Trieste – Napoli: una sfida di difficile lettura

0

Sull’onda dell’entusiasmo dell’importantissima vittoria a Brescia, l’Expert Napoli vuole confermare in casa quello che di buono ha fatto in trasferta iniziando un filotto che le permetta di arrivare a quelle zone più nobili come da obbiettivi di inizio stagione; sarà senz’altro fondamentale l’apporto di Kyle Weaver, miglior giocatore dell’ultima giornata di Lega Gold con 28 punti, 8 rimbalzi, 3 assist e un … di valutazione, leader della Expert in quasi tutte le classifiche: punti (17 di media), rimbalzi (7,2 a gara), assist (3,7) e valutazione (23). Come al solito dovrà essere supportato dai compagni, in particolar modo da Timothy Black (secondo nella Lega Gold come percentuale ai liberi con l’89,2%) e da David Brkic (secondo miglior marcatore azzurro con 13,8 punti di media e miglior italiano della passata Legadue) e sarà comunque importante il calore del pubblico; se poi Matteo Malaventura, il giovane Marco Ceron e l’ex biancorosso Jacopo Valentini faranno la loro parte, i partenopei hanno buone possibilità di conquistare i due punti.

Da parte sua Trieste arriva al PalaBarbuto con un filotto di tre vittorie consecutive, frutto di due vittorie esterne a Torino e a Capo d’Orlando e della vittoria interna contro Barcellona; l’entusiasmo dei ragazzi di Dalmasson rischia di venir frenato da una difficile situazione “fisica”: la compagine giuliana ha al momento parecchi elementi incerottati e tra tutti Stefano Tonut ancora in forse per la gara di domenica. La forza triestina rimane comunque sempre la solidità e la forza caratteriale del gruppo nonostante la squadra sia composta principalmente da ragazzi molto giovani; in tutte le vittorie biancorosse è risultato fondamentale l’apporto di Di Liegro, miglior realizzatore giuliano con 13,6 punti di media e terzo nella Lega Gold come media rimbalzi a partita (8,7). Oltre a lui il più costante è stato Will Harris (12,5 punti e 7,5 rimbalzi di media), mentre nelle ultime vittoriose prestazioni sono stati determinanti capitan Carra (10,5 punti a partita) e alternativamente i giovani Ruzzier, Tonut, Mastrangelo e Candussi; da non dimenticare Ryan Hoover, sempre pericoloso e micidiale dalla distanza.

Partita non di facile lettura, ma sicuramente frizzante e piena di spunti; domenica al Palabarbuto inizio anticipato alle ore 17.00 per evitare la concomitanza con la partita di calcio Napoli – Inter.