JB Monferrato, gli obiettivi di Guido Repetto: “Giovani, territorio e approccio sociale”

JB Monferrato, gli obiettivi di Guido Repetto: “Giovani, territorio e approccio sociale”

Le parole amministratore delegato del Gruppo Elah Dufour Novi, proprietario del marchio NoviPiù, main sponsor della JB Monferrato.

di La Redazione

Le dichiarazioni di Guido Repetto, amministratore delegato del Gruppo Elah Dufour Novi, proprietario del marchio NoviPiù, main sponsor della JB Monferrato. Guido Repetto spiega perché da undici anni Novi sostiene il basket a Casale Monferrato e illustra gli obiettivi in cui crede e che vanno oltre il parquet.

Il basket perché è una passione, Casale perché è la realtà sportiva più importante del territorio

“L’impegno nel basket nasce molto dalla passione personale, che coinvolge tutto lo sport ovviamente, ma nel mio caso di più la pallacanestro. L’impegno a Casale è motivato dal fatto che il nostro vuole essere un intervento sulla realtà sportiva più importante del territorio. Prima con la Junior, ora con la JB Monferrato cerchiamo di dare continuità al progetto”.

“Si tratta sicuramente di uno degli interventi più importanti che facciamo nello sport, – spiega Guido Repetto – perché lo riteniamo fondamentale nella crescita dei giovani e per uno stile di vita sano. Questi sono valori che lo rendono compatibile con la nostra azienda”.

Obiettivi: valorizzazione dei giovani, promozione del territorio e approccio sociale

“Intorno al progetto sportivo e alla sua celebrazione, che culmina nella partita della domenica, deve ruotare tutto il progetto della società. In particolare – afferma l’amministratore delegato del Gruppo Elah Dufour Novi – si deve muovere su tre assi: valorizzazione dei giovani, valorizzazione e conoscenza del territorio, approccio sociale”.

“Vogliamo che un club di pallacanestro come la JB Monferrato sia visto come centro di raccolta di passione, ma anche di risorse che possono poi ritornare sul territorio con varie iniziative che portano beneficio a tutti: così come negli anni è accaduto insieme alla Junior con la fondazione Uspitalet o con le partite a favore del restauro della chiesa di Santa Caterina. Tutte operazioni che a nostro parere accompagnano una squadra di basket, obiettivi prioritari che si affiancano a quelli sportivi”.

La nuova società? Condividiamo pienamente progetto e visione

“Nella nuova proprietà ci sono alcuni amici di vecchia data e conoscenze più recenti, quello che ci unisce è la stessa visione del progetto. Ovviamente piace a tutti vedere una bella partita la domenica e magari vincere, – conclude Repetto – ma quello che conta davvero è che alle spalle c’è una progettualità chiara e condivisa”.

FONTE: Uff. Stampa JB Monferrato

__

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy