Veroli a Verona per trovare nuovi equilibri

0

Trasferta sulla carta impossibile quella che i ciociari si accingono a disputare domenica al PalaOlimpia (palla a due ore 18:30). Gli scaligeri sono saldamente in testa alla graduatoria, e, al di là del tonfo casalingo inaspettato contro Jesi, hanno avuto sin qui un ritmo da schiacciasassi. Veroli invece è ampiamente sul fondo della classifica con ben 6 punti da recuperare dalla formazione che la precede, ed è reduce da una perentoria sconfitta in casa contro Biella, in cui il margine di scarto tra le due compagini ha sfiorato il quarantello. Dopo gli arrivi di Radic, Innocenti e Veccia, ci si aspettava qualche altro innesto da parte della società di Via Parco della Rimembranza, ma almeno fino alla partita contro Verona coach Rossini potrà contare solamente sugli stessi uomini della scorsa settimana. Un nome che circolava molto all’interno dell’ambiente giallorosso era quello di Franco Migliori, il quale corrispondeva esattamente all’identikit fornito dal GM Iannarilli, e cioè un’ ala passaportata abile in diversi aspetti del gioco, con il vantaggio di conoscere l’ambiente, avendo già giocato in maglia giallorossa. Vista però la firma dell’italo argentino con Matera, i ciociari dovranno trovare soluzioni alternative.

Per quanto riguarda la sfida di domenica fari puntati su Andrea De Nicolao. Il 23enne play infatti è l’uomo che fa girare al meglio la squadra con i suoi 6.6 assist per partita (cui aggiunge 10 punti di media). Fermarlo potrebbe significare mettere un piccolo ma significativo granello di sabbia all’interno del perfetto ingranaggio veronese. A beneficiare in modo maggiore delle capacità di passatore di De Nicolao sono sicuramente Michael Umeh (16.2 ppp), Klaudio Ndoja (12.6 ppp col 51% da 3) e soprattutto Darryl Monroe che segna 17 punti ad allacciata di scarpe, a cui aggiunge ben 9.3 rimbalzi di media. Dalla panchina inoltre, la Tezenis può contare sul talento balistico di Reati e la freschezza di Giuri, senza dimenticare l’esperienza di Boscagin. Da seguire assolutamente la sfida sotto canestro tra le due squadre, in attesa di vedere se Radic saprà confermare l’ottima prova offerta al debutto, anche contro un super giocatore del calibro di Monroe.