La Virtus Roma centra una clamorosa rimonta e batte Legnano

Torna alla vittoria casalinga l’Unicusano Virtus Roma che dopo il successo esterno di Agropoli ha la meglio sui Legnano Knights nella 23^ giornata di Serie A2 Citroën per 84-82.

di La Redazione

Torna alla vittoria casalinga l’Unicusano Virtus Roma che dopo il successo esterno di Agropoli ha la meglio sui Legnano Knights nella 23^ giornata di Serie A2 Citroën per 84-82 al termine di una partita incredibile che ha visto i padroni di casa ritrovarsi sotto anche di 24 lunghezze prima di una straordinaria rimonta conclusasi a 30” dal termine con la tripla di Capitan Maresca. Gli uomini di coach Corbani hanno sopperito nuovamente all’assenza di Chessa, oltre al solito Benetti, grazie a una grande prova di squadra nella quale si sono messi in evidenza Raffa e Landi.

Già dai primi istanti di partita Legnano mette in campo una difesa molto fisica che costringe Roma a trovare tiri difficili, spesso allo scadere dei 24 secondi, togliendole così l’abituale ritmo. Gli uomini di coach Ferrari sono molto ordinati in attacco e vengono trascinati da un Raivio in grande vena (10 punti nel primo parziale), mentre dall’altra parte Roma non è aiutata dalle percentuali (1/10 da tre) e si ritrova sotto 11-24 alla fine del primo quarto dopo un parziale di 0-7 degli ospiti. Un altro parziale in apertura di secondo quarto, questa volta di 0-9 con altri 8 punti di Raivio, porta la gara dalla parte dei lombardi che si ritrovano avanti 11-33 dopo poco più di 2’. La Virtus fa fatica a ritrovarsi e deve fare i conti con il prematuro terzo fallo di Brown, mentre Raivio non ha nessuna intenzione di fermarsi (sono 17 i punti per lui in questo quarto). Legnano ritocca continuamente il massimo vantaggio (19-43 a 3’ dal termine), ma una piccola reazione di Roma guidata da Baldasso e Landi (9 nel primo tempo) consente ai padroni di casa di limitare i danni fino al 32-48 di fine primo tempo.

Dagli spogliatoi però esce tutt’altra Virtus rispetto a quella vista nel primo tempo: aggressiva in difesa e decisa in attacco, guidata da 5 punti di Raffa apre il terzo periodo con un 10-1 nei primi 2’ che la riportano in partita sul 42-49. Baldasso e Landi si spendono con una grande difesa su Raivio e Mosley, inceppando l’attacco degli ospiti e consentendo a Roma di trovare qualche canestro in contropiede. Landi però si fa valere non solo in difesa, ma anche in attacco dove con 10 punti nel periodo aiuta i padroni di casa a ricucire ulteriormente lo strappo con il canestro del 56-57 a 2:30 dalla fine del periodo. Legnano risponde con un 0-6 di parziale che viene però limitato negli ultimi 2’ del quarto terminato 61-63. Con la partita oramai rientrata sui piani dell’equilibrio l’ultimo quarto si trasforma in un vortice di ribaltamenti di fronte ed emozioni: Roma tocca diverse volte la parità (63-63; 75-75) ma trova il primo vantaggio di tutta la sua gara con 2:45 sul cronometro con un canestro in entrata di Maresca. Nel punto a punto a finale è proprio il Capitano, insieme a un Anthony Raffa da 9 punti nel quarto (18 nel secondo tempo) a risolvere con una tripla a 30” dal termine, prima dello 0/2 ai liberi di Raivio che regala alla Virtus la vittoria 84-82.

Prossimo impegno per Roma sarà venerdì 3 marzo in Coppa Italia contro Treviso, alle ore 15.30 alla Unipol Arena di Bologna.

Queste le parole di coach Fabio Corbani in conferenza stampa: «Una partita con due diverse attitudini: nel primo tempo fondamentalmente eravamo soft su quello che volevamo fare, come essere aggressivi sulla palla, sulle uscite, stare sotto i loro piedi appena avrebbero preso palla. Invece abbiamo avuto un’aggressività diversa anche nel piano partita che voleva togliere il tiro da tre, rimanere con Mosley e rischiare un pochino negli 1vs1. Loro hanno battuto molto bene i blocchi, hanno difeso bene i pick and roll e gli hand-off, facendo una partita che doveva essere anche la nostra, mandandoci fuori ritmo anche in attacco dove abbiamo giocato a una velocità simile a quella a cui andavamo quando avevamo Benetti e Chessa, prendendo dei tiri che in questo momento non ci appartengono. All’intervallo alla squadra ho detto semplicemente di provare a fare il nostro piano partita, con l’obiettivo di entrare nell’ultimo quarto sotto di 9-10 punti per poi provare a vincerla nell’ultimo quarto. La squadra invece è andata oltre ogni richiesta, mettendo la partita in situazioni di parità in conduzione di gioco, ed era percepibile il fatto che potessimo riagganciarli in ogni momento, poi vincere o perdere alla fine è questione di episodi che a Legnano non ci hanno premiato e oggi sì. Sono molto contento per i ragazzi perché non mollano mai, si allenano con grande serietà e determinazione per vincere ogni partita; oggi hanno avuto un momento di atteggiamento morbido che può accadere per tanti motivi, ma poi siamo rientrati nelle nostre caratteristiche tipiche di atteggiamento».

Unicusano Virtus Roma – Legnano Knights 84-82 (11-24; 32-48; 61-63)

Unicusano Virtus Roma: Brown 11, Raffa 22, Piccolo, Lentini ne, Maresca 9, Chessa ne, Sandri 10, Baldasso 12, Landi 19, Vedovato 1.

Legnano Knights: Navarini, Maiocco, Palermo, Martini, Ihedioha, Sacchettini, Raivio, Tognati, Berra, Mosley, Battilana.

FONTE: Uff. Stampa Virtus Pall. Roma

Fotogallery di Federico Rossini

Tommaso Baldasso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy