Lucca: Arcanthea, ti voglio presentare

0

Questo il roster completo dei biancorossi:

 

DAVIDE PARENTE (playmaker): il playmaker che ha legato il proprio nome alle ultime due stagioni della società, interpretando da protagonista l’annata della promozione dalla Dnb e poi il primo campionato di Dna. Nato a Torino, ma originario di Vasto, in Abruzzo, Davide nell’ultimo anno ha disputato 34 partite con medie da 17 punti, 3 rimbalzi, 3 recuperi e 2 assist a serata, chiudendo al secondo posto la classifica dei realizzatori. Beniamino del pubblico e dello spogliatoio, con la sua massima professionalità, congiunta alla grande tecnica espressa in campo con semplicità ed umiltà, lo rende “simpatico” anche agli avversari ed al loro pubblico che lo stima e lo rispetta anche quando i suoi punti sanno far male.

 

MICHAEL DELOACH (guardia): 183 CM, NATO IL 14/01/1986,è una combo guard, un giocatore molto atletico, bravo ad attaccare il canestro, ottimo realizzatore e dotato di leadership.

Per certi versi un giocatore che somiglia a Davide Parente e che rappresenta anche il tipo di guardia che meglio si adatta al suo tipo di gioco in cui è fondamentale riuscire a essere pericolosi creando anche spazi per i compagni. “Moe” è già esperto della pallacanestro del Vecchio Continente ed è un vantaggio non da poco (si pensi al tranello del “passi di partenza” in cui cadono molto neofiti del basket fuori dagli Usa) e si sente molto motivato, alla vigilia del via alla sua avventura italiana: «Ringrazio i dirigenti che mi hanno dato l’opportunità di provare a crescere in un campionato sicuramente molto competitivo. So che è una società motivata e spero di poterle essere utile. Conosco già la pallacanestro europea e ritengo che possa insegnare molto nello stile di gioco. Ai fans della squadra dico che sono molto attratto dall’idea di giocare nel vostro campionato».

 

MATTEO MOTTA (playmaker/guardia): E’ figlio e nipote d’arte, Matteo Motta, perché il padre Silvano (tricolore con Pesaro nel 1988) e lo zio Giuseppe “Pino” sono stati cestisti di vaglia in Serie A negli anni 80. E’ nato il 26 dicembre 1992 a Brescia, è alto 1,92 e proviene dalla DNC. Arriva a Lucca fortemente inseguito da Roberto Russo, che già l’avrebbe voluto in biancorosso la passata stagione. «E’ un ragazzo di grande tecnica e con un ottimo tiro da 3. Questa sua caratteristica, la pericolosità dal perimetro che un po’ ci era mancata nel recente passato, fa di lui un elemento che avrà certamente spazio che sicuramente Matteo saprà sfruttare. Giocatore ordinato e tecnico, fa della precisione dal perimetro la sua caratteristica principale. Nello scorso campionato ha disputato 19 partite di stagione regolare nelle fila della Rimadesio, formazione di Dnc, facendo registrare 12 punti di media in poco meno di 24 minuti per gara, col 34% dai 6.75. Rendimento poi non mantenuto nei playoff promozione, in 5 gare 6 punti di media con solo il 14% da 3 punti.

ANDREA BARSANTI (guardia): 189 cm. Lucchese DOCG, nato nel 1986, scuola Pallacanestro Lucca, ma cresciuto nelle giovanili di Montecatini. Da Senior ha girato un po’ ovunque raccogliendo sempre esperienze positive. Giocatore eclettico ed esplosivo, è stato determinante nell’anno della promozione in DNA e nella scorsa stagione negli scontri dove servivano punti per rimanere a galla. Nella scorsa stagione ha realizzato 140 punti con una media di 10 pt a partita, 74 % dalla lunetta e 37% dal campo con un minutaggio medio di 25’ a partita. Purtroppo indisponibile, almeno per il girone di andata, per un infortunio casalingo occorso alla fine di agosto nel quale, cadendo dalle scale, si è rotto il legamento crociato del ginocchio destro.

 

RODOLFO VALENTI (ala piccola): Classe 1980, 198 centimetri, nato a Fabriano, “Rudy” Valenti si può considerare senza dubbio un giocatore di categoria superiore con una grande esperienza tra i professionisti (2 in A1, 10 in Legadue). Ha esordito in Legadue a 21 anni a Montegranaro e poi dopo una stagione a Cento, ha giocato da protagonista a Fabriano esoprattutto a Soresina dove ha vinto sia il campionato di B1 che quello di Legadue. Poi una stagione in A1 a Cantù prima di tornare in Legadue a Casalpusterlengo e infine a Reggio Emilia dove da capitano ha riportato i biancorossi in A1.

Nell’ultima stagione Valenti ha giocato in Legadue all’Andrea Costa Imola partendo 22 volte in quintetto, segnando 11 punti e catturando 7 rimbalzi a partita in 25 minuti di media.

«Si tratta di un giocatore dotato di grande atletismo e versatilità; un’ala in grado di giocare vicino a canestro che può difendere senza problemi su tutti i ruoli.

 

EMANUELE DI GIACOMO (ala piccola): Romano, 201 centimetri, classe 1994, è di proprietà della Virtus Roma con la quale lo scorso anno ha disputato il campionato nazionale Under 19 e ha segnato 8 punti e catturato 8 rimbalzi in 24 minuti di gioco alla finali nazionali che si sono disputate lo scorso maggio a Udine. Per lui anche 11 partite in Dnc a Marino – che poi ha vinto il campionato – con 6 punti e 4 rimbalzi in 12 minuti di media.

