Casale verso sud con Butkevicius che lascia, Trapani prova a riaccendere la sua “Light” House

di Michele Rotunno

Il mese di novembre si chiude domenica 30 con la sfida tra la lanciatissima Novipiù Casale che fa visita, in occasione della decima giornata del campionato di Serie A2 Gold, alla Lighthouse Trapani.

Casale arriva dalle due vittorie esterna-interna contro Veroli e Napoli; opposta la situazione dei siciliani, fermi a 6 punti in classifica frutto di un rendimento assai altalenante.

recenti successi della Junior hanno ancora di più cementato l’ambiente nel particolarissimo autunno che i monferrini stanno vivendo dal punto di vista fisico.

E’ noto come sino a fine anno coach Ramondino dovrà rinunciare a capitan Martinoni (frattura scafoide mano destra e operazione); a questo si sono via via aggiunti i problemi ad un ginocchio diButkevicius* (rescissione con il lituano e   possibile ritorno sul mercato), la “scavigliata” che ha tenuto fermo per 15 giorni Blizzard (possibile rientro e impiego limitato per la guardia) e l’influenza che ha ridotto ai minimi il roaster piemontese.

Trapani sta faticando a trovare un’identità precisa Trapani: partita con lo shock per la sconfitta-beffa a tavolino alla prima casalinga contro Mantova, in ripresa contro Ferentino e Torino, ricadute con Verona e Veroli, derby vinto ad Agrigento e perso nella scorsa a Barcellona.

Work in progress di fronte alle Egadi. La regia dei granata di coach Lino Lardo è nelle mani del veterano Guidi Meini, (30 min + 6 ppg per l’ex Pistoia e Venezia), che si sta alternando con l’emergente e interessantissimo Stefano Bossi4.4 ppg+1 assist,  play classe ’94 che si ritaglia13.5 minuti di media.

Gli Usa sono il rookie TJ Bray, che agisce nello spot di guardia e capace di 17 punti nella sconfitta di Barcellona, e l’ala Evans13 ppg+5 rimbalzi di media, prodotto pescato la scorsa estate in Grecia dalla dirigenza siciliana. Riconfermata e super-rodata la linea di lunghi tricolore formata daBaldassarre e Renzi, artefici dell’ottima passata stagione che ha segnato il ritorno della pallacanestro che conta in questo angolo di Mediterraneo.

Esce dai blocchi il piemontesissimo Giancarlo Ferrero, neo capitano dei suoi e definito dall’assistant-coach di Casale, Andrea Valentini, il miglior sesto uomo del campionato; il “Gianca” farà di tutto per non perdere l’imbattibilità personale contro i suoi ex compagni, frutto delle due vittorie maturate nello scorso campionato.

Che Junior vedranno le migliaia di tifosi collegati in streaming dall’altra parte d’Italia? Sicuramente una squadra in fiducia, ancora incompleta ed incerottata, sicuramente non alla ricerca degli ultimi tepori autunnali in Trinacria, ma di due punti che la proietterebbero di fatto tra le regine di categoria.

Ma non sarà semplice, tutt’altro: la prova tutta emozione e sostanza (fatti Eternit in primo piano e “under” gettati nella mischia) contro Napoli dell’ex- Malaventura, ha fatto gravitare sulla cittadina monferrina attenzioni cestistiche ed extra-parquet.

Ramondino ha nuovamente gli uomini contati; nota positiva la passata influenza che ha limitato, nell’ultima gara, a 5 minuti d’impiego il ‘93 Edo Giovara.

Unici lunghi di ruolo, solo ed ancora il neo-capitano pro tempore Aka Fall ed il baby Eric Ruiu3 rimbalzi, 2 punti e 15 minuti d’impiego nell’ultima!

In regia l’assist-man della truppa Tomassini e Andrea “3 points” Amato, sacrificio puro per l’unico straniero Marshall, che da un paio di settimane riposa giusto il tempo di una boccata d’ossigeno (38 e 39 minuti per lui nelle ultime uscite!).

In costante crescita Nik Natali, ala che parte dalla panca ma che da un grosso contributo difensivo e ultimamente anche di punti (contro Napoli); saranno ancora della truppa Luca Valentini e Matteo Giovara, non il nuovo ma il nuovissimo che avanza in riva al Po!

Tema tattico sarà sicuramente lo scontro sotto le plance, dove la freschezza atletica dei granata Baldassare e Renzi sarà di tutt’altro spessore rispetto a quella opposta domenica scorsa dai rientranti napoletani Brkic e Allegretti; Casale ha fatto benissimo limitando i partenopei con raddoppi e difesa altissima, scelte obbligate per una squadra ridotta ai minimi effettivi ma con l’anagrafe dalla sua.

Trapani cercherà di riprendere il bandolo della matassa e tornare a livelli di classifica che le competonodel resto è una formazione costruita per migliorare il solo sfiorato play-off di aprile scorso.

Casale non avrà al seguito il suo n°56, la mascotte tiratrice “Gallo Beppe”, balzata agli onori della cronaca per il buzzer-beater più incredibile della stagione; che sia un tiro più terrestre, magari del rientrante Blizzard, a regalare la vittoria alla Novipiù?

* = COMUNICATO UFFICIALE:  Novipiù Junior Casale e l’atleta Povilas Butkevicius comunicano di aver consensualmente risolto il rapporto contrattuale in essere. La Società esprime nell’occasione il più sincero e profondo ringraziamento al suo giocatore lituano per la professionalità dimostrata, lo sforzo compiuto nel corso di questi mesi di stagione a Casale e ancor più per l’attaccamento al Club e alla squadra, che lo ha portato a sostenere impegni agonistici in precarie condizioni fisiche. Sentito il parere dello staff medico e degli specialisti interpellati, Junior e Butkevicius hanno concordato di risolvere il contratto, consentendo così al giocatore la piena libertà di valutare la strada migliore per il raggiungimento del pieno recupero fisico. La Junior augura a “Povka” le migliori fortune professionali ed un pronto rientro all’attività.

Le parole di Povilas Butkevicius: “È uno dei momenti più difficili della mia carriera: purtroppo non sono in grado di continuare la stagione a causa di problemi al ginocchio sinistro, che necessita di un intervento chirurgico. Voglio ringraziare in primis il Presidente Dott. Cerutti e il Direttore Generale Marco Martelli per avermi portato qui nel 2012 e per avermi dato la possibilità di tornare in questa stagione. Voglio inoltre ringraziare tutti i tifosi di Casale per avermi sempre fatto sentire a casa. Un ulteriore ringraziamento va a coach Ramondino e a tutti i miei compagni, con cui finora abbiamo condiviso splendidi momenti. Avevo grandi piani per questa stagione, purtroppo rovinati da questi problemi fisici. Una parte del mio cuore sarà sempre a Casale Monferrato e per questo non dico Addio, ma: “Arrivederci!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy