Tra scouting e colpi di mercato, Brescia intravede una nuova casa

0

quibrescia.it
Il mercato della Leonessa Brescia, dopo alcuni indugi, si è definitivamente sbloccato.
A cominciare dalla panchina: Matteo Cotelli, giovane ed emergente allenatore bresciano che nella stagione appena conclusa ha svolto il ruolo di vice coach di Max Giannoni con l’U19, sarà il secondo assistente di Andrea Diana per la stagione 2014/2015.
Svelato anche l’ultimo nome che siederà sulla panchina della Centrale del Latte Brescia passiamo al mercato; sul taccuino del general manager Ferencz Bartocci sono finiti molti nomi in queste ultime settimane ed ora si inizia ad inserire qualche nome nelle caselline del roster per la stagione a venire. Sono stati ufficializzati infatti gli acquisti di Mirza Alibegovic e Alessandro Cittadini.
Il primo è una guardia/ala molto atletica e forte fisicamente, abile in penetrazione e dotato di un discreto tiro da 3, nato a Corvallis (Oregon, USA) ma di formazione italiana; voluto fortemente da coach Diana per le sue doti difensive.
Il secondo non ha certo bisogno di presentazioni. Giocatore esperto e grande agonista, disputerà con la Leonessa la quarta stagione di fila nel secondo campionato italiano, la diciottesima in Italia. Vanta 96 presenze tra Nazionali Under e Nazionale Maggiore. Parla Marco Abbiati, Direttore Sportivo della Leonessa: “E’ un grande orgoglio per noi essere riusciti a portare a Brescia un giocatore come Alessandro Cittadini. E’ un ragazzo che ormai conosce tutte le mille sfaccettature del gioco della pallacanestro, basti solo pensare alla grande esperienza accumulata nelle avventure in Serie A, LegaDue ma anche Nazionale e A Dilettanti. Sa giocare sia fronte che spalle a canestro ed è in grado di garantire presenza sia in attacco che in difesa grazie ai suoi centimetri e alle sue braccia lunghissime. Un’altra caratteristica fondamentale, è che Alessandro è un vero uomo spogliatoio, caratteristica fondamentale per creare un’amalgama vincente.”
Sempre sul taccuino sopracitato, e stando a quanto apparso di recente su Brescia Oggi,  compaiono i nomi di: Robert Fultz, uomo più caldo per ricoprire lo spot di playmaker italiano che Bartocci e Diana stanno cercando; l’ala Federico Loschi invece sembra entusiasta del progetto presentatogli dal coach livornese ed è molto vicino a vestire per la terza stagione consecutiva la canotta della Centrale del Latte nonostante le offerte ricevute da Ferentino e dalla “sua” Treviso; Mario Ghersetti: pronto a tornare all’ombra del Cidneo e a diventare il cambio dei lunghi.
Per quanto riguarda gli americani: «Arriverà una guardia piccola letale nell’1 contro 1, alla D’wayne Mays o più fisica come Brandon Triche. In ogni caso sceglieremo gli americani dopo gli italiani» spiega Andrea Diana. I nomi che circolano sono: Devion Barry (Weber State University), Langston Galloway (Saint Joseph’s), anche se il sogno è quello di portare a Brescia l’ex Besiktas KevinFoster che dopo l’infortunio in Turchia nella stagione da rookie, potrebbe essere un ottimo affare ad un “prezzo” ragionevole. L’altro americano dovrebbe essere un ala grande atletica ed esplosiva.
Intanto è stato presentato il bando che porterà alla ristrutturazione del “Ciambellone”, i lavori del PalaEib partiranno a inizio 2015 ed il nuovo palasport dovrà essere inaugurato nei primi sei mesi del 2016. Sarà un’operazione valore di quasi nove milioni che prevede dei punti fondamentali: una capienza di 5000 posti, antisismico, con una riqualificazione energetica in classe B, contenimento degli scavi e il tutto con un occhio di riguardo all’aspetto estetico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here