La nuova stagione è alle porte. Alla scoperta della nuova Giorgio Tesi Group Pistoia

0

Dopo le soddisfazioni dello scorso campionato e lo spettacolo offerto ai tifosi, la società ha optato per una rifondazione del team, confermando invece in blocco il settore tecnico. Lo spartito dunque non cambia, a dirigere l’orchestra ci sarà ancora coach Moretti con i suoi collaboratori, sono cambiati però quasi tutti gli interpreti. A poco meno di un mese dalla prima palla a due (e a pochi giorni dalle fasi preliminari della Coppa Italia) andiamo ad analizzare nel dettaglio la nuova Giorgio Tesi Group.

 

Mathis Donte playmaker di 190 cm, nato il 13/07/1977 in Texas ma di passaporto italiano. Arriva da Udine con alle spalle una grande esperienza nel nostro campionato ed in particolare in Legadue, dove approda nel 2003 a Ragusa (16.5 punti di media). Poi due anni a Novara, uno a Pesaro, uno a Imola e due a Casale Monferrato dove minutaggio e rendimento diminuiscono sensibilmente. Nel 2009 approda ad Udine per guidare la squadra ai vertici della classifica, ma un brutto infortunio ne condiziona pesantemente le due stagioni in arancione. Giunto a Pistoia come “prima scelta”, finalmente recuperato, ha fame di riscatto. Ottima visione di gioco e bagaglio tecnico. Moretti gli ha già consegnato le chiavi della squadra.

 

Bobby Jones ala di 201 cm, nato il 09/01/1984 a Campton (California). E’ uno dei due esterni veloci e pericolosi che Moretti aveva espressamente richiesto. Jones può vantare esperienze con diverse squadre Nba (quasi 100 gare in totale) e nelle serie minori americane. Nel 2009 approda nella nostra massima serie con Teramo (11 punti in 25 min di media). L’anno successivo esperienza negativa a Montegranaro dove viene tagliato a febbraio. Nel suo passato più recente (marzo 2011), debutta in Legadue da protagonista (17.2 punti 9 rimbalzi, 0.4 stoppate in 32 minuti di media), contribuendo alla salvezza di Forlì. Il fisico e le doti atletiche di questo giocatore fanno si che possa giocare sia lontano che sotto canestro. Già dalle prime amichevoli ha dimostrato di essere il vero terminale offensivo della squadra, quello con i punti nelle mani come si suol dire. Se Moretti riuscirà ad inculcargli l’intensità difensiva tipica di Pistoia il suo potenziale è devastante.

 

Dwight Hardy guardia di 186 cm, nato il 02/12/1986 a New York (Usa). C’è molta curiosità intorno a questo ragazzo del Bronx. Si è fatto notare alla Kennedy High School grazie ad impressionanti medie di 39 punti a partita, confermandosi nelle stagioni successive alla St. John’s University. La grande stagione universitaria 2011 lo porta ad essere inserito tra i venti migliori giocatori NCAA di tutti gli Stati Uniti. Grande elevazione, tiratore puro, è l’altro esterno alla quale la Giorgio Tesi si affida per trovare punti e spettacolo. Buone indicazioni sono venute dalle ultime amichevoli dove Hardy ha evidenziato le sue spiccate doti realizzative. Vedremo se anche quest’anno la società avrà pescato bene come in passato.

 

Guillame Yango centro di 205 cm, nato il 31/03/1982 a Parigi (Francia). Giocatore di esperienza internazionale che dovrà dare centimetri e sostanza nell’area pitturata. Promessa del basket francese, nel 2000 figura nella nazionale under 18 transalpina. Arriva a Sassari nel 2005 dopo la trafila delle giovanili in patria. Oltre alla sua fisicità sotto canestro dimostra di avere buone percentuali da due nonostante sia un lungo (13.7 di media con più del 63%). Nel 2007 buon esordio in A1 con Teramo (7.2 punti in 21 minuti di media con più del 62% al tiro), l’anno successivo trova invece pochissimo spazio a Rieti (solo 8 gare). Dal 2009 gira l’Europa con poca fortuna, prima in Grecia con il Trikala, poi ancora in patria con Le Mans e Paris. Giunge a Pistoia con la voglia di invertire la parabola discendente degli ultimi anni, dovrà impegnarsi al massimo perché sostituire Varnado sarà una prova durissima.

 

Fiorello Toppo ala-centro di 198 cm, nato il 12/07/1980 ad Asmara (Eritrea). Il capitano, bandiera biancorossa e unico superstite del quintetto 2010, non ha bisogno di presentazioni. Ha subito accettato, con l’entusiasmo che da sette anni porta sul parquet del Palafermi, di guidare questo nuovo roster nell’ennesima avventura in Lega2. Inutile citare medie e statistiche, come è inutile sottolineare quanto Moretti confidi in lui in campo e nello spogliatoio. Questo ragazzo di origini eritree, di passaporto italiano, oramai pistoiese d’adozione, ha avuto un miglioramento esponenziale e continuo. Ha scalato serie ed infranto i record di presenze, rimbalzi e punti in biancorosso. Dotato di una fisicità esplosiva, combina grinta e disciplina tattica. Negli anni ha affinato la precisione al tiro e la difesa. Era sicuramente d’obbligo scegliere lui come primo tassello dal quale ripartire.

 

Giacomo Galanda ala-centro di 210 cm nato il 30/01/1975 a Udine. Un altro giocatore che non ha certo bisogno di presentazioni. E’ l’ultimo acquisto col botto del marcato della Giorgio Tesi Group, arrivato per sostituire un altro mostro sacro come Fucka. Un palmarès incredibile: tre scudetti, una Coppa Italia, due Supercoppe italiane, un argento alle Olimpiadi 2004, un oro, un argento ed un bronzo agli Europei. Lungo dinamico e veloce dal tiro micidiale, ottima tecnica, fa valere i suoi centimetri al rimbalzo. Dal 2006 era ritornato in Lega2 come leader di Varese, adesso approda a Pistoia convinto dal suo amico ed ex compagno Moretti, portando esperienza e qualità inestimabili.

 

Giacomo Gurini guardia di 192 cm nato il 16/07/1984 a Pesaro. Giocatore versatile che può ricoprire più ruoli, arriva da Rimini per garantire a Moretti una valida alternativa dalla panchina. Grintoso e grande difensore, dimostra di avere un buon tiro sopratutto dalla lunga distanza. E’ risultato essere uno dei più in forma durante le amichevoli pre-campionato.

 

Lorenzo Saccaggi play-guardia di 189 cm nato il 30/08/1992 a Massa. Prodotto del vivaio già da tre anni nel giro della prima squadra dove si è pian piano ritagliato sempre maggior spazio. Molto utilizzato lo scorso anno quando rientra spesso e volentieri nelle rotazioni dell’allenatore. Difensore “asfissiante”, abbina velocità e visione di gioco. Ancora troppo timido in fase offensiva nonostante sia dotato di un ottimo tiro. Questo potrebbe essere l’anno della consacrazione visto le responsabilità che Moretti ha detto di volergli affidare.

 

Completano il team due giovani Francesco Tuci ala-centro 203 cm classe ’92 già dallo scorso anno aggregato in prima squadra e Tommaso Della Torre ala di 200 cm classe ’94.

 

La società ha dunque investito molto su questo nuovo corso, portando a Pistoia nomi importanti. Il quintetto colored e lo spettacolo promesso dal coach fanno sognare i tifosi, che hanno risposto alla grande all’invito ad abbonarsi del Presidente Maltiniti (già più del doppio degli abbonamenti rispetto allo scorso anno in questo periodo). La panchina sembra meglio assortita della passata stagione ed i giocatori dimostrano di avere già legato. Nonostante l’obbiettivo rimanga quello di una salvezza tranquilla, se il gruppo ed i meccanismi di gioco funzioneranno, la speranza in casa biancorossa è, se non altro, di riconfermare i buoni risultati degli ultimi anni, ossia un posto ai playoff.