Forlì accoglie Jesi, entrambe a caccia di punti salvezza

0

Dopo la strabiliante vittoria casalinga contro la Sigma Barcellona, la Fileni BPA Jesi si mette in viaggio alla volta di Forlì, per sfidarsi coi padroni di casa al PalaCredito in un match tra due formazioni che come obiettivo minimo si sono prefissate la salvezza tranquilla, preferibilmente senza gare all’ultima giornata da bandire per i deboli di cuore. Jesi, come detto, viene dalla grandissima vittoria contro la compagine siciliana pur con un organico ridotto all’osso (per Migliori ennesimo forfait, non tesserato ancora Valentini e come si sa la panchina è piuttosto giovane ed inesperta) e qualche giocatore acciaccato che stringe i denti per onorare la canotta arancio-blu (capitan Maggioli su tutti, Brooks con qualche risentimento alla caviglia dolorante), e sulle ali dell’entusiasmo proverà a bissare questa impresa andando a sbancare il PalaCredito sostenuta da circa un centinaio di suoi fedelissimi tifosi, che appena si presenta una trasferta a pochi chilometri di distanza, non perdono l’occasione per seguire i loro beniamini. Dall’altra parte Forlì non starà certo a guardare, e punterà come al solito sulla sua velocità in campo aperto per mettere in difficoltà i marchigiani. La Marcopoloshop.it viene dalla sconfitta nel derby di Romagna contro i rivali dell’Aget Imola, e questa è un’ulteriore motivazione per tornare immediatamente alla vittoria, facendo affidamento al suo trio di stranieri composto dal bomber Freeman, opaco in queste ultime giornate (si, con Imola ne ha messi altri 22, ma con 1/11 da 3 e sbagliando il tiro che avrebbe potuto riaprire la partita nel finale), dal lungo atletico Easley che con le sue lunghe leve sicuramente darà del filo da torcere al totem jesino Maggioli, ed infine il finlandese Huff, dotato di carisma ed esperienza che potrà usare contro il rivale Brooks, alla prima esperienza fuori dalla sua patria. Un punto dove la Fileni potrà trovare sguarnito l’avversario sarà nella cabina di regia, dove per mano dell’infortunio patito da Nardi, Forlì dovrà adattare Borsato a playmaker (cosa che fa ormai da qualche giornata) e impostare come primo cambio il neo arrivo da Ostuni Tommaso Marino, non ancora entrato pienamente nel sistema di gioco di coach Vucinic. Si prospetta una partita punto a punto, molto combattuta tra le due formazioni, che certamente non lasceranno nulla di intentato e faranno di tutto per portate a casa i due punti in palio.