Biella a Forlì per dimenticare la prima delusione europea

di Giuseppe Rasolo

Dopo la negativa esperienza di coppa in terra finnica, l’Angelico Biella torna ad affrontare le diretti concorrenti del campionato e anche domenica sarà in trasferta in quel di Forli al Palacredito di Romagna.

A dispetto di una classifica asfittica solo una vittoria contro ben 5 sconfitte, di cui alcune con ampi scarti, non sarà una partita facile per Biella, reduce dai problemi di alcuni suoi giocatori. E per un Voskuil che sembra aver dimenticato i problemi c’è ancora un Lombardi non al meglio della condizione, non schierato a Kotka e pronto a scendere in campo per dare una mano in quella che sembra la situazione deficitaria del momento: i rimbalzi. Sia contro Brescia che in Europa, gli avversari di Biella sono stati in grado di doppiare i biellesi su questo fondamentale. Corbani predica come sempre attenzione e chiede ai suoi di alzare l’intensità e di giocare in tutta velocità le caratteristiche tipiche del gruppo al suo comando. La reattività dovrà essere a mille. Laquintana, per nulla preoccupato dalla sconfitta in Euro Challenge, vista come un allenamento di qualità, per essere pronti contro Forli si carica la squadra sulle spalle e si dichiara pronto a trascinare la squadra con lo stesso entusiasmo visto nel secondo tempo contro Assigeco.

Dall’altro lato Forli è una squadra che sta mutando pelle: l’arrivo di un giocatore importante come Antonutti darà adrenalina al team romagnolo, e porterà quella sana qualità in più posseduta anche da quel Sani Becirovic non a caso il giocatore più temuto in casa Angelico per la sua capacità di incidere con pick and roll. Da non sottovalutare anche il pluridecorato Marco Carraretto, già visto sotto il Mucrone per tre anni ed esperto tiratore dall’arco. Vincerà la partita naturalmente chi metterà maggiore cattiveria agonistica Biella o Forli ? lo sapremo solo alle venti di domenica sera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy