Assigeco – Ferentino, a caccia di conferme e punti preziosi

di Roberto Caporilli, @robcaporilli

Una sfida che si preannuncia equilibrata e molto interessante quella in programma domenica al Campus di Codogno fra Assigeco Casalpusterlengo ed Fmc Ferentino. Entrambe le squadre arrivano da prestazione confortanti e cercano dunque di confermare le indicazioni positive di fronte a un avversario di valore. I lombardi sono reduci dalla bella vittoria su Napoli e dalla sconfitta in volata contro un’altra big, quella Brescia che si sta proponendo in questo avvio di stagione come la prima sfidante di Verona. L’Assigeco però ha messo alla frusta la Centrale del Latte per larga parte dell’incontro, conducendo per tutto il primo tempo e sfiorando la rimonta nel finale. Ferentino invece, dopo alcune settimane travagliate, ha tirato fuori l’orgoglio e ha risposto nel migliore dei modi alla strigliata del presidente Ficchi: la vittoria autoritaria su Torino è stata la miglior medicina possibile.

Carrizo
Manuel Carrizo, attesissimo ex della sfida.
I Ciociari dunque si sono regalati una settimana più serena per preparare al meglio la trasferta lodigiana, dopo aver trovato la prima vera prestazione da leader di Markel Starks, il giocatore maggiormente messo in discussione prima dell’affermazione su Torino. Casalpusterlengo invece non ha avuto un attimo di respiro, avendo dovuto preparare la sfida contro Brescia; contro la Fmc chiuderà un tour de force fatto di 3 partite casalinghe in 7 giorni contro altrettante squadre di alta classifica. Uscire da questi sette giorni con 4 punti in classifica sarebbe quanto di meglio l’Assigeco potesse desiderare e candiderebbe ufficialmente la squadra lombarda per un posto nei playoff. Di contro Ferentino vuole dimostrare di avere un’identità ben definita anche in trasferta, presupposto fondamentale per condurre un campionato di vertice. Sarà una sfida avvincente fra due squadre che dispongono di numerose frecce nelle loro faretre, infatti entrambe sono in grado di trovare soluzioni offensive con uomini diversi e questo rende molto difficoltoso per gli allenatori avversari preparare tatticamente la gara. Casalpusterlengo potrebbe risentire della gara infrasettimanale, soprattutto nei suoi uomini più esperti, Manuel Carrizo e Alvin Young, ma la panchina lunga di coach Zanchi dovrebbe riuscire a sopperire al problema. Grandissima attesa proprio per il gaucho Carrizo, che a Ferentino non è mai stato dimenticato, avendo trovato gli affetti proprio in Ciociaria e che domenica scorsa ha deciso la sfida contro Napoli.
Thomas
Omar Thomas, interessante la sfida nella sfida fra lui e Sant Roos.
Si preannuncia infuocato anche il duello fra Thomas e Sant Roos, due giocatori, seppur dalla carta d’identità differente, che fanno dell’energia il loro cavallo di battaglia. Interessante sarà poi vedere l’entusiasmo due giovanissimi Spissu e Donzelli al cospetto del rookie Starks e dell’esperienza delle “vecchie volpi” amaranto. Sfida ad altissima quota sotto i tabelloni, dato che né PolettiBiligha hanno grossi problemi ad andare nei pressi o addirittura sopra il ferro. E’ difficile individuare quella che potrebbe essere la chiave della gara ma è probabile che sarà decisiva la tenuta atletica, dato che entrambe le squadre amano molto i ritmi alti. Probabile che alla fine risulti decisiva la fiammata di un singolo negli ultimi minuti oppure prima nell’ispirare un parziale favorevole alla propria formazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy