Non bastano Pepper e Moore: Trapani espugna Latina

Non bastano Pepper e Moore: Trapani espugna Latina

10° di ritorno. 3 vittorie in 8 giorni per Trapani, 10 sulle 13 giocate da quel 24 novembre 2019 al PalaIlio in quella gara che Latina vinse per 67 a 74. I nerazzurri partono con il piede giusto ma poi vengono puniti in successione da Corbett e Renzi. A nulla valgono gli sforzi di Pepper e compagni. Trapani si porta a casa questi due punti che la mettono in sicurezza nella parte alta della classifica a sole quattro lunghezze da Torino insieme a Biella e due da Casale e Agrigento. Latina incassa il colpo e resta a 20 punti nella marte medio bassa della classifica.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

Il recente passato delle due squadre, sensibilmente diverso, deve pesare non poco sull’approccio alla gara. Dalla vittoria al Palailio della gara d’andata, sui nerazzurri si è abbattuta una maledizione che ha portato il conto di 9 sconfitte sulle 12 partite giocate. Trapani invece ha un bilancio di solo 3 sconfitte e arriva carica dalla vittoria su Tortona. Latina entra in partita quasi immediatamente con una buona circolazione di palla e una pronta difesa e Ancelotti e Musso sempre presenti sotto canestro. La spina sul fianco è Corbett, l’americano classe 1988, ma Pepper serve assist determinanti per chiudere il primo tempo 25 a 14 con Trapani che soffre ma non si arrende. 

 

I siciliani rientrano in campo con determinazione e nei primi due minuti riescono a recuperare un gap importante grazie al gran contributo di Corbett che assieme alla tripla di Mollura (25 a 23) si riavvicina pericolosamente ai padroni di casa. Latina spreca diverse occasioni sia in attacco che in difesa e ancora Corbett a 5 e 45 dal termine del secondo parziale, porta Trapani in vantaggio 28 a 29. La sfida in campo si fa più di contatto e tra contrasti e ribaltamenti le retine restano inviolate per 2 lunghissimi minuti fino ai liberi di Palermo su fallo di Moore e la seconda tripla di Mollura che portano Trapani a +6 (28 a 34) quando mancano poco più di 3 minuti all’intervallo lungo. Il timeout di Gramenzi ha effetto sull’azione successiva che si chiude con la tripla di Musso ma sul ribaltamento Renzi va a schiacciare su assist di Spizzichini. Trapani prende il largo e tra la precisione di Mollura dalla lunetta alla grande scioltezza di Renzi sia dalla lunga distanza che dall’area, Trapani riesce a mettere uno spazio siderale con Latina chiudendo il tempo 35 a 44.

 

Pur iniziando con il piede giusto con la prima realizzazione di Ancelotti, Latina si perde nelle cose semplici ma riesce a recuperare lucidità nonostante la pressione e la precisione di Renzi e i suoi. Con un po’ di fatica Moore riesce a trovare spazio per riagganciare 43 a 49 a 3 minuti dall’inizio del terzo parziale. Due prodezze di Cassese e Romeo portano i nerazzurri a -2 (47 a 49) e Coach Parente chiama un timeout per interrompere la striscia positiva di Latina. Poi il furto di Nwohuocha, la schiacciata di Goins e la tripla di Corbett riportano Trapani a +5 (49 a 54). Latina è inchiodata al muro fino ai due punti di Moore. Con Mollura mandato in lunetta da Romeo, Gramenzi guadagna un fallo tecnico. Trapani chiude il tempo 51 a 60.

 

Trapani inizia da dove aveva lasciato. Moore guadagna due liberi dal fallo di Mollura ma i trapanesi sono sempre pronti a recuperare rimbalzi e tentare di aprirsi un varco di maggiore distanza. Latina serra i ranghi e costringe Trapani a reagire a volte con nervosismo. Romeo e Pepper si aprono spazi importanti e sul timeout dei granata a 6 e 49 dal termine della gara, la situazione è quasi in equilibrio: 58 a 62. L’unica cosa che Latina non deve fare è lasciare libero Corbett di realizzare in scioltezza. Purtroppo, nonostante le raccomandazioni di Gramenzi, accade e l’americano realizza il suo 21 punto (58 a 64). La partita è concitata in campo e fuori dal campo. Alla tripla di Renzi su assist di Corbett, risponde Ancelotti con un gioco di 2+1 su fallo per mano dello stesso Renzi. Il tempo scorre e la quarta tripla di Renzi seguita dal contropiede di Mollura riportano Trapani a +11 (63 a 74) a 3 e 43 dalla fine della partita. Poi accade l’incredibile. Prima la Bomba di Dalton Pepper (66 a 74) seguita dai due liberi, poi la la tripla di Moore su palla recuperata da Romeo (70 a 74) a 200 secondi dalla fine. Ancora palla recuperata da Romeo, fallo di Mollura e Pepper di nuovo in lunetta. Due su due e Latina è ancora in partita: 72 a 74 a due minuti dal termine. Il pareggio 74 arriva ancora con due liberi di Romeo su fallo di Corbett. Trapani è in rimessa ma perde palla e Latina trasforma, ancora per mano di Pepper, il possesso in vantaggio. Renzi risponde in velocità con il canestro del 76 pari. 15 secondi alla fine e Corbett punisce con dai 6 e 75 e Trapani si riporta in vantaggio 76 a 79. Il timeout di Gramenzi e Trapani è in campo a fare fallo su Romeo che realizza 2 su 2 (78 a 79). inizia l’alternarsi dalla lunetta. Palermo, Pepper poi di nuovo Palermo. Sono 12 secondi che scorrono pesantissimi fino al verdetto finale: Trapani vince 79 a 83 riscattando la sconfitta al Palailio del 24 novembre. 

 

Latina Basket vs Trapani: 79 a 83

Latina Basket: Moore 19, Musso 11, Cassese 2, Di Pizzo 1, Romeo 12, Pepper 16, Bolpin 2, Raucci, Ancelotti 16, Di Prospero NE. Coach Franco Gramenzi, assistant coach Giuseppe Di Manno.

Pallacanestro Trapani: Goins 8, Renzi 20, Spizzichini, Ceparano NE, Mollura 15, Corbett 26, Pianegonda, Palermo 7, Nwohuoche 3, Bonacini 4. Coach Daniele Parente.

 

(Foto di Sonia Simoneschi per gentile concessione di Latina Basket)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy