Agrigento risorge tra le mura amiche, Treviglio è battuta al termine di una partita pazzesca

E’ servito un overtime a decretare la vittoria pesantissima di Agrigento contro una generosissima Treviglio.

di Salvo Trifirò

Al Palamoncada sfida caldissima tra Agrigento e Treviglio, scontro dal sapore di playoff con Agrigento pronta a rinascere dalla crisi delle ultime trasferte. Treviglio vogliosa di sorprendere vincendo una trasferta difficile come questa. Fin dal primo minuti si viaggia ad altissima intensità, al fischio finale è  Agrigento a trionfare per 87-84.

Quintetti:

Agrigento: Piazza, Buford, Evangelisti, Chiarastella, Bell-Holter.

Treviglio: Marino, Sollazzo, Sorokas, Genovese, Nwohuocha.

Primo Quarto:

Nei primi minuti di gioco è Treviglio a dominare il parquet, chiudendo subito un parziale di 8-0. Marino e Marini i protagonisti. Per svegliarsi, Agrigento, è costretta ad aspettare il buon momento di Bell-Holter per iniziare la sua partita anche nella metà campo offensiva, l’americano domina il pitturato, riportando subito in parità la gara con la tripla del 8-8. Da questo momento in poi regna l’equilibrio con la panchina di Treviglio che entra bene in partita, facendo rifiatare le prime linee e mettendo in difficoltà Agrigento che comunque chiude il primo quarto avanti per 20-19.

Secondo Quarto:

Bell-Holter esce dalla partita, Ciani decide di non rinunciare alla presenza difensiva di De Laurentiis che lavora benissimo in fase di raddoppio costringendo gli avversari a diverse palle perse. L’equilibrio viene rotto dai padroni di casa che, grazie al duo collaudato Zugno-Buford ed alle triple di Bucci, riesce addirittura a portarsi sul +10. Poi, un antisportivo proprio di Bucci rilancia in partita gli ospiti che sfruttano i viaggi in lunetta, portandosi a distanza facilmente recuperabile, 42-36.

Terzo Quarto:

E’ Treviglio ad entrare meglio dagli spogliatoi, subito bene sotto canestro nel contenere la fisicità dei padroni di casa, riportandosi a -2. Buford esce vistosamente dolorante, paradossalmente arriva proprio adesso il nuovo allungo di Agrigento in una fase molto concitata della gara. Rientra Buford, continua la folle intensità sul terreno di gioco. Botta e risposta a suon di triple tra Evangelisti ed il solito Marino, apparso ispirato anche oggi. I padroni di casa chiudono alla grande il terzo quarto sul 61-50.

Quarto Quarto:

Partita davvero stupenda, guai a dare per morti i giocatori di Vertemati che riescono subito ad accorciare le distanze grazie al giovane Pecchia che dimostra grande personalità. Sul +7 è Piazza a creare uno dei suoi assist per De Laurentiis che firma il +9 a quattro minuti dalla fine. Vertemati visibilmente arrabbiato con Rossi per la sua difettosa posizione in difesa. Dopo il time-out risponde subito Marini prima del canestro di Sorokas che firma il -5, quel break che serviva agli ospiti per rientrare definitivamente in gara. Tripla provvidenziale di Evangelisti alla quale risponde subito Marino. Treviglio riesce ad arrivare ad un solo possesso di distanza ma perde Piazza solo al centro dell’area. Sollazzo con due liberi pareggia la gara ed è overtime!

1° supplementare:

Riprende al meglio Agrigento con il gioco da 3 punti di Bucci al quale risponde la poderosa tripla di Marino. Botta e risposta a suon di tiri liberi con Treviglio che mette il naso avanti ancora con un super Marino. Nessuno vuole mollare e nessuno vuole firmare il parziale decisivo. L’Ultimo possesso è di Treviglio che deve recuperare 3 lunghezze ma non riesce con il tiro di Sollazzo.

Moncada Agrigento – Remer Treviglio 87-84 (20-19, 22-17, 19-14, 13-24, 13-10)

Moncada Agrigento: Perrin Buford 28 (8/10, 2/3), Ryan Bucci 18 (3/8, 3/3), Damen Bell-holter 16 (5/11, 1/3), Alessandro Piazza 14 (2/7, 1/2), Marco Evangelisti 5 (1/7, 1/4), Ruben Zugno 2 (1/1, 0/3), Quirino De laurentiis 2 (1/2, 0/0), Innocenzo Ferraro 2 (0/1, 0/0), Albano Chiarastella 0 (0/6, 0/0), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/0), Mario Tartaglia 0 (0/0, 0/0), Andrea Tartaglia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 24 – Rimbalzi: 32 9 + 23 (Damen Bell-holter 10) – Assist: 17 (Alessandro Piazza 7)

Remer Treviglio: Tommaso Marino 25 (3/5, 4/9), Adam Sollazzo 14 (6/11, 0/3), Paulius Sorokas 13 (4/11, 0/3), Andrea Pecchia 9 (3/6, 1/4), Pierpaolo Marini 6 (2/6, 0/1), Emanuele Rossi 6 (3/7, 0/0), Luca Cesana 5 (1/1, 1/1), Curtis Nwohuocha 3 (1/2, 0/0), Salvatore Genovese 3 (0/0, 1/1), Nicholas Dessì 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 22 – Rimbalzi: 38 10 + 28 (Paulius Sorokas 9) – Assist: 12 (Adam Sollazzo 3)

Fotogallery a cura di Giuseppe Rigoli

Buford

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy