La FMC Ferentino alla conquista di Forlì.

0

Settimana ricca di emozioni e cambiamenti in casa amaranto: partendo dalla vittoria di domenica, al PalaPonteGrande, contro Trieste, che ha visto protagonista indiscusso “uragano-James” con 36 punti e l’arrivo della nuova guardia argentina Juan Carlos Casini coincidente con l’addio definitivo (dopo soli 3 mesi) di Reggie Hamilton (di cui la società ha dato notizia proprio nella giornata di ieri, mercoledì 13 febbraio). La squadra ciociara continua ad essere irrequieta sia in campo che nel mercato: la voglia di essere un’avversaria temibile c’era fin dal principio, ma ora dopo i recenti successi tutto questo sta diventando realtà. Nonostante gli addii e i nuovi arrivi la FMC non perde di vista il prossimo obiettivo, rappresentato questa volta dalla trasferta in quel di Forlì. Diversi mesi son passati dal loro primo incontro, ma il ricordo di quella serata è ancora vivo nelle menti di tutti, giocatori e tifosi di entrambi gli schieramenti. Al tempo la partita, giocata al PalaPonteGrande; rappresentò per la FMC la prima vittoria dopo un tris di sconfitte (87-68): oggi come allora le squadre, a 2 punti di scarto, si trovano a scontrarsi per aggiudicarsi quei punti così essenziali per la scalata alla classifica.

Forlì si prepara ad accogliere la squadra di coach Gramenzi; ferita (per il duro colpo infertole dalla Sigma, venerdì scorso 77-81) e mutilata di giocatori importanti come Todic (che lunedì 11 febbraio ha rescisso il contratto con la società a causa della non facile situazione economica che la Fulgor sta attraversando) e Roderick (stanno proseguendo gli accertamenti medici riguardo le condizioni fisiche del giocatore, che quindi è fermo fino all’esito dei risultati); ma nonostante tutto ancora combattiva. Coach D’Agnello può vantare comunque nel suo roster giocatori di livello come l’americano Spencer Bo (14.2 punti di media; 3.5 rimbalzi; 0.4 stoppate; 2.6 assist) e Musso, che l’anno passato con Napoli ha vinto la classifica dei marcatori del campionato di A Dilettanti con 19.8 punti di media aggiunti ai 4.2 assist (9.3 punti; 3 rimbalzi; 1.8 assist). I ragazzi di coach Gramenzi non devono sottovalutare però Natali, buon tiratore (70% nei tiri) e Scoloperto, ex Avellino, con 6.5 punti di media; 4.1 rimbalzi e 0.2 stoppate.

La FMC Ferentino affronta questa trasferta, guidata dal Mvp dell’All Star Game James (16.9 punti; 1.6 schiacciate; 6.1 rimbalzi; 2.0 assist) avversario davvero duro e il capitano Guarino con 12.6 punti; 3.1 assist, al suo secondo anno in maglia amaranto. I forlivesi dovranno inoltre impegnarsi a contenere le azioni, le giocate del resto del quintetto d’attacco: costituito da Gurini (10.3 punti; 3.0 rimbalzi) un’ottima guardia e non solo; Ekperigin con 13.7 punti; 1.5 schiacciate; 9.8 rimbalzi (al secondo posto come miglior rimbalzista di questo campionato) e Parrillo (rivelazione di queste ultime partite; ottimo realizzatore da 3 punti). Un occhio di riguardo va ad Allegretti, nonostante si sia aggiunto da poco ai gigliati si è subito integrato e Tomassini, che mette a referto proprio quei punti necessari a ribaltare le sorti del match.

Ora non resta che vedere come l’ingresso in squadra di Casini inciderà sulla squadra. L’appuntamento è dunque per domenica 17 febbraio ore 18.15.