Biella per vendicare l’andata, Veroli per vendicare l’esclusione dalla coppa

0

Notti magiche per Biella, che reduce da tre successi consecutivi ha chiuso un girone d’andata decisamente sopra le righe, la settima vittoria consecutiva in casa e la contemporanea sconfitta dopo due supplementari a Trapani di Torino, ha regalato alla truppa di Corbani un brillante e forse inaspettato secondo posto che ha garantito ai biellesi le semifinali di Coppa.

Proprio quella classifica avulsa che ha invece penalizzato Veroli ai piedi del podio anche se con gli stessi punti delle altre compagini. Non ci stancheremo mai di dirlo questo è un campionato equilibrato in cui la distanza tra vittoria e sconfitta tra paradiso ed estasi è quanto mai ridotta. Per il passaggio nella massima serie si lotterà fino alla fine e come hanno dimsotrato le partite dell’ultimo turno nulla è precluso. Il punto a punto tra Biella e Trento ha detto che i biellesi sono una squadra ostica e che quando ha il capitano in giornata e Laganà e Voskuil determinanti nulla è precluso.

Solo Veroli è riuscita nell’impresa, visti i risultati successivi di imbrigliare le forze dei lanieri. Ma quella fu una partita anomala, la tensione dell’inizio, qualche ingranaggio da oliare hanno messo Biella Ko e Veroli ne ha approfittato. Quella di domenica rappresenta proprio la prova del nove per testare le ambizioni e le qualità dei due roster, partita da doppia, nessun favorito.

Partita in cui i rispettivi coach dovranno inventarsi delle soluzioni particolari se vorranno portare a casa il bottino pieno. Per un Voskuil dalla lunga per Biella abbiamo un Casella dall’altra parte che nell’ultimo match contro Barcellona ha messo una serie impressionante. Insomma una partita senza respiro in cui una delle due squadre interromperà la serie Biella per la quarta, Veroli per la quinta. Ma con i lanieri con un motivo in più vincere per vendicare l’andata e soprattutto occhio alla differenza canestri, dalla prossima partita bisogna cominciare a fare i calcoli.