Regine a confronto: Capo d’Orlando vs Trento, spettacolo assicurato!

0

27^ giornata UPEA CAPO D’ORLANDO – AQUILA BASKET TRENTO: IL PREVIEW Dove: PalaFantozzi, Capo d’Orlando Quando: domenica 30/03/2014, ore 18.00 VERSO IL MATCH

In arrivo la 27^ giornata di regular season Adecco Gold con il piatto forte servito al PalaFantozzi di Capo d’Orlando; sfida che vedrà affrontarsi la prima e la seconda forza del campionato, un’Aquila Basket Trento vs Orlandina con tutti i presupposti del Big Match ad alto tasso adrenalinico, dove gli spunti e i duelli non mancheranno sicuramente; nel girone d’andata l’Aquila si impose in un match scoppiettante con un perentorio 82 a 64, due compagini che nel tempo sono andate maturando, la dimostrazione è nel bel gioco espresso e dall’ottima posizione di classifica mantenuta per tutto il campionato.

Due squadre con molte analogie e similitudini, ottimamente diretti da altrettanti condottieri sanguigni, capaci e preparati, quali Coach Buscaglie e Coach Pozzecco, che hanno “costruito” i propri team a propria immagine e somiglianza dove le parole d’ordine restano gruppo e grinta!

Trento arriva a questa gara dopo la “giganteggiante” prova di forza dimostrata contro un’ottima Sigma Barcellona, vittoria casalinga tutt’altro che facile per i trentini che solo nel finale hanno staccato i siciliani imponendosi per 80 a 70 e timbrando così il bonus playoff con largo anticipo; mattatore di giornata, come fosse una novità, il “fenomeno” Davide Dada Pascolo, match winner con 21 punti 10 rimbalzi 31 di valutazione e 82% dal campo. Capo d’Orlando torna dalla difficilissima trasferta di Trieste con due punti pesantissimi, bella vittoria per 84 a 74 su un campo molto ostico per tutti, dove spicca la giganteggiante prova dell’indiscusso MVP dell’incontro Mays, 24 punti, 6 rimbalzi, 5 assist per una valutazione di 40, chapeau!

11380331703_233373b50b_c

SQUADRE A CONFRONTO

Due roster ben costruiti, dove i meccanismi e le trame di gioco esaltano il collettivo, in casa bianconera Capitan Toto Forray sta giocando forse la sua miglior stagione, l’inesauribile playmaker number four, “fiato e polmoni fin che ce n’è”, dovrà vedersela nella zona di impostazione con i play/guardia l’americano D’Wayne Mays, probabilmente il giocatore più in palla dei bianco-blu, buon rimbalzista e ottimo assist-man che viaggia alla media di 17.2 punti a partita, 7° nella speciale classifica, 24 punti (4/5, 4/5) nell’ultimo match. Trento con il ritorno di Walter Santarossa ha sopperito alla mancanza oramai longeva di Poltronieri, allungando così la panchina e dando più scelta per il rush finale a Coach Buscaglia; ora insieme a Filippo Baldi Rossi, vera rivelazione 2013/’14 in casa Aquila e all’emblematico Luca Lechthaler che alterna buone prove a prestazioni indecifrabili, il parco lunghi trentino è sicuramente più completo.

Capo d’Orlando trova nella guardia Marco Portannese il giocatore ecclettico, con spiccate doti difensive ma capace di trovare punti pesanti, a Trieste ne esce in doppia/doppia 17 punti, 10 rimbalzi a referto, affiancato dall’ottimo americano Archie 10 punti e 4 rimbalzi nell’ultimo match con una media stagionale di 15.8 punti e 7.4 rimbalzi di tutto rispetto, i due si troveranno in rotta di collisione con i due talentuosi americani in terra trentina, il veterano BJ Elder indispensabile guardia nello scacchiere di Coach Buscaglia, giocatore dotato di grande forza fisica, ottimo cecchino viaggia con una media di quasi 15 punti a match, leggermente in calo nelle ultime uscite a causa del riacutizzarsi del solito problema al ginocchio, si affianca a lui il connazionale Brandon Triche in grande spolvero 16 punti e 5 rimbalzi con Barcellona, gran contributo il suo alla causa bianconera con giocate da vero fuoriclasse.

Il Poz dalla sua ha un tal Basile, guardia che non necessita di presentazioni, tra Italia ed EuroLega  il pugliese è alla soglia delle 700 partite e più o meno 7000 i suoi punti a referto anche se nell’ultimo periodo è in leggero calo, 5 punti a Trieste, si affianca a lui il monumentale Nievic, giocatore di grandissima esperienza, ottimo il suo apporto sotto canestro come rimbalzista e gran finalizzatore insieme ai vari Soragna, Laquintana e Valenti fanno di questa squadra una corazzata pronta e “vogliosa” di promozione, da verificare il possibile rientro dell’ex Aquila Andrea Bevenelli bloccato nell’ultimo mese da un problema muscolare. Il “Busca” cerca lontano dalle mura amiche l’ennesima prova di spessore, pronti a dar man forte al quintetto base il neo nazionale Spanghero, scattante giocoliere, fantastico tiratore da tre, sempre importantissimi i suoi punti, 11 con Barcellona, prontissimi anche il cecchino Simone Fiorito e il roccioso Lorenzo Molinaro. Ultima menzione va al giocatore bianconero che sta facendo la differenza, quel Davide Pascolo dal futuro sicuramente aperto, nazionale, miglior giocatore del campionato con 665 punti di valutazione FIBA. Un Big Match sicuramente tutto da scrivere, aperto a qualsiasi risultato, una battaglia che saprà esaltare questo bellissimo campionato.

11380277145_a6289b847d_c

STATISTICHE DI SQUADRA

Upea Capo d’Orlando dopo 26 gare è al 2^ in classifica con 36 punti, con 18 gare vinte e 8 sconfitte, al 6° posto come media di valutazione con un coefficiente di 85.15 e una media punti a match di 77.58, 8° attacco con 2017 punti fatti e 5^ difesa 1929 punti subiti.

Miglior giocatore in casa Orlandina resta l’americano Dominique Archie, 5° con una media di valutazione di 516 punti, 411 punti e 45 assist e 26 stoppate. Ottimo l’apporto anche di Mays che il 19 incontri ha fatto 327 punti con 68 assist.

Aquila Basket Trento 1^ della classe a 38 punti, 19 gare vite e 7 perse, 3^dietro Torino e Barcellona come valutazione FIBA con un quoziente di 87.12, una media punti a partita di 78.31, con 2036 punti all’attivo è 6^come attacco e 3^ come difesa con 1844 punti al passivo.

Giocatore Aquila con il miglior rendimento è Davide Pascolo, 1° del campionato come valutazione FIBA con un coefficiente di 665 IDXSUC, 2° con 263 (167 difensivi e 96 in attacco) rimbalzi per una media di 10.1 a match, 2° con 32 stoppate e 1° come canestri da due punti con una percentuale 66.7, 409 punti totali per una media di 15.7 a match.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here