L’Orlandina attenta a Jesi per riparare la sconfitta del derby

0

Per la penultima giornata della stagione regolare di Adecco Gold l’Orlandina sarà ospite di Jesi al PalaTriccoli, gara importante per i ragazzi di coach Pozzecco dopo la sconfitta nel derby della scorsa domenica a Trapani per riconfermarsi alla seconda posizione della classifica in vista dei playoff. Domenica sera Gianmarco Pozzecco ritroverà il PalaTriccoli di Jesi dove esordì da capo allenatore in Legadue con l’Orlandina che vinse portando a casa la prima vittoria di quella stagione.  Fu l’inizio di una grande avventura bianco-azzurra che continua a emergere con risultati positivi soprattutto con l’aggancio dei playoff, obiettivo sfiorito nelle ultime giornate nella scorsa stagione. Oggi, durante la conferenza stampa pregara coach Pozzecco ha presentato ai media la gara che l’Orlandina andrà ad affrontare domenica prossima, posticipata alle 20.50 per non coincidere con il Beko All Star Game di A1 che si svolgerà questo fine settimana ad  Ancona.

«Jesi è una buona squadra non hanno più due giocatori validissimi come Rocca e Goldwire,  ma continuano a giocare una buona pallacanestro. In questo campionato è molto difficile incontrare squadre dall’atteggiamento rilassato in campo – prosegue il Poz con un occhio già puntato sui playoff – Qualunque squadra avremo di fronte, l’affronteremo con il solito impegno».

Durante il girone di andata l’Orlandina dominò la gara per i primi tre quarti, senza Mays in cabina di regia a causa di infortunio, ma anche soffrendo sul finale riuscì a vincere sulla compagine marchigiana. Rispetto a quella gara Jesi non ha più la stella Goldwire, sostituito con l’ex paladino Ryan Hoover che evoca ricordi fantastici perché nove anni fa come in questi giorni era uno dei grandi trascinatori dell’Orlandina che conquistò la storica promozione in serie A. Nel quintetto di coach Piero Coen troviamo la guardia è Marco Santiangeli, classe ‘91, prodotto del vivaio jesino, entrato nel giro della Nazionale Under 20 nel 2011, vincendo la medaglia d’argento. L’ala piccola è Darko Jukic, promessa danese che si adatta a giocare su più ruoli. Il centro è Michele Maggioli, uno dei migliori pivot italiani in attività: rimbalzista con buon tiro frontale, ottima visione di gioco e capacità di passare bene la palla. Dalla panchina di coach Coen escono giocatori importanti: il primo è l’argentino naturalizzato italiano Franco Migliori, giocatore esperto e tiratore di striscia. Altro pericolo è Stefano Borsato, “soffiato” al Forlì del quale era capitano, ottimo sesto uomo. Un contributo importante potrà arrivare anche da Matteo Fallucca, campione europeo con la Nazionale Under 21. Completano il roster l’ala Giovanni Esposito, classe 1994, prodotto della Stella Azzurra Roma, e Christian Di Giuliomaria che dopo la brevissima esperienza siciliana a Barcellona ha trovato spazio nella Jesi di Coen.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here