Vince la Manital a fatica sorpresa da un Elliott incontenibile

di Fabio Gentile

 

Valerio Amoroso, top scorer gialloblu con 20 punti
In un campionato come questo, per ogni squadra, è quasi impossibile dare per scontato qualcosa: partite rimandate, infortuni importanti, vittorie a sorpresa, sconfitte inaspettate, ovvero tutto quello che prometteva la preseason è stato quasi totalmente smentito, tranne forse la fuga della capolista Verona. Nel post partita del recupero di mercoledì tra Torino e Napoli, coach Bechi ha dichiarato che finita la partita il suo pensiero era già sul come arginare Miller e Maggioli questa domenica, infatti con questo turno per la Manital si chiude il ciclo di 5 partite in due settimane dovuto ai recuperi delle partite rimandate con Brescia ed appunto Napoli. Vedere una squadra come Jesi in fondo alla classifica come fanalino di coda del girone non deve illudere Torino: la Fileni infatti non solo ha trovato l’unica vittoria contro Ferentino (che domenica scorsa ha schiantato Torino in terra ciociara), ma quest’estate ha pescato il jolly sul mercato trovando un rookie come Ian Miller che ha mostrato da subito il suo talento ed attualmente guida la classifica marcatori del campionato con una media di 24.4 punti a partita (171 punti in 7 partite) oltre a guidare la classifica dei falli subiti, a dimostrazione del fatto che è il fulcro di gioco della squadra marchigiana, ma non è lui l’uomo che ha preoccupato maggiormente i gialloblu questa sera. QUINTETTI INIZIALI: TORINO: Giachetti, Fantoni, Lewis, Amoroso, Berry JESI: Maggioli, Procacci, Elliott, Santiangeli, Miller PRIMO QUARTO: Primi due punti della partita di Fantoni su assist di Amoroso, ma Elliott, sul ritorno in attacco, prima pareggia, poi ruba palla ad Amoroso e segna il 2-4; Amoroso si fa perdonare subito con una tripla fronte canestro e Berry manda in lunetta Miller per il 5-6; Berry fatica a contenere Miller e dopo neanche due minuti commette il suo secondo fallo; dopo 3 minuti 3 triple consecutive, Elliott allunga per Jesi sul 5-11, Berry accorcia con una bomba frontale e Procacci porta la Fileni sul 8-14; dopo due liberi di Fantoni ancora una bomba per i marchigiani, ancora Santiangeli porta Jesi a +7 e Bechi chiama il primo timeout dell’incontro; per ogni canestro di Torino arriva una bomba jesina, Santiangeli ed Elliott hanno una media strepitosa oltre l’arco del 6,75 ed a 4 minuti da fine quarto Jesi è avanti 14-23; per Torino entrano in campo Gergati e Rosselli al posto degli americani ma la musica non cambia, Miller segna ancora; Torino non trova spazi sotto canestro con Maggioli che la fa da padrone ed i tiri da fuori non entrano, il quarto si chiude sul 20-29. Elliott 14 punti (4/5 da 2 e 2/3 da 3), Fantoni 10 punti. SECONDO QUARTO: A sorpresa in campo Mascolo per Torino al posto di Berry; nessuno si cura di Elliott che porta Jesi a +16 e dopo appena 1 minuto e 12” è timeout Torino; dopo 4 minuti Mascolo viene sostituito da Berry che entra in campo ringhiando, 5 punti di fila per lui riavvicinano Torino; a 3 minuti la Manital, dopo aver difeso con i denti e recuperato due palloni si porta sul -10, 37-47, questa volta è Lasi costretto al timeout; a 2:25 da fine quarto Torino si scrolla di dosso la doppia cifra con due liberi di Fantoni, 39-48; Giachetti si danna l’anima cercando i compagni con assist deliziosi e trovando conclusioni di ogni sorta, sia da fuori che in penetrazione, il quarto si chiude in crescendo per la Manital, ma il punteggio è sempre a favore di Jesi 45-53. Elliott 21 punti, Fantoni 14, Giachetti 10, Miller 9, Maggioli 8.
Amoroso
Tre fattori determinanti dell’incontro: la grinta di Amoroso, Elliott ed i tifosi gialloblu
TERZO QUARTO: Primo canestro per Lewis che s’inventa una penetrazione in sospensione per il -6, ma Elliott punisce nuovamente i gialloblu da 3; Amoroso replica ad Elliott e successivamente Santiangeli trova la tripla ed il fallo di Giachetti ma non concretizza il potenziale gioco da 4 punti sbagliando il libero addizionale, dopo 2 minuti 52-63 per Jesi; a 4 minuti da fine quarto punteggio sul 60-70; ora si lotta, Torino tenuta a galla da Amoroso e Giachetti si porta sul -6, Berry sprizza grinta da tutti i pori lottando su tutti i palloni, contagiando i compagni ed incitando i tifosi, Jesi, con Santiangeli, Maggioli ed Elliott in panchina, subisce il colpo e la Manital si porta a -5, 66-71; il quarto si chiude sul 68-73 con Torino che sta sprecando molte energie mentre i protagonisti jesini hanno avuto mezzo quarto per riprender fiato. Elliott 30, Fantoni 16, Amoroso 15.
Gergati
La bomba di Gergati che ha fatto pendere l’ago della bilancia verso Torino
ULTIMO QUARTO: Il quarto si apre con un gancio di Fantoni che porta la Manital a -3, seguito dalla schiacciata di Rosselli per il 72-73; 4° fallo di Fantoni dopo appena un minuto che rimanda in campo Amoroso; il sorpasso di Torino arriva con un’azione strepitosa conclusa con l’assist di Amoroso per la schiacciata di Lewis, 74-73; riparta la sagra del tiro da 3, Elliott, Amoroso, Elliott, Rosselli e Gergati, punteggio sul 83-79 a metà quarto; due errori da sotto per Jesi portano Lewis a segnare il +6 per la Manital a 4 dal termine; Rosselli stoppa Borsato e lancia Lewis che segna da 3, 88-79; a 2 minuti dalla fine Santiangeli sbaglia i 2 liberi del -3, squadre stanche ed errori da entrambe i lati, ad un minuto iniziano i falli sistematici di Jesi, ma avendone commessi solo 2 non c’è ancora bonus per Torino che mantiene il possesso palla; a 30 secondi dal termine infortunio a Procacci sotto il proprio tabellone che comunque si rialza sulle sue gambe e si accomoda in panchina; sul 90-85, a 19 secondi da giocare, continuano i falli di Jesi che mandano in lunetta Giachetti che realizza il +7 per la squadra di casa; palla sempre a Giachetti e 5° immediato fallo di Santiangeli a 13”; la partita finisce sul 94-87 ma che fatica per Torino.   MANITAL TORINO-FILENI BPA JESI 94-87 (20-29, 45-53, 68-73) TORINO: Giachetti 18, Fantoni 18, Mascolo 0, Lewis 14, Amoroso 20, Viglianisi ne, Berry 10, Vangelov ne, Rosselli 9, Gergati 5, Pichi ne. JESI: Maggioli 12, Benvenuti 2, Borsato 2, Marsili ne, Migliori 2, Procacci 5, Elliott 33 (8/10 da 2 e 5/7 da 3), Santiangeli 15, Picarelli ne, Miller 16.   Jesi ha dominato per tre quarti e forse ha pagato un calo fisico a fine partita nonché la scelta di tener fuori per troppi minuti quelli che erano stati i migliori fino a quel momento che una volta rientrati in campo si sono trovati di fronte una squadra intenzionata a vincere trainata dall’esuberanza del rookie Berry,  dalla personalità di Amoroso, Giachetti e Rosselli, dalla determinazione di Fantoni e Lewis e dal pubblico di casa che si è dimostrato sesto uomo in campo. Elliott mattatore dell’incontro con 33 punti è stato devastante, nessuno riusciva a contenerlo, forse le preoccupazioni di Bechi di mercoledì scorso hanno deviato l’attenzione da quello che è stato in conclusione l’uomo partita nonostante la sconfitta; per Torino 5 giocatori in doppia cifra che hanno riacciuffato la partita per i capelli mostrando grande carattere ma troppe lacune in difesa colmate solo nell’ultimo determinante quarto.

Fotogallery a cura di Marco Magosso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy