Trieste verso Napoli… crede nel colpaccio

di Daniele Dussi

Dopo la sconfitta di mercoledì nel recupero contro Torino, condizionata anche dalla lunga lista di infortunati (Spinelli, Brkic, Ganeto), l’Azzurro Basket Napoli è pronta a ripartire e non può lasciarsi sfuggire altri due punti soprattutto in casa per non far scappare via le altre pretendenti alla promozione; sul fronte societario dopo la presentazione del nuovo partner Flor do Cafè che affianca Givova alla voce sponsor principale, si vuole creare un’atmosfera calda al PalaBarbuto: promozione quindi con tagliando unico a 5 euro per richiamare più tifosi possibile tanto più in una giornata di pausa calcistica.

Trieste dal canto suo contro Brescia ha avuto la consapevolezza che non può mollare neanche un secondo se vuole essere competitiva e raggiungere la salvezza.

Coach Calvani riparte da alcune certezze; tra tutte Jarrius Jackson (ex guardia di Cremona in serie A) con più di 17 punti e 5,5 rimbalzi di media a partita, (se sarà in campo) David Brkic che con i suoi 14,3 punti e 4 rimbalzi di media a partita è il terzo marcatore azzurro, e come lui Valerio Spinelli (10,7 punti e 7 assist di media a partita) terzo assist man di tutta l’A2 Gold, quindi l’ala  De’Mon Brooks (15,3 punti di media) oltre all’ex Sigma Barcellona Gabriele Ganeto (10,3 punti di media). Sarà inoltre fondamentale l’apporto di Matteo Malaventura e di Marco Allegretti oltre che di Mika Metreveli, ex Roseto e unico vero lungo di ruolo.

Trieste, consapevole delle defezioni avversarie, punterà sull’intraprendenza giovanile che ha rappresentato finora la sua forza; i punti di riferimento di coach Dalmasson sono senz’altro Murphy Holloway, il lungo che con i suoi 18,3 punti 12,4 rimbalzi di media è stato eletto miglior giocatore della A2 Gold per il mese di ottobre e Stefano Tonut, la guardia classe ’93 che con i suoi 22,9 punti di media a partita è il secondo marcatore di tutta la A2 Gold. Oltre a loro tutto il resto della squadra è pronta all’occorrenza a dare il proprio contributo; un altro punto di forza della Pallacanestro Trieste 2004 è proprio la possibilità delle ampie rotazioni con protagonisti diversi da partita a partita, da capitan Carra al lungo classe ’94 Candussi, dalla guardia Mastrangelo all’altro lungo Marini, da Roberto “Bobo” Prandin ai giovani Coronica e Fossati.

Partita quindi molto interessante e si auspica con un’ottima cornice di pubblico; palla a due domenica 16/11 ore 18 al Palabarbuto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy