Latina difende il Palabianchini e schiaccia Rieti

Le partite memorabili arrivano sempre quando meno te lo aspetti. Rieti, imbattuta da 7 giornate, scende a Latina d’imperio, con un pubblico al seguito che non ha mai smesso di sostenere la squadra. Ma Latina non fa passare l’avversario, tenendo testa alla fisicità, alla determinazione e alla velocità di Rieti. Non basta Jones o Tomasini per arginare la prontezza di Baldassarre, la solidità di Allodi e la creatività di Lawrence e Tavernelli. Non serve il nervosismo di Casini quando dall’arco c’è Carlson e Fabi che rispondono con autorevole serenità. Una squadra, quella nerazzurra, pronta come non mai, preparata alle imperfezioni dell’avversario, immediata nel capire quale soluzione prendere per vincere questa meravigliosa partita!

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

La cronaca della gara  di Latina contro Rieti

La gara inizia con Rieti che domina con la fisicità e la velocità di Jones: è lui che riesce ad interpretare gli errori di Latina e trarne vantaggio. Baldassarre e Carlson tengono a galla la squadra di casa contrastando il gioco molto fisico dei reatini con una disposizione in campo ordinata e mentale. Il fallo di Gigli su Carlson manda l’americano in lunetta quando mancano 4 minuti alla fine del tempo. Carlson li mette a segno tutti e due e porta Latina a +3 (9 a 6). Il gioco accelera e dopo diversi tentativi andati a segno dalla lunga distanza da parte di ambedue le squadre, il pontino Toscano porta in vantaggio Rieti (14 a 15) a poco più di 3 minuti dal termine. Ma la scia positiva di Rieti viene interrotta dalla prontezza dei nerazzurri che riescono a strappare un vantaggio + 6 in 120 secondi (parziale 6 a 0) sul timeout Rieti a un minuto dal termine. L’ultimo punto è quello di Jones dalla lunetta. Il tempo termina 21 a 16.

 

Per due lunghissimi minuti le retine sono ostili ad ospitare punti e il gioco si ribalta continuamente sui rimbalzi. Lawrence mette a segno il canestro del 23 a 16 e spezza l’incantesimo. Un minuto dopo, il massimo vantaggio 27 a 16 con i liberi di Cucci. Ma la bomba di Tomasini e i due punti di Gigli riportano Rieti a -6 (27 a 21) sul timeout di Gramenzi a 3 minuti di gioco. 150 secondi di digiuno e poi la bomba di Baldassarre che riporta Latina a +9 (30 a 21). I ritmi sono serrati e i possessi sempre più difficili da gestire. Rieti prende il sopravvento. Il solito Jones e l’imprevedibile Tomasini sono autori di due azioni che lanciano la squadra ospite a -3  (30 a 27) quando mancano 100 secondi all’intervallo lungo. Latina riprende fiato e affonda con 7 punti consecutivi. Jones serve una tripla che fissa il punteggio 37 a 33 a 1 minuto e 20 dal termine del quarto. Nelle ultime battute le squadre continuano a tenere la distanza. Si raggiungono gli spogliatoi sul 40 a 35.

 

Per i primi 4 minuti di gioco vengono iscritti a ruolo solo i due punti di Gigli, i due falli di Toscano e Gigli. Poi Casini viene lasciato in posizione per il tiro da tre e il pari 40 arriva quando ci sono ancora 6 minuti da giocare. Lawrence risponde immediatamente con una tripla. Il gioco procede tra palle perse e recuperi fortunosi ma Casini va di nuovo a segno con i due punti che portano di nuovo Rieti a -1. Il gioco di 2+1 di Lawrence, condito dal 4° fallo di Toscano e la successiva tripla, fissa il punteggio a metà del quarto a 49 a 42. Latina mette il turbo con Cassese e si vola a +9 (51 a 42) su timeout Rieti a 3 e 19 dalla fine del terzo quarto. Baldassarre domina in campo sia in attacco che in difesa e Allodi contribuisce con il suo solito lavoro di velluto. Il massimo vantaggio è raggiunto in pochissimi istanti: il punteggio è fermo sul 58 a 44 quando mancano 77 secondi alla fine del tempo. Le ultime battute sono concitate. Lawrence manda in lunetta Jones che segna 2 su 2 e, sul ribaltamento la tripla di Carlson chiude il tempo 62 a 49 con uno strepitoso parziale di 22 a 14.

 

Gigli, in solitaria, mette a segno i primi 4 punti del quarto (62 a 53) in 100 secondi di gioco. Gramenzi richiama subito i suoi. Ci vuole più determinazione. I nerazzurri prendono il consiglio al volo e Tavernelli serve Allodi e segna una tripla che vale 4 punti: 68 a 53 con 7 minuti da giocare! L’avversario in campo è nervoso e commette qualche ingenuità. Ne approfitta Latina che trova spazio e punti dalla lunga distanza con Carlson. Jones cerca di dare un contributo ma il 5° fallo di Toscano mette in crisi la difesa avversaria. Carlson segna la sua terza tripla personale (la seconda del parziale) e sul timeout Rieti a metà del tempo, Latina sta volando in alto: 74 a 55! Il nervosismo si impadronisce dell’avversario, anche del 6° uomo e il fallo tecnico elevato a Casini, di fatto, segna una linea di demarcazione  importante rispetto al resto della gara. Rieti tira fuori la rabbia. Latina resiste pur subendo le incursioni forse troppo ravvicinate di Casini e i suoi. Fabi e Baldassarre mettono a dimora 4 punti importanti (81 a 59) quando mancano 100 secondi alla fine della partita. Baldassarre segna il suo 20° punto personale e sul ribaltamento risponde Gigli ma la partita sfuma tra gli applausi del pubblico di casa che saluta la vittoria di Latina 83 a 62.

 

Latina Basket vs NPC Rieti: 83 a 62

 

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Lawrence 14, Carlson 13, Tavernelli 9, Cassese 2, Fabi 9, Baldassarre 20, Nulli NE, Allodi 12, Jovovic, Cucci 4, Cavallo NE. Coach Franco Gramenzi, Assistant Coach Giuseppe Di Manno

Zeus Energy Group Rieti: Annibaldi NE, Berrettoni, Tomasini 12, Casini 9, Toscano 4, Conti 4, Gigli 15, Jones 16, Carenza NE, Nikolic, Bonacini 2. Coach Alessandro Rossi, Assistant Coach Mattia Consoli.

 

(foto di Fabrizio Di Falco)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy