Derby Agrigento – Barcellona ed il mistero dei 6 punti “fantasma”…

di Pierfrancesco Laudani, @pierolaudani

 

Moncada Agrigento – Sigma Barcellona: un derby colorato, appassionante, cori, sfottò con tanto di botta e risposta e quel sano antagonismo che, in una partita del genere, rappresentano il “sale” e la “vitamina” necessarie per uno spettacolo che grandi e piccini aspettavano con passione e trepidazione! Ed una partita del genere, una festa dello sport per una regione che può vantare ben quattro compagini nelle due principali serie della pallacanestro maschile, meritava certamente un terzetto arbitrale all’altezza che in tal senso è stato il vero, se non l’unico, assente dell’evento tanto atteso! Ed alla fine i veri protagonisti dell’incontro sono stati proprio i tre uomini in grigio (Borgo, Caforio e Pecorella) che hanno aimè rovinato un derby che non meritava di certo cotanto scempio tecnico. I giocatori in campo hanno battagliato con sano agonismo come si conviene alle migliori partite stracittadine o straregionali nel caso specifico. Non si sono intravisti spunti tecnici eccellenti, tanti errori da una parte e dall’altra, ma per lo meno in campo i dieci di turno hanno lottato e sudato la canotta dal primo all’ultimo minuto con passionalità e professionalità. Ed alla fine la spunta Agrigento e la domanda sorge spontanea: con merito? Certamente! Alla fine chi vince ha sempre ragione perché ha messo in campo quel qualcosa o quel “quid” in più per superare l’avversario, con la capacità, cattiveria agonistica, malizia nonché furbizia nell’approfittare di talune defezioni o “assenze” arbitrali, in ogni caso con la capacità di prevalere sull’avversario in virtù delle proprie capacità! E’ pur vero che Agrigento non è l’Armani Jeans né, tantomeno, Barcellona è il Barça blaugrana. In campo sono scese due compagini che più o meno lottano per lo stesso obiettivo, ossia una tranquilla salvezza in un campionato assolutamente livellato ed equilibrato dove alla fine decisioni ed errori marchiani possono pesare e non poco nell’economia di un campionato. Ed è proprio Barcellona, che nella sommatoria finale (poiché vengono “inventati” ed assegnati ad Agrigento punti fondamentali in momenti fondamentali), a recriminare con ferma certezza su tre episodi basilari che sono costati almeno sei punti che, nell’epilogo della gara, hanno rappresentato il divario nel risultato finale. La società giallorossa in maniera non ufficiale ma “ufficialmente ufficiosa” lamenta i tre episodi incriminati nel seguente ordine:

  • Fine del primo quarto con Barcellona avanti nel punteggio ed in pieno controllo del match: rimbalzo difensivo di Borra che prende possesso della palla ed entra in contatto fisico con Piazza (che gli rende circa 40 cm.!). Fallo fischiato al lungo di Barcellona con i giallorossi non ancora in bonus. Due liberi assegnati a Piazza. Protesta “ovvia” di Borra e tecnico aggiuntivo (quindi un altro libero in più). Barcellona aveva il possesso pertanto, per regolamento, si doveva riprendere con la rimessa o quantomeno con un solo tiro libero più possesso per Agrigento in virtù del fallo tecnico. Piazza fa 3/3 ma 2 punti (dei primi due liberi figli dell’alterato fallo) non sono validi.

https://www.youtube.com/watch?v=q-55HIBxllw&feature=youtu.be

  • Ultimo quarto: Barcellona con fatica ed altrettanta energia ricuce gap su gap. Attacco di Agrigento con appoggio a canestro in semigancio di Dudzinski, palla che barcolla sul ferro e tap-out regolare di Da Ros che schizza la palla fuori dal ferro senza appoggiarsi al ferro e con la mano che non tocca o sfiora il ferro stesso. Gli arbitri assegnano i due punti ad Agrigento per interferenza irregolare: 2 punti non validi.

https://www.youtube.com/watch?v=yTo1iGVj10s&feature=youtu.be

  • Ultimo quarto: Agrigento + 3 e palla in mano ad un 1’10’’ dal termine. Partita al cardiopalma, ogni possesso pesa come un macigno, il match è appassionante e merita il dovuto rispetto da parte di tutti, dai giocatori ai tifosi, dal magazziniere financo ai banconisti dei bar del lungomare di Porto Empedocle! Ed ecco che il terzetto in grigio realizza il personale capolavoro di illusionismo, degno del miglior Houdini, uscendo il fantomatico coniglio dal cilindro. Tiro di Piazza che realizza dentro l’arco allo scadere dei 24’’ ma con la palla ancora in mano e non rilasciata quando la sirena e luce rossa dei 24’’ erano già attivate! 2 punti aimè ancora non validi!

https://www.youtube.com/watch?v=dEZbfk2V3DE&feature=youtu.be

Totale 6 punti! Agrigento vince di 6!

Se poi vogliamo aggiungere un fallo in attacco fischiato (da un arbitro) a 2’ dalla fine a Garri su Evangelisti in un pick’n’roll con Spizzichini, con l’altro arbitro che richiama Evangelisti per flopping… la frittata si arricchisce ancor di più!

E se poi si vuole aggiungere altro ancora non occorre poiché è risaputo che interpretazioni e metodi di conduzione non possono e non devono essere disquisiti in quanto nella storia chiunque, compresa Barcellona, è stato avvantaggiato o svantaggiato da linee di conduzione personali o impersonali! E sarebbe scorretto e poco produttivo analizzare tali aspetti poiché non ne usciremmo più!

Ma questi analizzati sono gravi errori tecnici, palesi, lampanti, lacune e carenze procedurali che farebbero arrossire persino una comitiva di amiconi del torneo UISP con il dovuto rispetto per questi ultimi!

La palla ora alla federazione, all’associazione arbitri ed alla lega per rendere il dovuto merito e la giusta considerazione alla seconda lega nazionale maschile del secondo sport di squadra più seguito in Italia! Oggi è stata penalizzata Barcellona. Domani magari, chissà, sarà avvantaggiata ma non è questa la corretta soluzione per la quale non è sportivo il concetto di “compensazione” poiché uno degli sport più belli del mondo (ed oltreoceano è il più bello in assoluto!) non può e non deve essere vituperato da “illusionisti” che con il professionismo hanno ben poco a che fare! Per il bene di tutti! E per il bene di tutti ieri sera al PalaMoncada era presente un commissario nel cui taccuino avrà di certo annotato cotante nefandezze!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy