Trieste – Veroli: in terra giuliana è sfida tra le più giovani della A2 Gold

0

Mancano solamente due giorni alla sfida molto delicata che vedrà gli uomini, o meglio i ragazzi di coach D’Arcangeli fronteggiare una delle compagini con cui presumibilmente si giocherà la permanenza in questa A2 Gold, ovvero la Pallacanestro Trieste. Entrambe le squadre arrivano da due sconfitte molto nette, Veroli in casa con la corazzata Tezenis Verona, mentre Trieste in transferta in quel di Casale Monferrato, dove allena un certo Marco Ramondino, ancora osannato dal pubblico giallorosso dopo la meravigliosa annata passata. Anche essendo solamente alla seconda giornata, questo match si può considerare se non una partita chiave, comunque uno snodo cruciale per capire il reale valore della società ciociara. D’Arcangeli dopo le affermazioni in sala stampa post partita con Verona “la nostra giovane età non deve essere un alibi”, può subito testare la voglia di rifarsi dei suoi ragazzi contro i pari (o quasi) età triestini.
Da temere è soprattutto Stefano Tonut, prospetto di cui si parla da tempo e che finalmente sembra stia mostrando le sue reali capacità in questo torneo. A Casale è stato il migliore dei suoi chiudendo con 17 punti e 6 rimbalzi. Da tenere sott’occhio anche lo statunitense Murphy McQuite Holloway, anche lui in doppia cifra in Piemonte (12 pt) a cui ha aggiunto 6 carambole. Ovviamente la sfida si presta a diversi spunti, il più importante dei quali è lo scontro tra due ideologie di basket praticamente identiche, e cioè quelle di puntare su giovani promettenti e vogliosi di affermarsi come protagonisti. La partita ci dirà chi ha scelto i migliori.