Casale sogna il primo posto, ma l’ostacolo si chiama Verona

0

La 21° giornata di Legadue vede sfidarsi al PalaOlimpia di Verona, i padroni di casa della Tezenis Verona che ospiteranno la Novipiù Casale Monferrato in una partita che ha già il sapore di sfida play-off.

Infatti la squadra padrona di casa attualmente si trova al 5° posto in graduatoria a quota 26 punti in coabitazione con Forlì e la Biancoblù Bologna, ed è decisa a conquistare due punti fondamentali per centrare l’obbiettivo play-off, visto che Scafati che attualmente è all’ottavo posto ha solamente 2 punti di ritardo.

La squadra piemontese invece si trova in testa alla classifica a quota 34 punti a pari punti con la Sigma Barcellona e la Giorgio Tesi Group Pistoia, ma per via degli scontri diretti si trova al 3°posto in graduatoria. Visto che dovrà ancora scontare la giornata di riposo (riposerà all’ultima giornata di campionato) e dato gli scontri diretti a sfavore, i ragazzi di coach Griccioli hanno poche possibilità di concludere al primo posto la regular season, ma una vittoria in quel di Verona, terrebbero accesa la flebile speranza di arrivare primi.

Bisogna dire che però a differenza di Verona, la Novipiù è già sicura di essere tra le otto della post season, ed addirittura è quasi certa del 3°posto visto che la Leonessa Brescia, quarta in graduatoria deve recuperare sei punti rispetto ai piemontesi.

Quindi la squadra rossoblù avrà la possibilità di giocare la partita con molta più serenità rispetto alla squadra padrone di casa, che potrebbe risentire di dover vincere a tutti i costi se non vuole veder sfumare i play-off.

Verona che nell’ultimo periodo ha vinto 6 delle 7 partite giocate, nell’ultima partita ha colto un’importante vittoria al PalaMangano di Scafati, battendo i padroni di casa per 93 a 89 con un McConnell protagonista autore di 34 punti e 7 assist. Al palaOlimpia, la Tezenis nelle 12 partite giocate ha concquistato 9 successi ma collezzionando 3 sconfitte, l’ultima contro Trento. La Tezenis in casa realizza 74.5 punti di media subendone 63.3 punti di media.

Casale Monferrato dopo un periodo di piccola crisi, arriva da 3 vittorie consecutive, con Forlì, Scafati e l’ultima vittoria al PalaFerraris contro la BitumCalor Trento con il risultato di 74 a 67 grazie ad una prova di squadra eccellente ma grazie soprattutto alla prova sopra gli scudi di capitan Pierich. In stagione Casale nelle 12 partite giocate fuori casa ha collezzionato 8 successi esterni (la migliore squadra come successi esterni assieme alla Sigma Barcellona), dimostrando di essere squadra capace di sfruttare ogni piccola debolezza della squadra avversaria, essendo squadra che ama a giocare in campo aperto, e lo dimostrano anche le cifre visto che realizza 78.3 punti di media (la migliore squadra a livello realizzativo in trasferta) a discapito dei 78.1 punti subiti.

Coach Griccioli potrà schierare tutta la sua squadra al completo, anche l’americano Rodney Green che nell’ultima partita ha dovuto giocare pochi minuti, a causa di uno “scavigliamento” nell’allenamento di giovedì.

Casper Ware è il play-maker titolare e stella della squadra piemontese essendo anche il capocannoniere dell’intera legadue con 21.52 punti di media, ma anche ottimo assist-man con 5.4 assist a partita e tiratore da 3 punti veramente formidabile (38%). Inoltre Ware si e’ fatto notare in stagione per essere “uomo” da ultimo tiro, visto che ha ralizzato il canestro decisivo sia a Barcellona sia a Forlì.

Rodney Green è una guardia dotata di un’accellerazione incredibile che gli permette di realizzare molti canestri in penetrazione ma anche di subire molti falli. Unica sua pecca il fatto di essere un giocatore troppo solista e accentratore, ma di certo è una delle stelle di questa Legadue con i suoi 20 punti di media realizzati, i 4 rimbalzi a partita e il 55% da 2 e il 46% da 3.

Green ha dovuto restare fuori due mesi per infortunio e nelle ultime partite ha sempre dovuto giocare pochi minuti a causa di piccoli acciacchi. La domanda che accomuna tutti i tifosi casalesi e tutti gli addetti ai lavori è una sola: Con un Green al 100% dove può arrivare questa Novipiù?
A partire titolare è il classe ’88 Giancarlo Ferrero guardia/ala, ottimo penetratore ma anche discreto tiratore dai 6.75. La sua dote migliore è quella del difensore, che gli permette di difendere e molto spesso annullare la guardia americana della squadra avversaria.

Niccolò Martinoni con i 9.8 punti segnati e i 6 rimbalzi catturati e il 60% da 2, si sta dimostarndo uno dei migliori lunghi del campionato, nonchè la sorpresa più positiva per coach Griccioli e tutto il pubblico di fede rossoblù. Martinoni si sta facendo notare per la sua ottima capacità offensiva grazie alla sua tecnica sopraffina, ma soprattutto in difesa e a rimbalzo dove in molte partite si rivela un fattore positivo per la Junior.

