizione in DnB, economicamente meno impegnativa della Silver, hanno anche preteso il minore impatto possibile delle scelte economiche sulla squadra. Tuttavia se il piano quadriennale di Imola andasse come pronosticato, si potrebbe vedere la fine di questo lungo tunnel di debiti da saldare, che da molti anni sta sottomettendo i romagnoli.

Altra tegola da riparare è la questione sponsor, che dopo l’archiviazione dell’oramai settennale “Aget Service” rimane aperta. “Servono dai 150.000 euro in più della stagione precedente” continua Domenicali “e si stanno valutando le offerte di un pool di aziende potenzialmente interessate al progetto”.

La sorpresa parrebbe però arrivare dalla panchina: sembra infatti che i “big” biancorossi, dopo una stagione non soddisfacente con Enzo Esposito, stiano ripiegando su Demis Cavina, la vecchia conoscenza imolese. Le motivazioni a carico sono la necessità di un allenatore che si muova bene tra le insidie di Via Valeriani e che sia in grado allo stesso tempo di gestire anche il mercato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here