 

GIORGIO SGOBBA(ala piccola/ala grande: Nato a Firenze il 4 agosto 1992, ala di 2 metri, scuola Mens Sana Siena, nelle ultime stagioni ha giocato in DNA a Fabriano e poi a Mirandola, squadra che quest’anno giocherà in Lega Silver, ma nel palasport di Mantova. Per lui, cresciuto in Valdinievole e campione italiano Under 14 con Massa e Cozzile, l’ultima stagione si è conclusa con 5 punti e 3 rimbalzi in 12 minuti di impiego. E’ un giocatore che può ricoprire più ruoli, multifunzionale, pronto e disponibile per aumentare il bagaglio tecnico nella posizione di numero 3. Giostrerà anche in quella da 4 in una squadra che vuole essere competitiva fisicamente in un campionato estremamente duro e impegnativo».

 

DIEGO BANTI (ala grande/centro): 204 cm, 106 kg,  Nato a Pescia il 19/10/1983. Ala forte, Diego è cresciuto tra Montecatini e Livorno. Giocatore di “sostanza”, solido e concreto: difficilmente lo vedrete fare la giocata ad effetto o per il pubblico, ma alla fine della partita il peso della sua prestazione si sente sempre. Buon tiro dalla media, ha doti atletiche che gli permettono di giocare 1vs1 per andare fino in fondo. Buon rimbalzista, specialmente in movimento, può anche difendere sui centri avversari. Ragazzo serio e disponibile, aumenta ogni anno il proprio “bagaglio” tecnico grazie al duro e costante lavoro giornaliero.

 

WALTER SANTAROSSA (centro): Ala dal buon tiro da tre punti, cresce cestisticamente a Livorno, ed esordirà in Serie A nel 2001, con la promozione della sua squadra, in cui ha collaborato come pedina chiave. Ciò gli è valso anche la chiamata in Nazionale, con cui ha vinto i Giochi del Mediterraneo nel 2005. Costantemente convocato nelle rappresentative nazionali giovanili fino dalla categoria Cadetti. Memorabile la sua prestazione difesiva agli Europei Under20 dove contro la Germania limito’ a soli 10 punti, un già fortissimoDirk Nowitzki, futura stella NBA.

Passa alla Viola Reggio Calabria nel 2002-03, annata in cui però si infortuna e viene acquisito dalla Pallacanestro Biella nell’anno successivo, formazione in cui ha mostrato doti difensive elevate, forse poco riconosciute in precedenza rivelandosi uno dei miglio in Italia nel suo ruolo e forse d’Europa. Nel marzo del 2007 il trasferimento alla Juvecaserta Basket.

Mentre era senza contratto svolgeva gli allenamenti di preparazione con la squadra campione d’Italia la “Montepaschi di Siena”; è tornato per la stagione 2007-08 nell’Angelico Biella. Il 18 gennaio 2008 torna in Legadue, acquistato dall’Ignis Novara. Con la società piemontese disputa 15 incontri di campionato e retrocede in Serie B d’Eccellenza. Nel 2008 passa alla Legea Scafati. Nella stagione 2009-2010 approda in A Dilettanti con la maglia granata del Basket Trapani, dove l’anno successivo guadagna la promozione in Legadue. Milita successivamente per l’Aquila Basket Trento[1] con la quale riesce a bissare il successo dell’anno precedente, la promozione in Legadue. Nell’estate dello stesso anno si trasferisce a Lucca, per giocare con la compagine toscana, rivestendo un importantissimo ruolo per la promozione in DNA. Nella stagione passata, ancora con la maglia di Lucca ed ancora in un ruolo determinante per la permanenza nel campionato DNA ora Legadue Silver.

 

 

LORENZO PANZINI (playmaker/ala piccola): 186 cm, 80 kg, nato ad Ancona il 13/01/1990. Playmaker che ha saputo sempre cogliere le occasioni date. E’bravo a gestire i ritmi in attacco ed a guidare la squadra in difesa. Pericoloso sugli scarichi da tre punti può essere decisivo nei momenti importanti. 1vs1 in attacco , bravo nei pick and roll e nelle letture offensive. Ottimo difensore. Nasce ad Ancona nel gennaio del 1990 e lì passa tutta la trafila delle giovanili fino ad approdare a soli 14 anni, nel 2004/2005, in prima squadra: 10 punti in 8 presenze per lui. Ad Ancona rimane fino alla stagione sportiva 2007/2008, dopo, passa in Legadue ai Crabs Rimini per prendere parte alla squadra Under 19 e raccogliere qualche presenza nel secondo campionato professionistico. Al termine della stagione in Romagna viene convocato con la Nazionale Under 18 per gli Europei di Pyrgos e contro Israele mette a segno la sua migliore prestazione con 16 punti (4/6 da 3). Dopo la “parentesi azzurra” passa a Vigevano in A Dilettanti dove vince il campionato chiudendo stagione regolare con circa 4.0 punti di media in 11 minuti d’impiego. Da Vigevano si passa in Sicilia con la maglia della Sigma Barcellona ed anche lì arriva un campionato vinto con 5 punti di media ed il 40% da tre. Con due campionati vinti di seguito approda alla Benacquista Latina dove ottiene la salvezza tramite i playout battendo la Bitumcalor Trento (2-0 la serie) e realizzando 5 punti di media in stagione regolare. Chiusasi la parentesi pontina, Lorenzo, sbarca in Ciociaria per vestire la casacca della FMC Ferentino di coach Gramenzi (avuto già a Barcellona P.d.G.) e dove vince un altro campionato. Nella stagione 2012/2013 il passaggio a Montegranaro in A1.