Cento-Fortitudo Bologna, la sala stampa: le parole di Dalmonte e Mecacci

0

Le parole di coach Dalmonte dopo la sconfitta: “Abbiamo giocato 25’ con buona presenza, eseguendo bene l’ordinario e siamo rimasti dentro la partita nella modalità in cui volevamo. Parlo di presenza, perché anche in questi 25’ abbiamo commesso comunque degli errori. Poi ci sono stati 10’ in cui ci siamo alternati con più o meno vantaggi, siamo arrivati pari a 5’ dalla fine, e alla fine qualche errore ci ha affossato mentalmente facendoci uscire in modo definitivo dal match. Dobbiamo assolutamente imparare da questi momenti, che possono essere decisivi sia per il trend da mantenere che per la capacità di recuperare, mentalmente, dopo gli errori. Abbiamo ecceduto in cambiare troppo spesso a livello di pick and roll e questo ci ha penalizzato, non c’è stato il giusto equilibrio a rimbalzo difensivo, e loro hanno avuto 12 rimbalzi offensivi nel secondo tempo. Quindi, più possessi e 40 tiri a 24 dopo l’intervallo. Questo ha portato i nostri avversari ad avere nel secondo tempo il doppio dei possessi. Prendiamo la partita con rammarico, e cercheremo di essere più lucidi. Servirà migliorare il numero di cose giuste, mi prendo l’attenzione difensiva nella sua globalità al di là dei rimbalzi. Frustrante fare buone difese, magari facendoli tirare alla sirena, e concedere poi il secondo possesso. In attacco dovremo essere più reattivi davanti ai loro cambi, ed essere più pazienti dopo gli errori sapendo di poter avere, casomai, seconde e terze opportunità. Fisicamente dobbiamo tutti trovare la condizione ottimale, anche oggi abbiamo fatto al netto del risultato un passo in avanti, poi non dimentichiamoci, nella sconfitta, di fare i complimenti a chi ha vinto: loro hanno saputo cambiare atteggiamento difensivo, hanno saputo cavalcare Archie nel secondo tempo, quindi bravi”.

Le parole di coach Mecacci dopo la vittoria: “Sicuramente giusto fare un doveroso applauso alla cornice di pubblico, oggi palazzetto strepitoso come a Cento non si era mai visto. La prima giornata doveva regalare emozioni, è stato bello viverle, allenare e giocare in questo clima. All’inizio siamo stati tutti un po’ tesi, poi complimenti ai miei che non hanno mollato quando la Fortitudo ha dato due spallate, e siamo riusciti a cambiare l’atteggiamento e l’energia quando serviva. E bravi a recepire accorgimenti difensivi che ci hanno migliorato anche in difesa. La Fortitudo migliorerà nel corso del campionato, per noi una vittoria importantissima.”

(Fonte basketinside.com)