Sotto i cristalli assieme a Martinoni, il centro lituano Butkevicius, vero e proprio totem d’area, vero e proprio riferimento difensivo e offensivo per la squadra rossoblù. Con gli 8.8 rimbalzi catturatiè uno dei migliori rimbalzisti della lega,e di certo contro il lungo veronese Lawal sarà una bella sfida sotto i cristalli.

Ad alzarsi dalla panca i due veterani e bandiere della squadra, Matteo Malaventura e Simone Pierich, che con la loro grinta ma soprattutto con la loro qualità offensiva (due dei migliori tiratori dai 6.75 dell’intera legadue) riescono ad essere un valore aggiunto per la loro squadra,
A completare il roster il play Diego Monaldi e il lungo Riccardo Antonelli che nelle ultime partite stanno avendo molti minuti e fiducia a dispozione da parte di coach Giulio Griccioli. Aggregato alla squadra anche il giovane Giovara.

Verona che nel corso della stagione è stata afflitta dagli infortuni, dovrà fare a meno anche in questa partita del play Massimo Chessa ma anche molto probabilmente dell’ex Gabriele Ganeto.

Coach Ramagli grazie all’aiuto del d.s. Giuliani ha costruito una squadra che all’inizio dell’anno avrebbe dovuto puntare alle zone alte della classifica, ma che a causa dei tanti infortunii e imprevisti, i gialloblù non sono mai riusciti a trovare la continuità nei risultati, anche a causa delle prestazioni non eccellenti di alcuni cardini della squadra che fino ad adesso hanno un pò deluso le aspettative.

Due di questi sono gli americani, il play McConnell e la guardia Westbrook, entrambi molto deludenti e discontinui nel corso dell’annata, ma che nelle ultime partite sembrano essere in ripresa, soprattutto il play ex Jesi, che sembra essere ritornato ai livelli dell’anno precedente, e se così fosse coach Ramagli potrebbe finalmente avere quell’uomo ideale in cabina di regia che gli è mancato nel corso della stagione. Westerbook che realizza 16 punti di media, è un’ottimo penetratore ed è bravissimo ad attccare il ferro, ma nella sua prima stagione in Italia, sta trovando molti problemi di continuità nell’arco della partita, soprattutto sparendo nei momenti caldi del match.

Il Veronese Giorgio Boscagin è l’ala piccola titolare della squadra, nocnchè il capitano della squadra. Quest’anno con i suoi 7.7 punti a partita sta vivendo una stagione positiva, con il 48% da 2 e il 37% da 3, catturando anche 4.2 rimbalzi a partita.

Ma la vera forza di Verona sta nei lunghi, con la coppia formata da Matteo Da Ros e Abdul Lawal. Il primo classe ’89 ex Barcellona, in stagione realizza 9.2 punti a partita, catturando quasi 6 rimbalzi a partita. Il centro Nigeriano che Giuliani ha pescato in Legadue spagnola, grazie alle sue doti atletiche fuori dal comune realizza 10 punti a partita, catturando addirittura 13 rimbalzi a partita, per un 23 di media di valutazione totale. Unico suo punto debole, come il suo collega Butkevicius sono i tiri liberi (48% dalla lunetta).

Dalla panchina si alzano il belga Dimitri Lauwers e Davide Lamma, nuovi acquisti della Tezenis, ottimi rimpiazzi utili per sopperire agli innumerevoli infortuni. Entrambi i giocatori esperti della categoria, che nonostante l’età posso essere utili alla causa grazie alla loro esperienza, e per quanto riguarda il belga, che può essere utile sfruttando il suo ottimo tiro dai 6.75.

A completare il roster i giovani Bozzetto e De Nicolao.

Unico precedente di rilievo tra le due formazioni al palaOlimpia la vittoria di Casale per 93 a 97 con Ricky Hickman MVP del match con 24 punti. Ultima sfida invece a due giorni da Natale, vinta per 79 a 72.

Migliore in campo fu Casper Ware autore di 24 punti, 9 assist, 5 rimbalzi, 6 falli subiti e 25 di valutazione, sopperendo all’assenza di Rodney Green. In doppia cifra anche Butkevicius (14 punti e 19 valutazione), Pierich autore di 17 punti (4/10 da 3 ), Martinoni (11 punti) e Ferrero autore di 10 punti. Bene anche Antonelli e Monaldi mente deludente la prova di Malaventura, di certo non in serata ma che comunque con la sua grinta e la sua esperienza contribuisce sempre e comunque alla causa rossoblù. Per Verona una partita molto difficile, ma in cui ha comunque avuto ottime cose da Westerbook(18 punti), Lawal 12 punti e 13 rimbalzi, McConnell (13 punti), e Matteo Da Ros, migliore dei suoi autore di 19 punti e 22 di valutazione. Male invece il trio degli italiani Ganeto, Ghersetti e Boscagin di certo non autori di una prova sufficiente.

Ad arbitrare la partita che si disputerà domenica 21 Aprile alle 18.15, saranno Andrea Masi, Eduardo Ciano e Claudio Di Toro.

La partita sarà visibile in diretta streaming su legaduebasket.it e sportube4.