Moncada Agrigento vs Sigma Barcellona: il derby “longevo” di Sicilia!

di Pierfrancesco Laudani, @pierolaudani

 

Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più? Agrigento-Barcellona si sono sportivamente odiate, forse volute bene, sfottute, seguite ed inseguite e come tra i migliori cugini o “cuginastri” che dir si voglia hanno giocato al “gatto col topo” in questo ultimo decennio della palla a spicchi determinando uno dei derby, forse (anzi sicuramente) il derby di Sicilia più longevo degli ultimi tempi. E con un minimo comune denominatore: la passionalità di due Presidenti come Moncada e Bonina che hanno profuso quegli immensi sforzi per garantire alle due realtà una pallacanestro di alto livello! Fu il campionato di serie C 2007/2008 il primo scenario di un derby emozionante che vide alla fine Agrigento battere Barcellona in una finale promozione emozionante che aprì poi le danze dei derby a seguire. Anno successivo Agrigento in B Dilettanti (ex B2) e Barcellona che rileva il titolo di Patti in A Dilettanti (ex B1). Fu quello un campionato di transizione per Barcellona, che conobbe l’esonero di coach Pippo Sidoti e subentro di Martelossi poco prima dei play-off, per poi ritrovare i cugini girgentini l’anno successivo in virtù della promozione in A Dilettanti nel campionato 2008/2009 della Fortitudo, cosicchè l’anno successivo (2009-2010) è ancora derby, ossia l’anno della promozione dei giallorossi di coach Gramenzi e dei vari Bucci, Guarino, Bisconti, Mocavero, Bonessio e Svoboda. Due derby che videro la vittoria di Barcellona in entrambi i match di andata e ritorno. Cosicché la Sigma dopo un quadriennio in Legadue (oggi A2 Gold) ritrova ancora Agrigento sulla sua strada dopo la splendida promozione dei biancoblù dello scorso campionato. Emozioni, colori, coreografie hanno da sempre fatto da scenario a questo derby che quest’anno, in A2 Gold, vede partire Agrigento con due punti di vantaggio rispetto ai giallorossi di Barcellona. E come in un rap o uno scratch degno dei migliori “Dei del Basket” la consolle è pronta per ospitare “Moncada Agrigento vs Sigma Barcellona”, non un derby d’alta quota ma una partita tra due squadre che si daranno battaglia in campo a colpi di passaggi no-look, alley-oop, “slam-dunk on air” cose che fino ad un decennio addietro le due tifoserie potevamo solo sognare in altri campionati ed altri lidi!

L’umore delle due squadre è più o meno differente. Agrigento è reduce dalla sconfitta casalinga del suo primo derby contro Trapani che è costata alla Fortitudo anche la squalifica del campo per due giornate. Barcellona ha ritrovato la vittoria contro Veroli dopo tre sconfitte consecutive. Ma in un derby si azzera tutto e, dalla “palla a due”, l’incertezza regnerà sovrana!

Quintetto di Agrigento molto dinamico con l’ex Alessandro Piazza, classe ’87, in cabina di regia, playmaker “tascabile” ed autentico fromboliere che sta viaggiando a 10 punti e 7 assist di media. Nello spot di guardia, con tanta fisicità, gioca l’americano classe ’91 Penndarvis Williams. colored di 198 cm. che sta segnando 15.6 punti di media con 5.7 rimbalzi. Bell’impatto per il ventitreenne a stelle e strisce che rinforza un reparto, quello degli esterni, davvero forte e competitivo! Da ala piccola Agrigento schiera l’altro ex, Marco “Spillo” Evangelisti, ben conosciuto dalla tifoseria barcellonese quando fu l’innesto a sorpresa dell’allora DS Santoro al primo anno di A Dilettanti. Il trentenne toscano segna 12 punti di media in 31 minuti di utilizzo. Grande esperienza e dote al tiro per Evangelisti che può sfruttare la sua fisicità anche nello spot di guardia. Sotto le plance la Fortitudo presenta l’argentino Albano Chiarastella (ala forte, classe ’85 – 201 cm.) già in forza lo scorso anno in Silver. Quest’anno si sta confermando più o meno con gli stessi numeri dello scorso campionato segnando 6.1 punti con 4.7 rimbalzi in 24 minuti di utilizzo. Giocatore di sostanza che dividerà il minutaggio con l’ex Mens Sana Siena, classe ’93, Mattia Udom nello spot di “4” (7.4 punti e 3.7 rimbalzi). Da centro gioca l’altro americano Dave Dudzinski pivottone classe ’92 di 206 cm. che viaggia con 7.4 punti di media e 5.4 rimbalzi. L’americano divide il minutaggio con il confermato Quirino De Laurentiis che si sta facendo rispettare con un impatto importante in A2 Gold (8.1 punti e 4.7 rimbalzi di media).

Dalla panca coach Ciani può inoltre sfruttare i minuti importanti di Andrea Saccaggi (guardia, classe ’89) che, in poco più di 20 minuti di utilizzo, sta realizzando 8.7 punti di media. Altro giovane interessante (scuola Varese) classe ’95 è Federico Vai ala/guardia, poco impiegato dal coach che avrà comunque bisogno di far girare al meglio i propri effettivi data l’assenza di Andrea Portannese, assente anche nel primo derby contro Trapani, che in allenamento ha riportato la frattura al metacarpo della mano destra.

In sintesi una squadra giovane, dinamica e che sta viaggiando sulle ali dell’entusiasmo, condizione tipica delle neopromosse. Barcellona dal canto suo dovrà avere la capacità di sfruttare al meglio i progressi ottenuti nelle ultime settimane e tentare di curare quel “mal di trasferta” che in questo inizio di torneo vede la compagine giallorossa con un mortifero “zero” in classifica. Perdichizzi ha lanciato in quintetto la giovane guardia Gabriele Spizzichini sfruttando l’esperienza del capitano Maresca che dalla panchina può rivelarsi arma tattica importante. Protagonista nello scorso turno contro Veroli è stato il canadese Shepherd con 26 punti (5/7 da 3), 4 rimbalzi e +29 di valutazione ed attore principale, in “copyright” con Gianluca Marchetti, dell’alley-oop ad altezza siderale che è entrato al primo posto nella top-ten di A2 Gold!

Il “Molten” è in caldo e l’appuntamento del derby Moncada Energy Group Agrigento – Sigma Barcellona è fissato domenica 16 novembre 2014 alle ore 18,00 presso il PalaMoncada di Porto Empedocle in virtù (post ricorso della Fortitudo) della riduzione da due ad una giornata di squalifica del palasport agrigentino commutata in multa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy