Biella – Agrigento: entrambe in cerca di riscatto

di Daniele Settembrino, @DaniSettembrino

Trieste e Holloway sono lontani. Per la Fortitudo Agrigento c’è da guardare al presente che si chiama Angelico Biella. Si ritorna in Piemonte per un’altra trasferta insidiosa. Anche i piemontesi, come la compagine agrigentina, in questo penultimo mese del 2014 hanno racimolato solamente una vittoria (contro Casalpusterlengo), e portare in terra sicula il bottino, significherebbe molto per la truppa guidata da coach Franco Ciani. La squadra piemontese, guidata da coach Fabio Corbani, mixa tanta gioventù ma anche tanto talento. Uno dei giovani è Tommaso Laquintana, (11.8 pts in 29’) play classe 1995, è arrivato in prestito quest’estate dall’Orlandina. Laquintana è uno dei giovani più interessanti e talentuosi che si sono messi in mostra in questi ultimi anni: nel 2013 vince il premio come miglior U21 della DNA; l’estate scorsa è stato convocato da coach Sacripanti per gli Europei U20. L’altro giovane dello starting-five è Eric Lombardi, (11.1 pts, 61%t2, 36% t3) ala classe 1993, cresciuto nelle giovanili biellesi. Anch’egli giovane di grande prospettiva dotato di un eccezionale atletismo e voglia di mettersi in luce; nel 2012 è passato in prestito alla Leonessa Brescia, dove ha contribuito al raggiungimento della finale play-off; nell’estate del 2013 ha vinto la medaglia d’oro all’Europeo U20. L’altro esterno è la guardia tiratrice statunitense ma passaportato danese Alan Voskuil, uscito dal Texas Tech University. Voskuil è stato riconfermato dalla società biellese dopo la fantastica stagione in rosso-blu, dove, oltre al successo in coppa Italia, è arrivato il riconoscimento come miglior realizzatore dalla linea dei 6.75, arricchito con un record: 12 centri dalla distanza realizzati in una sola partita. Uomo di punta di coach Corbani, fin’ora ha realizzato 19.1 punti (49% t2, 38% t3), arricchiti da 3.3 assist ad allacciata di scarpe. Sotto i tabelloni tanta esperienza e sostanza dal duo formato da Raymond e Infante. Benjamin “B.J.” Raymond, nativo di Boston (Massachusetts), è un’ala grande molto fisica; uscito dall’Università Xavier di Cincinnati, prende parte ai pre-draft con cinque franchigie NBA. Dopo tanto girovagare per il continente europeo, lo scorso anno, con la casacca del Pyrinto Tampere (Finlandia), conquista il campionato nazionale; con la maglia rosso-blu mette a referto 19.1 punti a palla a due (51% t2, 42% t3), conquistando anche 6.7 palle vaganti in 37 minuti di utilizzo. Luca Infante (4.6 pts + 4.8 rimbalzi) è cresciuto nelle giovanili della propria città (Nocera); fa il suo esordio in LegaA nel 2005 con la casacca di Reggio Emilia, stagione nella quale colleziona 28 presenze e partecipa anche alla ULEB Cup. Esperienza e tecnica fanno di lui un dominatore del pitturato. Dalla panchina arrivano minuti preziosi grazie all’esperienza di Simone Berti (4.1 pts in 14’). Cresciuto nelle giovanili della Mens Sana Siena, con quest’ultima nel 2008 vince lo Scudetto e la Supercoppa italiana, oltre a partecipare alle final four di Eurolega. Berti è un ottimo play, e grazie ai suoi 196cm, è in grado di catturare diverse palloni vaganti e ripartire in transizione. A far rifiatare il duo Voskuil-Lombardi c’è un altro giovane della cantera rosso-blu: Niccolò De Vico (5.4 pts in 16’). Ala piccola di 200cm classe 1994, è dotato di un ottimo tiro; vanta qualche presenza in LegaA dove ha esordito nel 2010. La scorsa estate ha partecipato agli Europei U20. Completa il reparto lunghi Matteo Chillo (5.4 pts + 4.2 rimb. in 20’); classe 93, esce dal vivaio bolognese sponda Fortitudo. In passato ha collezionato svariate presenze in LegaDue con l’Andrea Costa Imola, dove si è confermato uno dei giovani promettenti del campionato. In maglia azzurra della nazionale ha conquistato nel 2013 l’oro agli Europei U20 in Estonia. Chiudono il roster dei piemontesi Domenico Marzaioli e Andrea Danna. La franchigia agrigentina arriva dalla sconfitta esterna rimediata al palaTrieste, dove i bianco-azzurri hanno giocato bene per i primi due quarti, ma ha concesso troppo agli avversari all’uscita della pausa lunga, creando uno svantaggio che alla fine si è rivelato determinante. Ancora una volta si è evidenziata la prestazione positiva di Andrea Saccaggi, che ha messo a referto 20 punti, con valutazione pari a 26. In doppia cifra anche l’americano Penny Williams, grazie ai 14 punti arricchiti da 8 rimbalzi e 6 assist. Desta invece preoccupazione l’infortunio di Alessandro Piazza, uscito alla fine del terzo periodo. Un’altra sfida muscolare è quella sotto le plance tra i lunghi agrigentini capitanati dall’italo-argentino Albano Chiarastella (6.3 pts + 5 rimb.) e BJ Raymond. Mentre sugli esterni Penny Williams (14.7 pts, 58% t2, 43% t3) e Marco Evangelisti (11.6 pts, 42% t2, 40% t3) dovranno limitare l’uomo di punta dei rosso-blu Voskuil e il giovane Lombardi. In regia si dovrà far particolarmente attenzione alla sfrontatezza del giovane Laquintana. In serata è arrivata la comunicazione ufficiale della società siciliana: “A seguito degli ultimi accertamenti avvenuti nel corso del pomeriggio, i medici hanno deciso che Alessandro Piazza non potrà scendere in campo in occasione della partita di domenica, contro Angelico Biella. La distrazione muscolare subita dal playmaker della Fortitudo, pur non di grave entità, non  consente un recupero a breve termine, quindi la situazione verrà monitorata per tutta la prossima settimana ma alla partita di domenica non potrà partecipare.” La palla a due è fissata per Domenica 30 Novembre alle ore 18 al Biella Forum. Gli arbitri dell’incontro saranno: Nicola Beneduce di Caserta, Paolo Lestingi di Anzio (Roma) e Duccio Maschio di Firenze.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy