Veroli a Trieste per tornare alla vittoria esterna

0

Poco più di un’ora alla palla a due del PalaRubini, dove alle 18 si affronteranno Acegas Trieste e GZC Veroli: una sfida importante per entrambe le compagini che si sono divise il ruolo di sorpresa di questa Adecco Gold.

I ciociari hanno diviso a lungo il primo posto in classifica con formazioni ben più attrezzate a livello di roster, grazie ad un gioco di squadra fatto di difesa pressing aggressiva, gestione del ritmo e atletismo; la squadra di Dalmasson invece, prima della sconfitta di Napoli della settimana scorsa, era reduce da tre vittorie consecutive contro tre grandi del campionato (Torino e Capo d’Orlando in trasferta, Barcellona in casa).

LUNGHI – Per i padroni di casa è l’occasione di riscattare la trasferta partenopea, dove la squadra ha deluso più di quanto dica l’85-81 finale: Dalmasson difficilmente potrà contare su Tonut, la cui presenza tra i 10 è ancora in dubbio. Ci sarà invece Dane DiLiegro, atteso da una sfida carica di spunti interessanti contro i lunghi laziali: l’ex Sassari sarà assistito da Candussi per contrastare atletismo e centimetri della coppia Cittadini-Samuels.

ESTERNI – Altrettanto atteso è il duello tra gli esterni: Hoover-Blizzard, tiratori passaportati di lunga esperienza nei campionati italiani; Sanders vorrà confermare la buona prestazione di domenica scorsa contro Jesi di fronte a Will Harris; con l’assenza di capitan Rossi, sarà l’occasione per Giovanni Tomassini di prendere per mano i giallorossi.

FUTURO – Ramondino potrà trarre vantaggio da una rotazione più ampia rispetto a quella a disposizione del suo collega: una sfida punto a punto potrebbe premiare il coach avellinese, a cui manca il successo esterno da ottobre quando i giallorossi si imposero a Casale Monferrato. Una vittoria a Trieste consentirebbe alla GZC di costruirsi un vantaggio quasi decisivo sulla coda della classifica nell’ottica di una corsa-salvezza che passerà senz’altro dalle prossime due partite (domenica prossima a Frosinone arriva Imola). Dal canto suo, l’Acegas dovrà vedersela ancora contro Forlí e Casale prima di tracciare un bilancio in vista del girone di ritorno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here