Agrigento doma la Leonessa e continua a sognare i playoff

0

É una grande Fortitudo Agrigento quella di stasera che è stata capace di “domare” la Leonessa Brescia, giunta in Sicilia dall’alto del secondo posto in classifica. Vittoria tutta cuore e muscoli quella dei bianco-azzurri, con un Alessandro Piazza strepitoso che ha messo a referto 17 punti, arricchiti da 7 rimbalzi catturati e da 8 assist per una valutazione pari a 29. Il resto del roster non è stato da meno, con altri tre uomini in doppia cifra: gli americani Penny Williams (16+3) e Dave Dudzinski (16+8), e il capitano Albano Chiarastella che, dopo un avvio in sordina, nella seconda parte dell’incontro ha messo a referto 10 dei 12 punti totali, realizzando la doppia doppia grazie ai 10 palloni recuperati sotto i tabelloni; ma soprattutto ha messo a segno la tripla che ha matato la Leonessa. Tra gli ospiti, da segnalare la prestazione del capitano Federico Loschi (20+4) e del solito Justin Brownlee in doppia doppia (17+10); sotto tono è apparso l’italo-argentino Juan Fernandez (3 punti), gravato sin da inizio partita dai falli.

Coach Ciani schiera lo starting-five base con Piazza, Williams, Evangelisti, Chiarastella e Dudzinski, mentre coach Diana risponde con Fernandez, Alibegovic, Loschi, Brownlee e Cittadini.

Apre il referto Alibegovic, che cattura un rimbalzo in area e appoggia; dall’altra parte risponde Dudzinski dall’arco. Il centro statunitense concede il bis poco dopo (10-8). I lombardi mettono un parziale di 7-0, grazie a Brownlee e tentano la fuga. Saccaggi dalla linea dei 6.75 accorcia, ma Nelson tutto solo sotto canestro chiude il quarto sul 19-24. La seconda frazione di gioco inizia con Benevelli, che cattura una palla vagante e appoggia a canestro trovando il contatto. Ciani richiama i suoi ragazzi e trae i primi frutti: Williams prima e Piazza dopo accorciano (25-27), ma Benevelli e Alibegovic rispediscono i siciliani a distanza di sicurezza (29-35). Dudzinski concretizza un gioco da tre punti (35-38); passi di Brownlee incredibilmente non sanzionati dai grigi: Brescia ne approfitta e va a canestro facilmente. Chiude il quarto un sottomano di Alibegovic (35-42).

Nel terzo quarto la musica cambia. Agrigento entra in campo più attenta e determinata e in un amen riduce il gap, grazie alle triple di Evangelisti dall’angolo, di Saccaggi e del capitano Chiarastella (46-47). Ma è Saccaggi che in contropiede firma il sorpasso siciliano. Dudzinski schiaccia a due mani per il 52-47. Tecnico alla panchina siciliana, ma Brescia non ne approfitta, realizzando solo il libero. Williams concretizza un gioco da quattro punti e poco dopo inchioda ad una mano (58-52). Agrigento alza l’intensità difensiva ed in attacco è micidiale: Evangelisti porta il vantaggio in doppia cifra e Piazza infila la tripla del massimo vantaggio bianco-azzurro (67-54). Dall’altra parte risponde in egual modo il capitano Loschi per il 67-57. L’ultimo quarto si apre con il quinto fallo di Benevelli. Brownlee lotta sotto canestro e riduce momentaneamente lo svantaggio (71-65). Loschi dall’angolo e Cittadini dalla lunetta riaprono la partita (73-72) quando mancano ancora quasi tre minuti alla sirena. Agrigento difende benissimo e Brescia non segna più fino alla fine. La tripla del capitano Chiarastella segna la strada (78-72). Chiudono i canestri di Piazza e del rookie Williams per il definitivo 82-72.

SALA STAMPA

«Innanzitutto faccio i miei complimenti alla squadra di Agrigento – dichiara coach Diana – perchè hanno fatto una partita gagliarda, che si giocava i play-off, quindi hanno dato il massimo; hanno fatto la partita che volevano fare, mettendoci in difficoltà, soprattutto quando riuscivano ad alzare l’intensità difensiva. Non sono contento della nostra prestazione, francamente mi aspettavo qualcosa di più: tanti errori di disattenzione, tante palle perse, e in questi campi, nelle partite punto a punto, in trasferta, non vinci. Mi aspettavo una prestazione della mia squadra più attenta.»

«Oggi il terzo quarto è stato un momento decisivo – dichiara coach Franco Ciani quando siamo stati capaci di aggredire con determinazione siamo riusciti a mettere in difficoltà una squadra che, a livello di talento, di qualità individuale e tecnica, è in assoluto una delle migliori del campionato. Quindi la chiave era quella di riuscire a rendere difficile qualsiasi cosa. In nostri quindici assist messi in relazione con le loro quindici palle perse, danno il senso di quello che è stato il nostro lavoro difensivo e di come siamo riusciti anche in attacco a trovare le soluzioni migliori. La nostra forza parte dall’essere attenti ad ogni dettaglio, sempre.» «Faremo la vigilia di Pasqua in trasferta – continua il coach friulano – però al ritorno dobbiamo essere tutti pronti per un appuntamento importante, quello decisivo di questo campionato, a cui la piazza di Agrigento non può mancare. Con questo rivolgo un caloroso e sincero augurio a tutto il pubblico del Palamoncada e ai nostri tifosi

MVP Basketinside: Alessandro Piazza 17 punti, 7 rimbalzi, 8 assist e 29 valutazione

Fortitudo Agrigento – Leonessa Brescia 82-72 (19-24; 18-18; 30-15; 15-15)

Fortitudo Agrigento: Vai ne, Evangelisti 8, Williams 16, Chiarastella 12 (10 rimbalzi), De Laurentiis 2, Saccaggi 9, Piazza 17 (8 assist), Udom 2, Portannese ne, Dudzinski 16. Coach Ciani

Leonessa Brescia: Fernandez 3, Cittadini 10, Alibegovic 11, Benevelli 7, Loschi 20, Passera 2, Tomasello ne, Nelson 2, Giammò ne, Brownlee 17 (10 rimbalzi). Coach Diana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here