Forlì, i giocatori ‘scioperano’ e decidono di non allenarsi. Mentre Boccio…

di Simone Casadei

Quello che ci si attendeva nei giorni scorsi, purtroppo, è successo nella giornata di oggi. I giocatori della Fulgor Libertas si sono incontrati quest’oggi al ‘PalaCredito’ ed hanno deciso di mettere in atto uno ‘sciopero’ dell’allenamento, non avendo ancora ricevuto, ad oggi, gli stipendi relativi alle mensilità di settembre ed ottobre. Secondo quanto riportato da forlibasket.it, i giocatori (gli italiani ed Abbott, non sono stati avvistati nelle vicinanze del palazzetto né Becirovic né Zizic) si sono asserragliati nello spogliatoio per oltre un’ora con lo staff tecnico ed il direttore sportivo Lino Frattin. E, una volta usciti da ‘dietro le quinte’, hanno preso velocemente la via di casa (o, alcuni, verso l’albergo in cui ancora alloggiano).

In tutto questo trambusto va segnalata l’irreperibilità di Boccio dalla mattinata di ieri, che, sempre secondo forlibasket.it, si troverebbe attualmente a Londra con la consorte per tentare di riscuotere alcuni assegni circolari già intestati ai vari tesserati Fulgor Libertas. Situazione davvero complicata ed intricata quindi, con la speranza da parte dei tifosi biancorossi che la gara tra Forlì e Casalpusterlengo di domenica pomeriggio venga regolarmente disputata. Del resto la recentissima storia del basket forlivese ha insegnato che sotto San Mercuriale nulla è scontato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy