E' sempre più grigio il cielo sopra la Fulgor Libertas

0

In un momento come quello che stanno vivendo i supporter forlivesi, il lato sportivo della faccenda passa chiaramente in secondo piano. Anche perché ai ragazzi italiani che sono scesi in campo nelle ultime tre uscite stagionali non si può davvero rimproverare nulla a livello di attaccamento alla maglia e ‘garra’ sportiva. La commozione di Carraretto al termine della partita di ieri, lo stoico capitano Frassineti che scende in campo per amore verso la propria città nonostante un forte mal di schiena ed il saluto finale che pare quasi un addio, sono gesta che rimarranno per anni e anni impresse nell’album dei ricordi del ‘PalaCredito’.
Ma a rovinare questo bel ‘quadretto’ ci pensano le ultime novità provenienti dal fronte societario. Max Boccio, infatti, si sarebbe presentato a partita in corso ai botteghini del palazzetto per ritirare l’incasso di giornata, sul quale, però, è riuscito a mettere le mani prima di lui l’ufficiale giudiziario, scatenando le ire del patron bolognese che avrebbe addirittura minacciato l’ipotesi di chiusura della Fulgor Libertas. Secondo quanto riportato da forlibasket.it, inoltre, pare che l’oramai famoso conto corrente aperto dalla società presso una banca di Bologna sia stato messo sotto pignoramento dalle autorità giudiziarie.
Settimana dopo settimana, sta quindi andando completamente alla deriva il mastodontico progetto annunciato in pompa magna dall’ex signor ‘Maxim’. Domenica prossima, infatti, se la situazione rimane immutata, gli eroi di coach Finelli non sembrano disposti a scendere nuovamente in campo (l’ultimatum era stato fissato per la gara contro Brescia). Mentre i vecchi soci della Fulgor Libertas si stanno riorganizzando all’interno di una realtà cestistica forlivese delle minors (la Giorgina Saffi), pronti a disputare il prossimo campionato di DNB.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here